Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Novi Ligure

"Con l'associazione Isco porteremo avanti il sogno di Simone"

E' stata presentata a Novi Ligure l'associazione Isco (Insieme per Simone contro l'osteosarcoma), fondata in memoria di Simone Dispensa. I compagni di classe si erano vaccinati per permettergli di seguire le lezioni
NOVI LIGURE – «All’inizio Simone non sembrava granché interessato alle materie scientifiche. Poi è cambiato, tanto da esprimere il desiderio di diventare un giorno ricercatore». Lo ha ricordato ieri Antonella De Tommasi, docente della scuola interna all’istituto Rizzoli di Bologna, dove il 18enne novese Simone Dispensa era in cura per un osteosarcoma. Un desiderio che purtroppo non si esaudì: il giovane studente del liceo Amaldi morì un paio di mesi dopo aver conseguito la maturità.

Ora in memoria del ragazzo è nata un’associazione – Isco, Insieme per Simone contro l’ostesarcoma – che è stata presentata ufficialmente martedì al Museo dei Campionissimi. Voluta dai genitori del giovane, è presieduta da papà Davide mentre mamma Katia Labellarte è tesoriere; la vicepresidente è la zia di Simone, Catia Pizzichillo.

Mentre sui maxischermi del Museo scorrevano le immagini di Simone – in ospedale, a scuola, con i compagni negli studi televisivi di Roma o nelle sale di palazzo Làscaris a Torino – è toccato a una commossa Monica Lupori ripercorrere la storia del ragazzo novese: «Tutta la sua classe, la quinta E del Linguistico, si vaccinò per permettergli di frequentare le lezioni nonostante le cure per il tumore gli avessero provocato una grave immunodepressione». E proprio gli studenti sono stati i protagonisti della giornata di ieri. All’iniziativa infatti c’erano tutti i rappresentanti di classe del liceo Amaldi e dell’istituto Ciampini-Boccardo, uniti non solo simbolicamente nel ricordo di Simone: l’istituto di via Mameli è stata la scuola del 18enne scomparso, ma il Ciampini è quella del fratello minore Danilo e della fidanzata Natalie.

«Simone ha lasciato una traccia nel mondo», ha detto ai ragazzi il preside dell’Amaldi Giampaolo Bovone. «Spesso giudichiamo i giovani in maniera troppo superficiale, invece sono capaci di grandi gesta», ha affermato il sindaco Rocchino Muliere. Il padre di Simone ha voluto ringraziare i due medici novesi che hanno avuto in cura il ragazzo, Davide Saccone e Antonio Parodi («il primo ci ha subito indirizzato all’istituto specializzato di Bologna, il secondo è diventato un amico di famiglia»), il sindaco e l’associazione Iris.

Il padre era «l’eroe» di Simone, come il giovane stesso amava ricordare: «Dieci anni fa – raccontava nel 2017 – è stato malato di leucemia ma ne è venuto fuori. Me lo ripete sempre: “Devi essere positivo, non farti prendere dallo sconforto, essere forte”. Seguirò il suo esempio». E Simone lo è stato davvero forte, fino alla fine, anche se la malattia è stata invincibile. «Con Isco porteremo avanti il sogno di Simone», promette ora papà Davide.

Il servizio completo sul Novese in edicola a partire da giovedì 14 febbraio.
13/02/2019

Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus

Facebook


Centri sportivi: dalla Giunta la proposta per la ricerca di un partner privato
Centri sportivi: dalla Giunta la proposta per la ricerca di un partner privato
Alessandria-Arezzo 2-3. Le foto di Gianluca Ivaldi
Alessandria-Arezzo 2-3. Le foto di Gianluca Ivaldi
Inaugurato il nuovo laboratorio di chimica organica all'Istituto 'A.Volta'
Inaugurato il nuovo laboratorio di chimica organica all'Istituto 'A.Volta'
Viaggio nel mondo della sicurezza con l'Ispettorato del Lavoro di Alessandria
Viaggio nel mondo della sicurezza con l'Ispettorato del Lavoro di Alessandria
Da Osaka ad Alessandria
Da Osaka ad Alessandria
Bimbi in maschera e dolci sorprese per il Carnevale
Bimbi in maschera e dolci sorprese per il Carnevale
Carnevale al Cristo: le premiazioni
Carnevale al Cristo: le premiazioni
Carnevale al Cristo: la sfilata in corso Acqui
Carnevale al Cristo: la sfilata in corso Acqui
Droghe e alcol: impennata di consumo fra i più giovani
Droghe e alcol: impennata di consumo fra i più giovani
Case vuote, persone senza casa
Case vuote, persone senza casa