Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Calcio

Il Castellazzo pareggia con uno spettacolare 3-3 a Cavour.

Pareggio sofferto sotto una fitta pioggia e con la squadra il 10 dal 30' del primo tempo.
CASTELLAZZO BORMIDA - Un Castellazzo con un cuore grande così riesce a pareggiare rocambolescamente una partita che si era messa molto male. Anche a Cavour, come in molti altri campi piemontesi, si sfiorano i limiti della impraticabilità. Da subito la partita per i biancoverdi è in salita. Cavour in gol nei primissimi minuti. Dopo il quasi immediato 1-0 dei padroni di casa arrivato dopo una confusa mischia in area, al 12' viene assegnato un rigore al Cavour, che non si lascia scappare l'occasione di portarsi sul 2-0. Al 30' l'arbitro decide per un altro rigore molto discusso e discutibile: il numero uno del Castellazzo Basso raccoglie palla dopo una facile conclusione avversaria e, nel momento del rinvio, un attaccante del Cavour entra in contatto con l'estremo difensore. Invece di assegnare il fallo per carica sul portiere il direttore di gara fischia il rigore al Cavour, con conseguente espulsione di Basso. Il Cavour segna il rigore ed è 3-0. Castellazzo tramortito, ma prima della fine del tempo c'è spazio per un altro penalty, stavolta per i biancoverdi di Della Donna, per atterramento in area di Cartasegna. Rosset dal dischetto non sbaglia.
Secondo tempo nel segno del Castellazzo. Il campo si fa più praticabile e la qualità dell'undici biancoverde viene fuori. Al 55' gran tiro da 35 metri di Piana che trafigge il portiere del Cavour e arriva il 3-2. Al 77' Cartasegna prende esempio da Piana e anche lui ci prova con una botta da fuori area che non lascia scampo all'estremo difensore avversario e che regala un insperato pareggio alla sua squadra. Il Cavour prova a reagire andando due volte vicino al gol del vantaggio ma il numero 12 Bobbio, subentrato a Basso, risponde alla grande e dice no. All'88' Piana è pericoloso sfiorano il miracoloso gol del 3-4, ma stavolta è il portiere del Cavour a negare la gioia finale ai biancoverdi. Un pareggio che, per come è maturato e con la squadra in per quasi tutta la gara in 10, è da considerare come una vittoria per il Castellazzo, che ancora una volta dimostra di avere in campo tanta qualità quanto cuore.
29/09/2013

Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus

Facebook


Droghe e alcol: impennata di consumo fra i più giovani
Droghe e alcol: impennata di consumo fra i più giovani
Case vuote, persone senza casa
Case vuote, persone senza casa
Mostra veri corpi al Centro Congressi Alessandria
Mostra veri corpi al Centro Congressi Alessandria
Gioco d'azzardo: i conti non tornato
Gioco d'azzardo: i conti non tornato
Uici, cinque posti letto per studenti fuori sede
Uici, cinque posti letto per studenti fuori sede
Il Decreto Sicurezza spacca gli Enti Locali
Il Decreto Sicurezza spacca gli Enti Locali
Grave episodio a Tortona
Grave episodio a Tortona
Sindacati in piazza contro il Governo: tagli inaccettabili alle pensioni
Sindacati in piazza contro il Governo: tagli inaccettabili alle pensioni
Ex Simple Minds trascinatori della festa di Capodanno
Ex Simple Minds trascinatori della festa di Capodanno
Inaugurato il Bosco Rotariano
Inaugurato il Bosco Rotariano