Piemonte

Vaccino antinfluenzale, la Regione ordina altre 80 mila dosi

L’Assessorato regionale alla Sanità ha provveduto ad integrare il quantitativo previsto in origine, proprio per fare fronte alle richieste dei cittadini che intendono vaccinarsi
PIEMONTE - Sono oltre 360 mila i piemontesi che ad oggi si sono vaccinati, in base alle registrazioni dei medici di medicina generale sulla piattaforma online, ma il numero è destinato ad aumentare in modo consistente nei prossimi giorni non appena tutte le registrazioni saranno inserite sul portale.

Quest’anno, la campagna antinfluenzale, iniziata il 13 novembre scorso, è caratterizzata da un ingente aumento della domanda. Finora sono state consegnate 597 mila dosi di vaccini, oggi, giovedì, ne saranno consegnate altre 80 mila, per un totale di 677 mila dosi disponibili in tutte le farmacie, negli studi dei medici di medicina generale e dei pediatri di libera scelta.

L’Assessorato regionale alla Sanità ha provveduto ad integrare il quantitativo previsto in origine, proprio per fare fronte alle richieste dei cittadini che intendono vaccinarsi (in particolare, coloro che per età o condizioni di salute sono più a rischio di incorrere nelle complicanze dell’influenza stagionale).

Per quanto concerne i ritardi segnalati in alcune zone, l’assessorato alla Sanità precisa che sono attribuibili alla forte domanda del vaccino quadrivalente non solo in Piemonte ma anche nelle altre regioni. L’azienda produttrice del vaccino Vaxigrip Tetra, la Sanofi Pasteur, si è già pubblicamente scusata per i ritardi, precisando che la complessità e la durata del processo produttivo dei vaccini antinfluenzali, anche in termini di sicurezza e controllo di qualità, non sempre consente di reagire in maniera repentina a importanti incrementi produttivi. “È per questo motivo - spiega l’azienda in una nota - che possono verificarsi ritardi non previsti nelle consegne”.
29/11/2018
Redazione - redazione@alessandrianews.it