Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Provincia

Gara trasporti, la Provincia dà una mano ad Amag/Atm

La Provincia ha avviato la procedura per mettere a gara il trasporto pubblico locale. Alcune tratte ora gestite da Atm/Amag Mobilità, diventeranno di competenza provinciale, alleggerendo i costi dell'azienda alessandrina e razionalizzando il trasporto
PROVINCIA – Va a gara il trasporto pubblico locale. La Provincia ha infatti pubblicato il bando di pre-selezione delle aziende che, allo scadere del contratto di servizio in essere con Scat, consorzio nato tra le società di settore, prenderanno in carico il trasporto extra urbano.
La materia è complessa sotto tutti i punti di vista: sul fronte più generale è infatti nata l'Agenzia Regionale per la Mobilità che gestirà gare e servizi sulla base di”quadranti” ed Alessandria dovrà discuterne con Asti.

L'Agenzia non è ancora del tutto operativa, ma in provincia c'è la scadenza imminente del 30 settembre, quando il contratto di servizio con Scat non avrà più valore. “Abbiamo ottenuto una deroga e, ancora per questa volta,la Provincia di Alessandria bandirà una gara provinciale”, ha spiegato l'ingegner Dezza alla commissione provinciale che si è riunita la scorsa settimana. Nel frattempo, le aziende di Scat hanno manifestato difficoltà su più fronti, prima fra tutte Atm, in liquidazione, “affittata” da Amag Mobilità. Si dovrà fare i conti anche con il continuo taglio ai  fondi destinati al trasporto da parte della Regione e le sempre minori competenze affidate alle Province.

Il bando di gara dovrebbe essere l'occasione anche per razionalizzare tutto il trasporto, cancellando alcune tratte doppie, servite cioè da Scat e dalle singole aziende. In quest'ottica una serie di corse Atm/Amag passeranno sotto l'egida della Provincia. In particolare quelle verso San Giuliano e Rivalta.
Insomma, un “peso” in meno per Atm/Amag che potrà concentrarsi sul trasporto strettamente cittadino.
In questa fase è in corso la pre-selezione delle aziende candidate. Il prossimo giovedì 30 giugno i dirigenti provinciali incontreranno le società per spiegare quali sono i requisiti richiesti (ad esempio un parco mezzi che abbia una vita non inferiore ai quattro anni).

I tempi per la gara vera e propria, bandita con i criteri imposti dall'Agenzia, sono però più lunghi e si andrà a regime non prima dell'autunno, ad anno scolastico già avviato.
Entro un paio d'anni, poi, Alessandria dovrà iniziare a collaborare con Asti, individuando tratte e risorse per una gestione comune.
Per gli utenti, in definitiva, cosa cambia? Poco o nulla, per ora. Le corse, con qualche taglio o qualche auspicabile razionalizzazione, comunque ci saranno. “E' previsto un ulteriore taglio dei trasferimenti del 3%”, avvisa Dezza, ma non è ancora detto che si trasformi in aumento del costo del biglietto.
28/06/2016

Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus

Facebook


I Grigi tornano a casa con una serata di gala
I Grigi tornano a casa con una serata di gala
Lucchese-Alessandria, il dopo gara
Lucchese-Alessandria, il dopo gara
Alessandria-Olbia, le foto di Gianluca Ivaldi
Alessandria-Olbia, le foto di Gianluca Ivaldi
Comitato Alluvionati al Palazzo Lascaris
Comitato Alluvionati al Palazzo Lascaris
Il Comitato in partenza per la manifestazione
Il Comitato in partenza per la manifestazione
Il Comitato alluvionati a Palazzo Lascaris
Il Comitato alluvionati a Palazzo Lascaris
Fulmine colpisce un albero davanti all'ospedale
Fulmine colpisce un albero davanti all'ospedale
Bestiario della Cittadella
Bestiario della Cittadella
Giana Erminio-Alessandria 2-2. Il dopo partita
Giana Erminio-Alessandria 2-2. Il dopo partita
Alessandria-Pisa 0-2. Il dopo partita
Alessandria-Pisa 0-2. Il dopo partita