Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Lavoro

Soccorso in crisi: "da questa sera riduzione operatività al Comando Vigili del Fuoco"

"Da questa sera inizierà la riduzione dell’operatività del comando di Alessandria. Di fatto la sede centrale perde 5 unità operative rimanendo con una sola partenza più due unità di appoggio, mentre la sede di Ovada verrà ridotta a presidio non operativo. Questa situazione è figlia di una politica tesa al taglio del soccorso" sono le parole del sindacato Usb dei Vigili del Fuoco della provincia alessandrina
 LAVORO - "Da questa sera, 16 maggio, inizierà la riduzione dell’operatività del comando dei Vigili del Fuoco di Alessandria. Di fatto la sede centrale perde 5 unità operative rimanendo con una sola partenza più due unità di appoggio, mentre la sede di Ovada verrà ridotta a presidio non operativo fino all’arrivo del supporto dalla sede centrale".

Questa la comunicazione del Sindacato Unitario di Base (USB) dei Vigili del Fuoco, dopo la mobilitazione - con presidio sotto il palazzo della Prefettura e lo sciopero - dello scorso 9 maggio.

"Questa soluzione critica a cui è costretta l’amministrazione locale per carenza di risorse, potrebbe portare ad un ritardo nei soccorsi, anticipatamente chiediamo scusa ai cittadini. Segnaliamo che potrebbe portare anche ad un incremento di infortuni sul lavoro" prosegue il sindacato. Che dà la colpa alla "politica tesa al taglio del soccorso perpetrato dalla politica dell’austerity e che negli ultimi anni ha portato a leggi scellerate di riduzione di personale".

"USB VVF, a fronte di questa deriva, ha presentato al precedente governo, che l’ha fatta propria, una risoluzione per un celere incremento di organico già diventata legge impropriamente denominata risoluzione Fiano/stabilizzazione precari, ma attualmente non ancora recepita dal nostro dipartimento.Inoltre abbiamo presentato e riproporremo al nuovo governo un disegno di legge impostato a una nuova e moderna protezione civile con i vigili del fuoco quali vera colonna portante alle dirette dipendenze della Presidenza del Consiglio dei Ministri, fuori dal Ministero dell’Interno".

Intanto nell'attesa che qualcosa si muova, l'USB dei Vigili del Fuoco ricorda che "è sempre in attesa che le istituzioni locali e rappresentanti politici rispondano all’appello che abbiamo lanciato in concomitanza dello sciopero e presidio del giorno 9 maggio e che il Presidente della Provincia si è impegnato a convocare in un incontro".
16/05/2018

Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus

Facebook


L'ex mercato coperto di via San Lorenzo tenta la rinascita
L'ex mercato coperto di via San Lorenzo tenta la rinascita
Il crollo del viadotto Morandi a Genova
Il crollo del viadotto Morandi a Genova
Ponte Morandi: le drammatiche immagini dopo il crollo
Ponte Morandi: le drammatiche immagini dopo il crollo
Incendio alle Capanne di Marcarolo: le operazioni dei Vigili del Fuoco
Incendio alle Capanne di Marcarolo: le operazioni dei Vigili del Fuoco
Tim Cup: Alessandria-Giana Erminio 0-1 Le foto di Gianluca Ivaldi
Tim Cup: Alessandria-Giana Erminio 0-1 Le foto di Gianluca Ivaldi
Centauri 2018: primo gruppo
Centauri 2018: primo gruppo
Inaugurazione nuovo show-room Citro?n Grandi Auto
Inaugurazione nuovo show-room Citro?n Grandi Auto
Mense: presidio sotto palazzo Rosso di lavoratori e sindacati
Mense: presidio sotto palazzo Rosso di lavoratori e sindacati
Inaugurato il progetto Lara: gli amici a 4 zampe entrano in Ospedale
Inaugurato il progetto Lara: gli amici a 4 zampe entrano in Ospedale
Uno sguardo al futuro: undici artisti indagano sul nostro domani
Uno sguardo al futuro: undici artisti indagano sul nostro domani