Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Società

Vignale Monferrato nel progetto Unesco

I paesaggi vitivinicoli di Langhe-Roero e Monferrato candidati come beni dell’umanità
A Vignale si è parlato del Monferrato patrimonio dell’umanità. Alla fine di settembre o a ottobre arriveranno gli ispettori dell’Unesco e il territorio dovrà essere pronto. È il messaggio che è venuto dal convegno organizzato a Vignale dai comuni della core zone 9, l’area di produzione del Grignolino, candidata con quelle di produzione di altri otto vini d’eccellenza del Monferrato, Langhe e Roero ad essere inserita nella Lista dell’Unesco dei patrimoni dell’umanità.
È il secondo tentativo che coinvolge il Piemonte in pochi anni e la provincia di Alessandria, dopo quello riuscito che ha visto inserire i Sacri monti piemontesi, tra cui Crea. I comuni del Monferrato Casalese interessati sono, oltre a Crea, anche Camagna, Cella Monte, Frassinello, Olivola, Ottiglio, Ozzano, Rosignano e Sala. Per gestire al meglio la fase che segue alla presentazione della candidatura (avvenuta nel gennaio di quest’anno a cura del governo) è stata creata l’Associazione per il patrimonio dei paesaggi vitivinicoli tipici del Piemonte di Langhe-Roero e Monferrato fondata dalla Regione Piemonte e dalle Province di Alessandria, Asti e Cuneo. E proprio il presidente dell’associazione, Roberto Cerrato, ha sottolineato l’importanza del lavoro che sino a qui è stato effettuato e del fatto che le fondazioni bancarie piemontesi hanno deciso di sostenere, anche economicamente, il progetto proprio nel momento più delicato.
Nel corso dell’incontro, al quale hanno partecipato il vice presidente della Regione Piemonte Ugo Cavallera, l’assessore provinciale Gianfraco Comaschi e il sindaco di Casale Giorgio Demezzi, è stata sottolineata l’importanza della comunicazione alla popolazione di quanto accadrà nei prossimi mesi ed il sostegno che le amministrazioni comunali dovranno continuare a dare, come hanno fatto sinora.
18/07/2011

Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 

Facebook


Sentiero 413: sul Monte Pracaban partendo dalle Capanne di Marcarolo
Sentiero 413: sul Monte Pracaban partendo dalle Capanne di Marcarolo
Sentiero 403: sul Monte Tobbio partendo da Voltaggio
Sentiero 403: sul Monte Tobbio partendo da Voltaggio
Sentiero 273: da Grondona a Persi attraversando la valle Spinti
Sentiero 273: da Grondona a Persi attraversando la valle Spinti
Sentiero 260: da Pertuso a Roccaforte attraversando la val Borbera
Sentiero 260: da Pertuso a Roccaforte attraversando la val Borbera
Salernitana-Alessandria, il dopo partita
Salernitana-Alessandria, il dopo partita
Sentiero 245: sul Monte Antola partendo dalla val Borbera
Sentiero 245: sul Monte Antola partendo dalla val Borbera
Sicurezza, immigrazione e disabilità: intervista all'assessore Alessandro Rolando
Sicurezza, immigrazione e disabilità: intervista all'assessore Alessandro Rolando
Piazze affollate per gli eventi dell'estate alessandrina
Piazze affollate per gli eventi dell'estate alessandrina
Monica Massone, il teatro e lo spettacolo Solo una vita
Monica Massone, il teatro e lo spettacolo Solo una vita
Riccardo Bellini e Benedetta Pallavidino, vincitori del premio Ferrero 2015, parlano della nuova edizione
Riccardo Bellini e Benedetta Pallavidino, vincitori del premio Ferrero 2015, parlano della nuova edizione