Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Provincia

Terzo valico, si riparte

Ricomincino i rilevamenti del Cociv, che in questi giorni stanno coinvolgendo alcuni comuni della Vallemme e centri Liguri. Ieri carabinieri in antisommossa a Borgo Fornari, oggi potrebbe toccare a Carrosio. E' il preludio di nuove cartoline verdi, presidi e tentativi di esproprio?
Si riparte da qui, dagli agenti dei Carabinieri in antisommossa, così come sono stati inviati, nella mattinata di ieri giovedì 30 agosto, a Borgo Fornari, frazione di Ronco Scrivia comune della provincia di Genova anch'esso interessato dalla grande opera del Terzo Valico. 

Si riparte dalle persone dei Comitati No Tav di Novi Ligure, Arquata Scrivia e della Vallemme, che anche questa volta si sono uniti agli abitanti dei paesi liguri, allestendo nuovi presidi. 

Si riparte dalle dichiarazioni del sindaco di Ronco, Simone Franceschi, che ai cittadini e ai No Tav presenti ha detto di essere indignato per la scena ben poco edificante e ha spiegato che avrebbe dovuto svolgersi un sondaggio per l’installazione di una sonda per il monitoraggio della falda acquifera come garanzia richiesta dall’amministrazione comunale nel caso dovesse essere riaperto il cantiere del foro pilota a Fraconalto.

Si riparte dalla latitanza del Cociv, che anche questa volta non pare essersi presentato per i rilevamenti tecnici, e dalla totale assenza di comunicazione (ormai pratica diffusa): "Il Sindaco di Ronco Scrivia - scrivono i Comitati No Tav - si è buffamente trincerato dietro la scusa della festa patronale del paese e non ha informato i cittadini di ciò che stava accadendo all'interno del comune. Una colpa grave a cui si è tentato di mettere una pezza fuori tempo massimo."

Dopo i rilevamenti effettuati la scorsa settimana a Voltaggio e quelli che pare siano in programma per oggi, venerdì 31 agosto, a Carrosio, si attende lunedì, quando dovrebbe essere installata anche la sonda a Borgo Fornari. "Dopo il chiarimento avvenuto con il Sindaco di Ronco - dicono coloro che si sono mobilitati - il comitato di Borgo Fornari e di conseguenza gli altri attivisti presenti hanno scelto che non si opporranno all’installazione della sonda che dovrebbe avvenire lunedì, considerato che i dati saranno resi pubblici e prontamente messi a disposizone di cittadini e comitato di Borgo Fornari."

Tutto fa pensare che a breve arriveranno nuove "cartoline verdi" e si ripartirà con i tentativi di esproprio e con i presidi dei manifestanti. Non resta che aspettare... 


31/08/2012

Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus

Facebook


Droghe e alcol: impennata di consumo fra i più giovani
Droghe e alcol: impennata di consumo fra i più giovani
Case vuote, persone senza casa
Case vuote, persone senza casa
Mostra veri corpi al Centro Congressi Alessandria
Mostra veri corpi al Centro Congressi Alessandria
Gioco d'azzardo: i conti non tornato
Gioco d'azzardo: i conti non tornato
Uici, cinque posti letto per studenti fuori sede
Uici, cinque posti letto per studenti fuori sede
Il Decreto Sicurezza spacca gli Enti Locali
Il Decreto Sicurezza spacca gli Enti Locali
Grave episodio a Tortona
Grave episodio a Tortona
Sindacati in piazza contro il Governo: tagli inaccettabili alle pensioni
Sindacati in piazza contro il Governo: tagli inaccettabili alle pensioni
Ex Simple Minds trascinatori della festa di Capodanno
Ex Simple Minds trascinatori della festa di Capodanno
Inaugurato il Bosco Rotariano
Inaugurato il Bosco Rotariano