Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
CSVAAinforma

AVULSS propone il progetto di alta formazione “Reti Possibili”

Per garantire la qualità e la continuità degli interventi i volontari coinvolti nei diversi percorsi assistenziali necessitano pertanto di una formazione solida, volta soprattutto a sostenere la loro motivazione e la gestione del sovraccarico emotivo. Dalla consapevolezza di queste esigenze è nato il progetto di alta formazione “Reti possibili”, ideato dall’Associazione AVULSS di Alessandria con il supporto delle sezioni di Acqui Terme, Ovada e Valenza, integralmente finanziato dalla Fondazione SociAL
 CSVAA INFORMA - Le nuove emergenze sociali, anche a causa di una crisi economica che ha costretto gli enti pubblici a ridimensionare i propri interventi in numerosi settori, portano alla ribalta il tema della qualificazione del volontariato. Oggi più che mai il terzo settore è coinvolto nel rispondere ai bisogni di cura e accompagnamento delle persone svantaggiate e sofferenti presenti sul territorio: le associazioni di volontariato si trovano a fronteggiare situazioni complesse e diversificate per richieste, età, provenienze e il prendersi cura di un panorama tanto variegato richiede capacità e risorse personali non indifferenti. Per garantire la qualità e la continuità degli interventi i volontari coinvolti nei diversi percorsi assistenziali necessitano pertanto di una formazione solida, volta soprattutto a sostenere la loro motivazione e la gestione del sovraccarico emotivo.

Dalla consapevolezza di queste esigenze è nato il progetto di alta formazione “Reti possibili”, ideato dall’Associazione AVULSS di Alessandria con il supporto delle sezioni di Acqui Terme, Ovada e Valenza, integralmente finanziato dalla Fondazione SociAL (www.fondazionesocial.it). Il progetto ha durata biennale ed è aperto ai responsabili e ai volontari di tutte le Associazioni della provincia di Alessandria. Il percorso formativo prevede una serie di moduli dedicati a sviluppare specifiche competenze nell’ambito della costruzione e gestione dei gruppi, nella mediazione dei conflitti, nelle tecniche di comunicazione, nella progettazione sociale così come nella prevenzione dello stress e nella costruzione della relazione di aiuto e di ascolto.

A partire dal prossimo sabato 25 marzo, presso la storica sede della Fondazione Social- Associazione Cultura e Sviluppo -Piazza de Andrè 33, sono previste quattro giornate seminariali rivolte ai responsabili delle Associazioni (orario 9:00 – 17.00; prossime date autunno 2017 e primavera 2018). Per i volontari si prevedono invece 4 incontri della durata di 3 ore ciascuno, replicati presso le diverse sedi territoriali dell’AVULSS: Alessandria, Ovada, Valenza e Acqui, al fine di facilitare la partecipazione di un numero il più possibile ampio di persone. Gli interventi di formazione, che prevedono lezioni frontali ma anche esperienze pratiche e interattive, saranno condotti dai professionisti dell’Associazione regionale Area onlus, che da oltre trent’anni è attiva sul territorio piemontese.
Al termine del percorso (autunno 2018) è previsto un Convegno che coinvolgerà tutte le realtà del volontariato alessandrino e avrà come scopo lo sviluppo di strategie di intervento comuni e la creazione di legami di cooperazione tra le associazioni locali.  Obiettivo generale del progetto è dunque quello di generare “reti possibili”, capaci di rispondere in modo efficace e integrato ai bisogni del nostro territorio.


Per informazioni: Sig.ra Liliana Burburan, AVULSS Alessandria, cell.: 3285640595
La partecipazione ai corsi di formazione è completamente gratuita grazie al contributo della Fondazione SociAL. Sono accettate iscrizioni fino ad esaurimento posti.
22/03/2017

Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus

Facebook


Sentiero 413: sul Monte Pracaban partendo dalle Capanne di Marcarolo
Sentiero 413: sul Monte Pracaban partendo dalle Capanne di Marcarolo
Sentiero 403: sul Monte Tobbio partendo da Voltaggio
Sentiero 403: sul Monte Tobbio partendo da Voltaggio
Sentiero 273: da Grondona a Persi attraversando la valle Spinti
Sentiero 273: da Grondona a Persi attraversando la valle Spinti
Sentiero 260: da Pertuso a Roccaforte attraversando la val Borbera
Sentiero 260: da Pertuso a Roccaforte attraversando la val Borbera
Salernitana-Alessandria, il dopo partita
Salernitana-Alessandria, il dopo partita
Sentiero 245: sul Monte Antola partendo dalla val Borbera
Sentiero 245: sul Monte Antola partendo dalla val Borbera
Sicurezza, immigrazione e disabilità: intervista all'assessore Alessandro Rolando
Sicurezza, immigrazione e disabilità: intervista all'assessore Alessandro Rolando
Piazze affollate per gli eventi dell'estate alessandrina
Piazze affollate per gli eventi dell'estate alessandrina
Monica Massone, il teatro e lo spettacolo Solo una vita
Monica Massone, il teatro e lo spettacolo Solo una vita
Riccardo Bellini e Benedetta Pallavidino, vincitori del premio Ferrero 2015, parlano della nuova edizione
Riccardo Bellini e Benedetta Pallavidino, vincitori del premio Ferrero 2015, parlano della nuova edizione