Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Provincia

Maltempo nell'alessandrino, danni per 500 mila euro

Una cifra importante di cui ha dato notizia l’assessore regionale all’Ambiente Alberto Valmaggia, illustrando l’informativa in merito agli allagamenti e conseguenti danni all’agricoltura. Presto al via la procedura per i rimborsi ai privati per i danni degli eventi alluvionali dell’autunno 2016
PROVINCIA - Più di 500 mila euro: a tanto ammontano i danni provocati alle aziende agricole a seguito dei violenti nubifragi che a partire dal mese di maggio, hanno interessato la provincia. Una cifra importante di cui ha dato notizia in Consilgio Regionale per conto della Giunta, l’assessore regionale all’Ambiente Alberto Valmaggia, illustrando l’informativa in merito agli allagamenti e conseguenti danni all’agricoltura.

Nel caso gli ultimi accertamenti di luglio non determinassero ulteriori delimitazioni di danni, la Giunta regionale chiederà al Ministero delle politiche agricole e forestali il riconoscimento dell’esistenza del carattere di eccezionalità degli eventi con apposita deliberazione di giunta entro il 10 settembre 2018.

intanto la Conferenza Stato-Regioni ha inviato alle Regioni lo schema di deliberazione del Consiglio dei Ministri che  definisce i criteri per l’ottenimento dei rimborsi a privati per gli edifici e le attività produttive danneggiate dagli eventi alluvionali dal 2015 al 2017. Per la Regione Piemonte l’evento alluvionale più significativo è stato quello dell’autunno 2016. Sono previsti rimborsi per la ricollocazione di case distrutte e la riparazione di quelle danneggiate. Sono ammessi solo parzialmente i danni ai beni mobili di abitazioni  colpite, mentre sono stati esclusi i danni alle auto.

Per le attività produttive, oltre alla struttura, potranno essere  rimborsati i danni agli impianti, alle attrezzature e alle scorte, purché l’azienda sia ancora in attività. Il massimale previsto per  le abitazioni private è di poco superiore ai 150 mila euro Per i danni alle attività agricole sono previste invece procedure specifiche. Potranno essere ammessi solo i risarcimenti censiti nelle schede B e C compilate nel dopo-evento. Per le abitazioni private l’istruttoria sarà esperita dai Comuni, per le attività produttive dalla Regione.

Con la pubblicazione partiranno i termini per la presentazione delle domande che dovranno riportare tutta la documentazione richiesta. La Regione Piemonte ha chiesto alla Conferenza Stato-Regioni che i termini non coincidano con il mese di agosto al fine di agevolare le domande. Gli uffici regionali competenti provvederanno a diffondere sollecitamente le indicazioni operative ai Comuni.
26/07/2018

Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus

Facebook


Droghe e alcol: impennata di consumo fra i più giovani
Droghe e alcol: impennata di consumo fra i più giovani
Case vuote, persone senza casa
Case vuote, persone senza casa
Mostra veri corpi al Centro Congressi Alessandria
Mostra veri corpi al Centro Congressi Alessandria
Gioco d'azzardo: i conti non tornato
Gioco d'azzardo: i conti non tornato
Uici, cinque posti letto per studenti fuori sede
Uici, cinque posti letto per studenti fuori sede
Il Decreto Sicurezza spacca gli Enti Locali
Il Decreto Sicurezza spacca gli Enti Locali
Grave episodio a Tortona
Grave episodio a Tortona
Sindacati in piazza contro il Governo: tagli inaccettabili alle pensioni
Sindacati in piazza contro il Governo: tagli inaccettabili alle pensioni
Ex Simple Minds trascinatori della festa di Capodanno
Ex Simple Minds trascinatori della festa di Capodanno
Inaugurato il Bosco Rotariano
Inaugurato il Bosco Rotariano