Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Alessandria

Day Hospital oncoematologico al piano seminterrato dell'ospedale

La richiesta di utilizzo del Padiglione Fiandesio (piano ribassato e piano rialzato) dell'ospedale civile di Alessandria è arrivata dall'Asl. L'amministrazione comunale deve porre una deroga al Prg per permettere l'utilizzo di questi locali seminterrati. "Parere favorevole visto l'interesse pubblico dell'intervento"
 ALESSANDRIA - Il Padiglione Fiandesio dell’Ospedale civile di Alessandria nasce come padiglione malattie infettive con un progetto del 1996. Oggi l’Azienda sanitaria locale (Asl) chiede all’amministrazione comunale il riutilizzo del piano ribassato e di quello rialzato per creare un “Day Hospital oncoematologico”, attraverso ristrutturazione eri ottimizzazione di quello spazio “per ottenere un generale miglioramento dell’accessibilità e della fruibilità della struttura e della qualità del servizio offerto ai pazienti”, come si legge nella delibera di giunta passata al vaglio della commissione Territorio e che dovrà essere discussa dal Consiglio comunale.

Quale è il problema? E’ che vista la posizione seminterrata dei locali è necessaria una “deroga” all’articolo 78 comma 3 delle Norme di attuazione del Piano Regolatore che permettono di usufruire di locali seminterrati come depositi o cantine. Il vincolo, infatti, come spiega l’assessore Marcello Ferralasco è di tipo urbanistico: sono locali che per la collocazione sono a maggiore rischio durante eventi calamitosi come ad esempio l’alluvione del ’94. Il rischio è idrogeologico e di piena dei fiumi, con cui la città di Alessandria deve convivere. Nonostante tutto, però l’assessore tiene a precisare come l’evento del 1994 sia da considerarsi “eccezionale” e che molti sono stati gli interventi di contenimento di eventuali piene che hanno portato a miglioramenti in questi anni.

La commissione edilizia comunale, così come il servizio igiene e sanità pubblica dell’Asl hanno espresso “parere favorevole”, che distoglie dal dubbio di una “mancata sicurezza”. Inoltre si tratta di un servizio non di degenza, ma un “day hospital” quindi di temporanea permanenza e di attività soltanto diurna.  A giustificare la “deroga” (meglio definirla concessione? ndr) c’è anche “l’evidente interesse pubblico dell’intervento” e l’impossibilità di trovare altri locali o una struttura alternativa per migliorare il servizio e lo spazio ad esso dedicato.  Con la “certezza” di una garanzia della sicurezza delle persone la commissione approva l’atto con un voto favorevole, fatta eccezione per il consigliere del Movimento 5 Stelle, Andrea Cammalleri, che ha espresso un voto contrario.  Sull’atto, comunque viene esplicitamente sottolineato come sia “il richiedente”, quindi in questo caso l’Asl, ad assumersi “ogni responsabilità in ordine a eventuali futuri danni a cose e a persone comunque derivanti da fenomeni di allagamento dei locali interrati”.
27/09/2013

Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus

Facebook


Centri sportivi: dalla Giunta la proposta per la ricerca di un partner privato
Centri sportivi: dalla Giunta la proposta per la ricerca di un partner privato
Alessandria-Arezzo 2-3. Le foto di Gianluca Ivaldi
Alessandria-Arezzo 2-3. Le foto di Gianluca Ivaldi
Inaugurato il nuovo laboratorio di chimica organica all'Istituto 'A.Volta'
Inaugurato il nuovo laboratorio di chimica organica all'Istituto 'A.Volta'
Viaggio nel mondo della sicurezza con l'Ispettorato del Lavoro di Alessandria
Viaggio nel mondo della sicurezza con l'Ispettorato del Lavoro di Alessandria
Da Osaka ad Alessandria
Da Osaka ad Alessandria
Bimbi in maschera e dolci sorprese per il Carnevale
Bimbi in maschera e dolci sorprese per il Carnevale
Carnevale al Cristo: le premiazioni
Carnevale al Cristo: le premiazioni
Carnevale al Cristo: la sfilata in corso Acqui
Carnevale al Cristo: la sfilata in corso Acqui
Droghe e alcol: impennata di consumo fra i più giovani
Droghe e alcol: impennata di consumo fra i più giovani
Case vuote, persone senza casa
Case vuote, persone senza casa