Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Alessandria

La geometria del caos. Claudio Bartocci spiega come funzionano i "sistemi complessi"

Mercoledì 1° marzo a Cultura e Sviluppo, in occasione della presentazione dell'Arnold-Regge Center, il matematico Claudio Bartocci spiegherà in modo accessibile e divulgativo una delle intuizioni più profonde dello scienziato Henri Poincaré, alla base dei sistemi caotici come i fenomeni atmosferici, i modelli biologici e finanziari
ALESSANDRIA - In occasione della conferenza di inaugurazione dell’Arnold-Regge Center che porterà ad Alessandria molti fisici e matematici, l’Associazione Cultura e Sviluppo ospita mercoledì 1° marzo una serata scientifica con Claudio Bartocci, Professore Associato di Fisica Matematica all’Università di Genova che si occupa anche di storia della matematica e di divulgazione scientifica. Introduce e modera il professor Pietro Antonio Grassi dell’Università del Piemonte Orientale.

Lo scienziato Henri Poincaré fu il primo, nella seconda metà dell’Ottocento, ad affrontare da un punto di vista geometrico il cosiddetto problema dei tre corpi, uno degli esempi fondamentali di sistema caotico (come ad esempio i fenomeni atmosferici, i modelli biologici e finanziari) la cui descrizione matematica è estremamente complessa. Il professor Bartocci spiegherà come una delle sue intuizioni più profonde fu di usare le orbite periodiche come “breccia per penetrare in una roccaforte inespugnabile”. Le idee e i metodi di Poincaré, che utilizzano i profondi legami tra geometria e fisica, hanno costituito il fondamento della teoria considerata il prototipo delle moderne descrizioni dei cosiddetti sistemi complessi. L'appuntamento per discutere di queste complesse tematiche, ma con un linguaggio accessibile e divulgativo, è per mercoledì alle 19 (con pausa buffet e termine alle 22) nella sede dell'associazione in piazza De André 76.

Arnold Regge Center è un laboratorio all’avanguardia per gli studi scientifici avanzati alla frontiera fra Fisica e Matematica e un centro di attrazione per i giovani talenti. Forte della tradizione il Piemonte ha in ambito matematico e fisico, è una joint venture tra l’Università di Torino e l’Università del Piemonte Orientale. Il Centro vuole essere per la scienza quello che nel Rinascimento era la bottega dei grandi artisti, un luogo dove la conoscenza si tramanda attraverso l’esperienza. L’Arnold-Regge Center è stato creato per fornire un nuovo ambiente di ricerca dove grandi scienziati e giovani borsisti possano lavorare insieme su fisica e matematica, la base per tutte le scienze, dalla chimica e biochimica all’ingegneria civile, elettronica, informatica, dall’astronomia fino alla geologia.
28/02/2017

Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus

Facebook


Primo cogresso provinciale Uil Tucs dopo 4 anni
Primo cogresso provinciale Uil Tucs dopo 4 anni
Carnevale 2018: le foto della festa
Carnevale 2018: le foto della festa
Alessandria-Renate, le foto di Gianluca Ivaldi
Alessandria-Renate, le foto di Gianluca Ivaldi
Vittorio Sgarbi ad Alessandria
Vittorio Sgarbi ad Alessandria
Housing Sociale San Michele: ecco a che punto è il cantiere
Housing Sociale San Michele: ecco a che punto è il cantiere
Anteprima della mostra Il Giorno del Ricordo - la tragedia delle Foibe
Anteprima della mostra Il Giorno del Ricordo - la tragedia delle Foibe
Un nodo blu contro il bullismo - le scuole unite nella manifestazione
Un nodo blu contro il bullismo - le scuole unite nella manifestazione
Alessandria-Robur Siena 1-1. Le foto di Gianluca Ivaldi
Alessandria-Robur Siena 1-1. Le foto di Gianluca Ivaldi
Alessandria-Robur Siena 1-1. Il dopo partita
Alessandria-Robur Siena 1-1. Il dopo partita
Livorno-Alessandria 0-1. Il dopo gara
Livorno-Alessandria 0-1. Il dopo gara