Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Alessandria

Sciopero dei chimici, delegazione in Confindustria

Ad Alessandria, lo sciopero nazionale è stato accompagnato da un presidio, sotto la sede di Confindustria dove una delegazione di Cgil, Cisl e Uil è stata ricevuta dal direttore. Intanto a Quargnento confermata la chiusura della filiale di Liquigas a marzo 2014
ALESSANDRIA – Otto ore di sciopero per i lavoratori del settore chimico per il rinnovo del contratto nazionale di lavoro. Ad Alessandria, lo sciopero è stato accompagnato da un presidio, sotto la sede di Confindustria. Una delegazione di Cgil, Cisl e Uil è stata ricevuta dal direttore di Confiundustria, Riva. “Abbiamo esposto le ragioni della nostra protesta, legata al mancato rinnovo del contratto nazionale, scaduto lo scorso 31 dicembre. Inoltre – spiega Franco Armosino – Assogomma e Federplastica hanno proposto della piattaforme penalizzanti per i lavoratori che appaiono un attacco frontale al mondo del lavoro”.
In provincia il settore della chimica sembra viaggiare ad una doppia velocità: da un lato aziende multinazionali come Solvay e Guala Closures che stanno reggendo i colpi della crisi, altre, come Michelin, dove invece si registrano forti difficoltà. “Ma anche per chi sembra non avere problemi il calo dei consumi inizia a produrre un calo di domanda”, ammettono i sindacati.
La crisi non ha risparmiato, poi, la Liquigas a Quargnento. L'azienda aveva annunciato l'intenzione di voler chiudere la filiale alessandrina. “Purtroppo la filiale chiuderà a marzo, poiché si tratta di scelte fatte sul territorio nazionale in cui abbiamo potuto avere ben poca voce in capitolo”, prosegue Armosino.
“Siamo riusciti ad ottenere un buon accordo sugli ammortizzatori sociali e sulle fuoriusce e ricollocazioni di personale, che è in prevalenza giovane. Alcuni saranno spostati a Cremona, altri potranno usufruire della cassa integrazione straordinaria per due anni e altri due anni di mobilità, oltre alla possibilità di seguire percorsi di riqualificazione. Certo, avremmo preferito che non si chiudesse a Quargnento, ma vista la situazione abbiamo cercato di fare il possibile”.
28/09/2013

Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus

Facebook


Droghe e alcol: impennata di consumo fra i più giovani
Droghe e alcol: impennata di consumo fra i più giovani
Case vuote, persone senza casa
Case vuote, persone senza casa
Mostra veri corpi al Centro Congressi Alessandria
Mostra veri corpi al Centro Congressi Alessandria
Gioco d'azzardo: i conti non tornato
Gioco d'azzardo: i conti non tornato
Uici, cinque posti letto per studenti fuori sede
Uici, cinque posti letto per studenti fuori sede
Il Decreto Sicurezza spacca gli Enti Locali
Il Decreto Sicurezza spacca gli Enti Locali
Grave episodio a Tortona
Grave episodio a Tortona
Sindacati in piazza contro il Governo: tagli inaccettabili alle pensioni
Sindacati in piazza contro il Governo: tagli inaccettabili alle pensioni
Ex Simple Minds trascinatori della festa di Capodanno
Ex Simple Minds trascinatori della festa di Capodanno
Inaugurato il Bosco Rotariano
Inaugurato il Bosco Rotariano