Ovada

Campus in via Voltri: la Provincia ci riprova

Addio al progetto di palazzo, parte pił consistente dei lavori. Si alla palestra e ai laboratori. Aule recuperate negli spazi esistenti
OVADA -  Un progetto light, rispetto alla sua prima versione presentata quattro anni fa e mai realizzata, per realizzare lo stesso il polo scolastico, il mega istituto di via Voltri con l’avvicinamento dell’Itis, oggi in via Galliera, al Liceo e alla Ragioneria. Va quindi in soffitta l’edificio di 3 piani per un totale di quasi 2800 metri quadri, con 15 aule, una piazza coperta e un avveniristico porticato di vetro e acciaio. Rimangono la nuova palestra e i laboratori indispensabili per una scuola professionale. Ma le aule richieste, dieci in tutto dato il dimagrimento di sezioni verificatosi negli ultimi anni, saranno ricavate negli spazi già costruiti: aule vuote, oppure piccole modifiche degli edifici attuali. In provincia, che del progetto è sempre stata ente promotore, ci credono, pur rimanendo il nodo dei fondi che dovranno essere resi disponibili dalla Regione Piemonte.

I lavori saranno infatti finanziati in parte con le risorse sbloccate da Torino, in parte con quelle che saranno recuperate dalla vendita dell’edificio di proprietà comunale nel quale attualmente trovano sede le aule dell’Itis. La cifra inizialmente attesa da Palazzo Lascaris e mai resta disponibile era di poco superiore ai 3.000.000 di euro. La cifra richiesta ora sarà di molto inferiore. 

29/03/2013
Redazione - redazione@ovadaonline.net