Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Società

L’agricoltura sociale protagonista di “Ricette all’Italiana” su Rete 4

Da lunedì a venerdì sarà la provincia di Alessandria ad essere in primo piano nella consueta fascia oraria quotidiana dalle 10.50 alle 11.30
PROVINCIA -  La troupe della nota trasmissione di Rete 4, dedicata all’enogastronomia e alla promozione territoriale, condotta da Davide Mengacci, con la partecipazione di Michela Coppa, in veste di inviata itinerante, ha fatto tappa nell’azienda di Graziella Boveri, responsabile regionale e provinciale Donne Impresa. Parte della puntata è stata registrata venerdì pomeriggio e verrà messa in onda in settimana. Grazie alla Fondazione Cassa di Risparmio di Alessandria l’agricoltura sociale avrà uno spazio importante in un contesto molto seguito e apprezzato dai consumatori.

"La provincia di Alessandria ha enormi possibilità di crescita sotto il profilo dell’agricoltura sociale, il nostro impegno sarà proprio quello di far conoscere questo potenziale. – affermano il presidente e il direttore della Coldiretti alessandrina Roberto Paravidino e Simone Moroni - La realtà agricola ha caratteristiche che possono diventare una risorsa per intelligenti politiche di inclusione socio lavorativa. Si tratta di una nuova frontiera che va ad integrare e rivoluzionare per certi aspetti la funzione originaria dell’agricoltura che è quella economica e produttiva”.

L’idea di fattoria sociale si aggancia a tutto questo: da un lato l’antica funzione sociale dell’agricoltura, dall’altra le caratteristiche tipiche dell’attività agricola e del contesto in cui essa avviene che presentano punti di forza importanti per progetti di recupero e inserimento lavorativo di persone in difficoltà. “A livello alessandrino si stanno muovendo solo ora i primi passi in questa direzione ma l’interesse da parte delle imprese, della Fondazione Cassa di Risparmio di Alessandria e delle istituzioni è già una realtà importante a tutti gli effetti. – ha aggiunto Graziella Boveri - Una sensibilità che emerge in esperienze come la fattorie didattiche gli agriasili e le agritate, ma il mondo agricolo ha caratteristiche che possono diventare, se ben organizzate, anche una risorsa per politiche intelligenti di inclusione socio lavorativa”.

La sfida è organizzare questa funzione in modo tale che se ne ricavi un’opportunità lavorativa per persone “svantaggiate” e nello stesso tempo un reddito aggiuntivo per l’impresa.
28/10/2013

Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus

Facebook


Droghe e alcol: impennata di consumo fra i più giovani
Droghe e alcol: impennata di consumo fra i più giovani
Case vuote, persone senza casa
Case vuote, persone senza casa
Mostra veri corpi al Centro Congressi Alessandria
Mostra veri corpi al Centro Congressi Alessandria
Gioco d'azzardo: i conti non tornato
Gioco d'azzardo: i conti non tornato
Uici, cinque posti letto per studenti fuori sede
Uici, cinque posti letto per studenti fuori sede
Il Decreto Sicurezza spacca gli Enti Locali
Il Decreto Sicurezza spacca gli Enti Locali
Grave episodio a Tortona
Grave episodio a Tortona
Sindacati in piazza contro il Governo: tagli inaccettabili alle pensioni
Sindacati in piazza contro il Governo: tagli inaccettabili alle pensioni
Ex Simple Minds trascinatori della festa di Capodanno
Ex Simple Minds trascinatori della festa di Capodanno
Inaugurato il Bosco Rotariano
Inaugurato il Bosco Rotariano