Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Ovada

Ballo: gli ovadesi scendono in pista

Il fenomeno coinvolge un po’ tutte le classi di età: i ragazzi seguono corsi che propongono balli e coreografie; gli adulti riscoprono piaceri dimenticati…
OVADA - Le scuole di ballo propongono la prima settimana di prova gratuita, le palestre inseriscono corsi di danza individuale all'interno del proprio calendario e gli ovadesi, da anni, rispondono, un po' per gioco, un po' per reale interesse, al richiamo della “ballomania”. Attraverso una serie di interviste fra giovani e meno giovani abbiamo cercato di cogliere le motivazioni del successo. “Innanzitutto, che si tratti di tango o di hip-hop - spiega Alessia, insegnante di ballo- danzare ha un doppio valore terapeutico: se da una parte miglioriamo l'agilità e il tono muscolare, dall'altro aiutiamo la nostra mente a trovare una forma d’espressione”.

Muoversi a ritmo di musica sembra essere, infatti, il sistema migliore per mettere in contatto la mente e il corpo raggiungendo così una sensazione di reale benessere. Ballare con il proprio compagno, poi, sembra aggiungere valore alla pratica, come afferma Giovanna, operatrice sanitaria: “Io e mio marito ci siamo iscritti ad un corso di ballo da sala. Eravamo un po' dubbiosi, ma nel giro di poco tempo, oltre al fisico che sembrava rigenerarsi, abbiamo ritrovato una maggiore complicità, che aveva perso un po’ di smalto con lavoro e figli. Dal valzer siamo passati al latino-americano: in questo modo abbiamo, ad oggi, l'occasione di un passatempo che ci permette di uscire nei fine settimana”.

Fra i più giovani, il ballo è da sempre occasione di incontro: oltre alle discoteche, sono in molti a seguire corsi che propongono balli e coreografie che impegnano e divertono. E la collaborazione fra insegnanti, ragazzi e genitori, in un'atmosfera tanto giocosa, sembra cosa naturale, come racconta Miriam: “Un paio di anni fa, a causa della chiusura di una nota palestra di Ovada, le ragazze del corso di hip-hop avrebbero dovuto rinunciare. E' stato grazie all'impegno della loro insegnante che il progetto si è comunque concluso nella palestra di Tagliolo”. 

30/10/2014
Simonetta Albertelli - redazione@ovadaonline.net

Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus

Facebook


Centri sportivi: dalla Giunta la proposta per la ricerca di un partner privato
Centri sportivi: dalla Giunta la proposta per la ricerca di un partner privato
Alessandria-Arezzo 2-3. Le foto di Gianluca Ivaldi
Alessandria-Arezzo 2-3. Le foto di Gianluca Ivaldi
Inaugurato il nuovo laboratorio di chimica organica all'Istituto 'A.Volta'
Inaugurato il nuovo laboratorio di chimica organica all'Istituto 'A.Volta'
Viaggio nel mondo della sicurezza con l'Ispettorato del Lavoro di Alessandria
Viaggio nel mondo della sicurezza con l'Ispettorato del Lavoro di Alessandria
Da Osaka ad Alessandria
Da Osaka ad Alessandria
Bimbi in maschera e dolci sorprese per il Carnevale
Bimbi in maschera e dolci sorprese per il Carnevale
Carnevale al Cristo: le premiazioni
Carnevale al Cristo: le premiazioni
Carnevale al Cristo: la sfilata in corso Acqui
Carnevale al Cristo: la sfilata in corso Acqui
Droghe e alcol: impennata di consumo fra i più giovani
Droghe e alcol: impennata di consumo fra i più giovani
Case vuote, persone senza casa
Case vuote, persone senza casa