Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Alessandria

“Le cose cambiano”: un progetto internazionale contro il bullismo omotransfobico

Venerdì 21 novembre Tessere le Identità presenta la campagna sul web e il libro, un archivio di buoni consigli, episodi tristi e divertenti e storie a lieto fine, che unisce le parole di personaggi famosi e persone comuni, omosessuali ed eterosessuali, transessuali e queer
ALESSANDRIA - Venerdì 21 novembre alle 19 all'Associazione Cultura e Sviluppo (piazza De Andrè 76) Tessere Le Identità, associazione di promozione sociale lgbtqi di Alessandria, presenta Le Cose Cambiano, progetto internazionale contro il bullismo omotransfobico. “Crescere non è semplice. Molti adolescenti affrontano quotidianamente episodi di bullismo e discriminazione. In particolare gli adolescenti gay, lesbiche, bisessuali e transessuali, che spesso nascondono la propria sessualità per paura di essere isolati – dicono gli organizzatori dell'inconto - Senza confrontarsi con adulti apertamente gay, non possono immaginare come sarà il loro futuro. Il progetto Le Cose Cambiano ha lo scopo di ricordare ai teenager Lgbt che non sono soli, e che le cose per loro cambieranno, in positivo”.

Nel 2010, dopo alcuni suicidi di ragazzi omosessuali vittime delle prese in giro dei loro coetanei, lo scrittore e attivista Dan Savage e suo marito Terry Miller hanno caricato su YouTube un messaggio diretto agli adolescenti che subivano bullismo e discriminazioni a scuola o in famiglia: “Quando avevamo la vostra età - raccontano - è stata dura anche per noi essere gay in mezzo a persone che non ci capivano, ma se oggi potessimo parlare ai quindicenni che eravamo gli diremmo di resistere, perché presto andrà tutto meglio, troveranno degli amici fantastici, troveranno l’amore e un giorno avranno una vita molto più felice di quanto immaginano”.

È stata la prima di migliaia di testimonianze che hanno dato vita a un sito e a una fenomenale campagna sul web, chiamata It Gets Better. Nel 2013 il progetto è sbarcato anche in Italia, con il nome Le Cose Cambiano. Il sito lecosecambiano.org raccoglie le testimonianze di chiunque voglia condividere il proprio vissuto per metterlo a disposizione di chi si sta confrontando con la scoperta di sé, per contribuire a creare un'enciclopedia di desideri e speranze, un contenitore di proposte, un posto dove raccontare la propria esperienza in prima persona, anche per dimostrare che metterci la faccia è possibile. "Le cose cambiano se siamo noi a farle cambiare" dicono ancora da Tessere le Identità.

Dall’esperienza e dal successo dell’iniziativa ha preso vita un libro, pubblicato da Isbn Edizioni e intitolato sempre Le cose cambiano, che raccoglie i racconti e le testimonianze più belli provenienti dal progetto italiano e da quello americano. Un archivio di buoni consigli, episodi tristi e divertenti e storie a lieto fine, che unisce le parole di personaggi famosi e persone comuni, scrittori, musicisti, attori, comici, studenti, insegnanti, avvocati, attivisti, omosessuali ed eterosessuali, transessuali e queer.

“Siamo convinti infatti che lo strumento più potente di comprensione ed educazione, nonché il migliore antidoto contro l’isolamento, sia la narrazione; che le storie possano fare bene sia a chi le racconta, sia a chi le ascolta” dichiarano gli organizzatori. Testimonial d'eccezione del progetto saranno la scrittrice Chiara Reali, il cantautore torinese Cosimo Morleo, lo scrittore Federico Novaro, noto anche per essere stato sul palco del festival di Sanremo con il suo compagno raccontando la sua storia d'amore con dei cartelli, e gli autori di A Queer Culture Illustrated Guide.

Gli stessi ospiti saranno anche negli istituti superiori Saluzzo e Vinci nelle mattine di venerdì e sabato. "Il nostro scopo è quello di creare una cultura del rispetto e delle differenze" dice Matteo Bottino.

L'evento è realizzato in collaborazione con Agedo Torino, Associazione Cultura e Sviluppo, Associazione Comunità San Benedetto al Porto, Casa di Quartiere di Alessandria, Cooperativa Coompany &, con il patrocinio della Città di Alessandria e della Provincia di Alessandria e con il riconoscimento di Unar (Ufficio Nazionale Antidiscriminazioni Razziali) quale “iniziativa di rilievo nell’ambito delle attività di prevenzione e contrasto alle discriminazioni”.
 
20/11/2014

Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus

Facebook


Da Osaka ad Alessandria
Da Osaka ad Alessandria
Bimbi in maschera e dolci sorprese per il Carnevale
Bimbi in maschera e dolci sorprese per il Carnevale
Carnevale al Cristo: le premiazioni
Carnevale al Cristo: le premiazioni
Carnevale al Cristo: la sfilata in corso Acqui
Carnevale al Cristo: la sfilata in corso Acqui
Droghe e alcol: impennata di consumo fra i più giovani
Droghe e alcol: impennata di consumo fra i più giovani
Case vuote, persone senza casa
Case vuote, persone senza casa
Mostra veri corpi al Centro Congressi Alessandria
Mostra veri corpi al Centro Congressi Alessandria
Gioco d'azzardo: i conti non tornato
Gioco d'azzardo: i conti non tornato
Uici, cinque posti letto per studenti fuori sede
Uici, cinque posti letto per studenti fuori sede
Il Decreto Sicurezza spacca gli Enti Locali
Il Decreto Sicurezza spacca gli Enti Locali