Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Capriata d'Orba

Da Platini a Guardiola, da Nedved a Pirlo: i grandi del calcio si sfidano sul green

Ci saranno tanti campioni del calcio sul green di Villa Carolina, a sfidarsi nella Fondazione "Vialli e Mauro" Golf Cup, la competizione benefica organizzata per combattere la Sla. Tra i protagonisti Michel Platini, Pep Guardiola, Pavel Nedved, Andrea Pirlo, oltre naturalmente a Gianluca Vialli e Massimo Mauro
CAPRIATA D’ORBA – Ci saranno tanti campioni del calcio sul green di Villa Carolina, a sfidarsi nella quindicesima edizione della Fondazione “Vialli e Mauro” Golf Cup, la prestigiosa competizione benefica organizzata per raccogliere fondi a favore della ricerca sulla Sla, la sclerosi laterale amiotrofica. Lunedì 28 maggio, al golf club di Capriata d’Orba, si potranno incrociare tra gli altri Michel Platini, Pep Guardiola, Pavel Nedved, Andrea Pirlo, oltre naturalmente a Gianluca Vialli e Massimo Mauro. E ancora grandi golfisti come Rafa Cabrera Bello, Jamie Donaldson, Stephen Gallacher e George Cotzee.

Professionisti dell’European Tour, imprenditori e amici del mondo dello sport e dello spettacolo si troveranno insieme sul campo dal golf. La formula di gara è shot gun 18 buche e le squadre che si contenderanno la Vialli e Mauro Golf Cup saranno formate da un professionista dell’European Tour, una celebrity e due amateurs. Inoltre le squadre saranno divise in due super team capitanati da Gianluca Vialli e Massimo Mauro, con l’obiettivo di aggiudicarsi il Best Team Challenge.

Due premi speciali, il “Buca 14” in onore del numero 14 per eccellenza Johan Cruyff, amico e generoso sostenitore della Fondazione e il “Giovane promessa” in ricordo di Teodoro Soldati, uno dei più talentuosi golfisti italiani scomparso prematuramente all’età di 15 anni, che verrà consegnato da Marina e Domenico Soldati ad Andrea Romano, vincitore a marzo del French International Boys Championship.

Obiettivo benefico dell’evento sarà il finanziamento della ricerca sulla Sla. Nello specifico, i fondi raccolti saranno devoluti alla Fondazione Italiana di Ricerca per la Sla (AriSla) e al finanziamento decennale di un posto da ricercatore presso l’università di Torino. A oggi la Fondazione Vialli e Mauro ha investito oltre 3,5 milioni di euro nella ricerca. «Un risultato di cui siamo orgogliosi – ha detto Gianluca Vialli – che non sarebbe stato possibile raggiungere senza la fiducia e la generosità di tutti gli amici e aziende che ci sostengono da anni e condividono la nostra missione. Un grazie particolare al nostro partner Erg, che ci accompagna fin dalla prima edizione della Golf Cup».

Aggiunge Massimo Mauro: «Parte dell’incasso della partita d’addio al calcio di Andrea Pirlo, che si terrà stasera a San Siro, sarà devoluto alla nostra Fondazione e verrà utilizzato per la costruzione del Centro Clinico Nemo di Brescia specializzato nella cura delle persone affette da malattie neuromuscolari come la Sla, Sma e distrofie muscolari».
21/05/2018

Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus

Facebook


Alessandria-Robur Siena 1-1, le foto di Gianluca Ivaldi
Alessandria-Robur Siena 1-1, le foto di Gianluca Ivaldi
Festival Adelio Ferrero 2018, intervista a Roberto Lasagna e Barbara Rossi
Festival Adelio Ferrero 2018, intervista a Roberto Lasagna e Barbara Rossi
La Notte dei Ricercatori 2018
La Notte dei Ricercatori 2018
Festa a 4 zampe a Cascina Rosa
Festa a 4 zampe a Cascina Rosa
Operazione Borderline
Operazione Borderline
Alecomics 2018: i vostri scatti!
Alecomics 2018: i vostri scatti!
Per un'Europa senza muri: presidio e corteo per una cultura dell'accoglienza e dell'integrazione
Per un'Europa senza muri: presidio e corteo per una cultura dell'accoglienza e dell'integrazione
Alessandria-Genoa 0-4. Le foto di Gianluca Ivaldi
Alessandria-Genoa 0-4. Le foto di Gianluca Ivaldi
Maltrattamenti e insulti in una scuola dell'infanzia: il video che incastra le due maestre
Maltrattamenti e insulti in una scuola dell'infanzia: il video che incastra le due maestre
Ponti Alessandrini: per non piangere domani su ciò che andava fatto ieri
Ponti Alessandrini: per non piangere domani su ciò che andava fatto ieri