Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Novi Ligure

Fiorelli, con l'ultima fabbrica di bici sparisce un pezzo di storia novese

La fabbrica di Novi Ligure sarà abbattuta per costruire due palazzine: da lì uscivano bici dirette in tutto il mondo. L'hanno deciso gli eredi, non senza rimpianto: "Tra quelle mura c'è una storia di ingegno e di lavoro". Ma l'inventiva dei fratelli Fiorelli sopravvive in una seconda azienda di famiglia
NOVI LIGURE – È destinato a sparire per sempre l’edificio che per oltre mezzo secolo ha ospitato a Novi Ligure la Fiorelli, importante fabbrica di biciclette. Fondato nel 1932 dai fratelli Rinaldo, Mario e Lino Fiorelli, lo stabilimento di via Foscolo sarà abbattuto nelle prossime settimane per fare posto a due palazzine plurifamiliari.

Attiva inizialmente nella costruzione di telai da corsa, ben presto la Fiorelli è passata alla produzione di bici complete che hanno percorso tutte le strade del mondo: gran parte delle due ruote che uscivano dai cancelli della fabbrica di via Foscolo, infatti, erano destinate all’esportazione. In diretta competizione con l’altro importante marchio novese, Santamaria, il cui stabilimento si trovava in via Raggio, nell’edificio che oggi ospita un mercato ortofrutticolo.

La Fiorelli è stata partner di campioni del calibro del pistard svizzero Hugo Koblet, di Jean Robic e di Ferdi Kubler, nonché del grande velocista spagnolo Miguel Poblet. Sempre per restare in campo agonistico, l’azienda novese ha fornito le sue bici a squadre come la Gazzola dello scalatore lussemburghese Charly Gaul, la Germanvox Wega di Ole Ritter (che su un telaio Fiorelli nel 1968 ha ottenuto il record dell’ora), la Zonca, la Filotex e la Carpano Coppi.
Per molti anni, il nome della Fiorelli rimase legato proprio a quello dell’Airone di Castellania e – qualche tempo dopo la morte del Campionissimo – i fratelli novesi acquistarono il marchio “Fausto Coppi” che mantennero fino al 1988, quando venne ceduto ai lombardi della Masciaghi.

Rinaldo, il più esperto in meccanica dei tre fratelli Fiorelli, poteva senza dubbio essere considerato un inventore. «Mio padre ha iniziato da solo, costruendo i primi modelli e poi mettendo in piedi una catena di montaggio che poteva sfornare un centinaio di bici al giorno», racconta la figlia Elvira (73 anni, che tutti a Novi conoscono come Evi). È lei che – insieme alla sorella Maria Angela di 70 anni, al cugino Giancarlo (70enne figlio di Mario) e ad Angelo Cipollina (93 anni, figlio di Lino) – ha deciso di dare l’addio alla fabbrica di via Foscolo. «I tempi cambiano, lo stabilimento è chiuso da decenni e questa è diventata una zona residenziale», spiega. I vecchi edifici saranno abbattuti e sostituiti da due palazzine di due piani, con quattro appartamenti ciascuna.

Elvira, che sulle pareti di casa conserva ancora le foto dei campioni che hanno corso per la Fiorelli, qualche rimpianto ce l’ha: «Tra quelle mura c’è tutto l’ingegno e il lavoro di papà, che a un certo punto si è anche dato alla costruzione di veicoli a motore». Dalla Motovelo Fiorelli sono usciti infatti ciclomotori come il Piper (una sorta di Ciao in chiave novese) e motociclette come la 175. L’inventiva Fiorelli comunque è ancora ben viva nella Spal, la seconda azienda di famiglia, fondata nel 1968 a Pozzolo e dal 1983 attiva a Novi Ligure nella zona industriale Cipian, a lungo legata a un altro settore industriale molto importante per la città, quello delle lampadine a incandescenza, e oggi convertita a più moderne produzioni.
29/12/2018

Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus

Facebook


Droghe e alcol: impennata di consumo fra i più giovani
Droghe e alcol: impennata di consumo fra i più giovani
Case vuote, persone senza casa
Case vuote, persone senza casa
Mostra veri corpi al Centro Congressi Alessandria
Mostra veri corpi al Centro Congressi Alessandria
Gioco d'azzardo: i conti non tornato
Gioco d'azzardo: i conti non tornato
Uici, cinque posti letto per studenti fuori sede
Uici, cinque posti letto per studenti fuori sede
Il Decreto Sicurezza spacca gli Enti Locali
Il Decreto Sicurezza spacca gli Enti Locali
Grave episodio a Tortona
Grave episodio a Tortona
Sindacati in piazza contro il Governo: tagli inaccettabili alle pensioni
Sindacati in piazza contro il Governo: tagli inaccettabili alle pensioni
Ex Simple Minds trascinatori della festa di Capodanno
Ex Simple Minds trascinatori della festa di Capodanno
Inaugurato il Bosco Rotariano
Inaugurato il Bosco Rotariano