Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Novi Ligure

Consulta di bioetica, nel quarto appuntamento si tratterà di fecondazione assistita

Nel 2004 veniva varata una legge molto restrittiva sulla fecondazione assistita. La situazione è profondamente cambiata nel 2014, con la sentenza 162 della Corte Costituzionale. E oggi, a che punto è la riflessione etica sulla fecondazione assistita? Se ne discuterà a Novi Ligure il 17 e 18 aprile
NOVI LIGURE - Nel 2004 veniva varata una legge molto restrittiva sulla fecondazione assistita, che di fatto impediva a migliaia di coppie con problemi di fertilità di avere un figlio proprio. L’anno successivo il fallimento del referendum abrogativo segnava un ulteriore brusco stop sul fronte del riconoscimento dei diritti civili.
La situazione è profondamente cambiata nel 2014, con la sentenza 162 della Corte Costituzionale, che in pratica ha smantellato la legge 40 del 2004 e ha cassato proprio i punti sottoposti al referendum del 2005, che non ha raggiunto il quorum.

Forse quel referendum è stato uno sbaglio? E oggi, a che punto è la riflessione etica sulla fecondazione assistita? Se ne discuterà il 17 e 18 aprile a Novi Ligure, che per il quarto anno consecutivo ospiterà il convegno nazionale della Consulta di bioetica.
Grazie alla collaborazione di alcuni tra i protagonisti e tra i massimi studiosi della problematica, uno degli obiettivi del convegno – organizzato tra gli altri da Mino Orlando, presidente della sezione novese della Consulta di bioetica – è l’approfondimento sia della sentenza sia della situazione socio-politica italiana per valutare il da farsi su questo tema.

Forse nel 2005 non è stato prudente e saggio indire un referendum il cui fallimento resta una ferita non rimarginata per il mondo laico: il referendum del 1974 sul divorzio e quello del 1983 sull’aborto hanno celebrato la vittoria dell’etica laica, mentre sulla fecondazione assistita non si è riusciti a centrare l’obiettivo. Da allora sul referendum 2005 è scesa una coltre di silenzio, ma la sentenza 162 dà l’opportunità di tornare a riflettere sul significato di quella consultazione e sulle sue conseguenze per la bioetica laica.
30/03/2015

Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus

Facebook


Droghe e alcol: impennata di consumo fra i più giovani
Droghe e alcol: impennata di consumo fra i più giovani
Case vuote, persone senza casa
Case vuote, persone senza casa
Mostra veri corpi al Centro Congressi Alessandria
Mostra veri corpi al Centro Congressi Alessandria
Gioco d'azzardo: i conti non tornato
Gioco d'azzardo: i conti non tornato
Uici, cinque posti letto per studenti fuori sede
Uici, cinque posti letto per studenti fuori sede
Il Decreto Sicurezza spacca gli Enti Locali
Il Decreto Sicurezza spacca gli Enti Locali
Grave episodio a Tortona
Grave episodio a Tortona
Sindacati in piazza contro il Governo: tagli inaccettabili alle pensioni
Sindacati in piazza contro il Governo: tagli inaccettabili alle pensioni
Ex Simple Minds trascinatori della festa di Capodanno
Ex Simple Minds trascinatori della festa di Capodanno
Inaugurato il Bosco Rotariano
Inaugurato il Bosco Rotariano