Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Trasporti

“Turni massacranti in Arfea”, Cisal e Cisl chiedono incontro al Prefetto

I sindacati Faisa-Cisal e Cisl chiedono un incontro con Arfea, avviando la procedura di raffreddamento davanti al prefetto per discutere di turni e stipendi
ALESSANDRIA - “Turni oltre le 12 ore, non concordati in violazione del contratto nazionale di lavoro, ritardo cronico nel versamento degli stipendi, vestiario non fornito come previsto dalla normativa vigente”. Ce ne è abbastanza, secondo i sindacati Fit-Cisl e Faisa-Cisal per avviare la procedura di raffreddamento davanti al Prefetto, passo preliminare alla proclamazione dello sciopero, per i dipendenti Arfea.

Secondo i due sindacati, infatti, ci sono alcuni punti da chiarire e su cui confrontarsi con l'azienda. In particolare, “turni oltre le 12 ore di nastro lavorativo, non concordati in violazione art 4 Ccnl 23 luglio 1976; ritardo cronico versamenti stipendi dal 2010 -2013; corretta stesura turni di servizio; commissione turni; commissione Evitati Sinistri; vestiario non fornito come previsto da normativa vigente; condizioni logistiche e di lavoro nei depositi e situazione dei locali di riposo per la sosta di Acqui Alessandria Tortona; situazione abbonamenti e mansioni aggiuntive richieste e non concordate con sindacati e personale viaggiante; relazioni sindacali”.

La richiesta di un incontro alla presenza dell'azienda, della commissione di garanzia sullo sciopero, dell'osservatorio sui conflitti sindacali e del Prefetto, arriva dopo una serie di incontri. “Anche negli ultimi incontri, sia con la Provincia di Alessandria che in Prefettura, Fit – Cisl – scrivono - ha sempre dimostrato in tutta trasparenza e correttezza la propria posizione contro i tagli al TPL a difesa degli attuali livelli occupazionali, non volendo assolutamente considerare posizioni difensive di contratti di solidarietà o aperture sulla cassa integrazione in deroga. In merito al contratto integrativo che Arfea ha disdettato, sosteniamo la validità fino ad un eventuale accordo, senza il quale siamo disposti a sfidare l’azienda nell’applicazione del contratto nazionale ( cosi verifichiamo pure il vero fabbisogno!)”.

31/01/2014

Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus

Facebook


Droghe e alcol: impennata di consumo fra i più giovani
Droghe e alcol: impennata di consumo fra i più giovani
Case vuote, persone senza casa
Case vuote, persone senza casa
Mostra veri corpi al Centro Congressi Alessandria
Mostra veri corpi al Centro Congressi Alessandria
Gioco d'azzardo: i conti non tornato
Gioco d'azzardo: i conti non tornato
Uici, cinque posti letto per studenti fuori sede
Uici, cinque posti letto per studenti fuori sede
Il Decreto Sicurezza spacca gli Enti Locali
Il Decreto Sicurezza spacca gli Enti Locali
Grave episodio a Tortona
Grave episodio a Tortona
Sindacati in piazza contro il Governo: tagli inaccettabili alle pensioni
Sindacati in piazza contro il Governo: tagli inaccettabili alle pensioni
Ex Simple Minds trascinatori della festa di Capodanno
Ex Simple Minds trascinatori della festa di Capodanno
Inaugurato il Bosco Rotariano
Inaugurato il Bosco Rotariano