Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Ovada

Avulss: secondo appuntamento con il corso di alta formazione

I locali della Chiesa di San Paolo accoglieranno il secondo evento formativo previsto nell'ambito del progetto "Reti del possibile". Nel corso della mattinata i partecipanti saranno coinvolti nella relazione interattiva della dottoressa Cinzia Casini, psicologa e responsabile del Servizio Accoglienza di Area onlus
OVADA - Si svolgerà nella mattinata di sabato prossimo, 7 ottobre, a partire dalle ore 9.30, presso i locali della Chiesa di San Paolo, il corso di formazione per i volontari delle sezioni locali (Ovada e Acqui Terme) dell'Avulss. Durante l'incontro - che terminerà intorno alle 12.30 - la dottoressa Cinzia Casini, proporrà ai presenti una relazione su "Il posto del volontario tra utenti, famigliari e professionisti nelle strutture residenziali e a domicilio”. In occasione del secondo dei tre incontri di formazione dedicati ai volontari previsti nell’ambito del progetto “Reti del possibile”, si proverà ad approfondire alcune tematiche che coinvolgono direttamente tutti gli attori in gioco nella fitta rete del volontariato.

"Fare volontariato significa operare all’interno di una rete di relazioni e contesti - spiegano i rappresentanti della sezione ovadese della Onlus -: il volontario deve gestire la relazione con la persona o le persone oggetto delle sue cure, in primo luogo; ma anche con la famiglia, la struttura eventuale in cui questi si trova e dunque gli operatori (sociali e sanitari)". Il progetto è stato ideato dall’Associazione AVULSS di Alessandria con il supporto delle sezioni di Acqui Terme, Ovada e Valenza, interamente finanziato dalla Fondazione SociAL (www.fondazionesocial.it). Ha una durata biennale ed è aperto a tutte le Associazioni della provincia di Alessandria: il percorso formativo prevede una serie di moduli a supporto dell’operatività dei responsabili ed altri moduli specificatamente rivolti ai volontari. La dottoressa Cinzia Casini, psicologa psicoterapeuta e responsabile del Servizio Accoglienza di Area onlus (www.areato.org), approfondirà il tema della rete nella relazione d’aiuto partendo da una messa a fuoco dei soggetti con cui il volontario si trova ad interagire e da una definizione di specificità e differenze dei loro compiti per arrivare a comporre un quadro complessivo dei vari tipi di sistemi. L’incontro, ad accesso libero, è di carattere interattivo e lascerà ampio spazio alla raccolta delle esperienze dei partecipanti che verranno trattate alla luce degli spunti teorici esposti.
30/09/2017

Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus

Facebook


La 'Marcia per l'acqua' contro la discarica di Sezzadio - 17 novembre 2018
La 'Marcia per l'acqua' contro la discarica di Sezzadio - 17 novembre 2018
Protesta sotto Palazzo Rosso: 194 volte senza paura!
Protesta sotto Palazzo Rosso: 194 volte senza paura!
La Psicomotricità Funzionale e il Training Attentivo Cognitivo Metodo Benso sbarcano ad Alessandria
La Psicomotricità Funzionale e il Training Attentivo Cognitivo Metodo Benso sbarcano ad Alessandria
Dentro la Casa Circondariale: una prigione nel cuore della città (seconda parte)
Dentro la Casa Circondariale: una prigione nel cuore della città (seconda parte)
Dentro la Casa Circondariale: una prigione nel cuore della città
Dentro la Casa Circondariale: una prigione nel cuore della città
Gig Economy: il metodo d'indagine sulla provincia di Alessandria
Gig Economy: il metodo d'indagine sulla provincia di Alessandria
Gig Economy: la ricaduta dell'economia del lavoretto sugli alessandrini
Gig Economy: la ricaduta dell'economia del lavoretto sugli alessandrini
Alessandria-Robur Siena 1-1, le foto di Gianluca Ivaldi
Alessandria-Robur Siena 1-1, le foto di Gianluca Ivaldi
Festival Adelio Ferrero 2018, intervista a Roberto Lasagna e Barbara Rossi
Festival Adelio Ferrero 2018, intervista a Roberto Lasagna e Barbara Rossi
Festa a 4 zampe a Cascina Rosa
Festa a 4 zampe a Cascina Rosa