Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Società

Famiglia più protagonista nella scuola

Nasce il progetto ‘Immischiati’ che coinvolgerà le province di Alessandria, Cuneo, Novara e Torino. Obiettivo è integrarsi maggiormente attraverso i consigli di classe, la rappresentanza di classe e i comitati di genitori
SOCIETA' - “Non vogliamo stare a guardare la questione scuola, siamo famiglie che vogliono essere protagoniste”. L’impegno preso a livello nazionale dal Forum delle Associazioni Familiari è stato ben presto declinato in un progetto che coinvolgerà il Piemonte e quattro provincia in particolare: Alessandria, Cuneo, Novara e Torino. L’iniziativa si chiama ‘Immischiati a scuola’ e punta a “rilanciare il ruolo dei genitori nella scuola, in modo da renderli più presenti e partecipativi, migliorando, di conseguenza, l’intero sistema scolastico italiano”. Il progetto si svilupperà, da settembre, nell’arco di tre anni e coinvolgerà un centinaio di famiglie ‘immischiate’, ovvero “completamente integrate all’interno del sistema - scuola, attraverso strumenti come i consigli di classe, la rappresentanza di classe e i comitati di genitori”. Qual è stato lo spunto originale da cui è partito tutto quanto? “Negli ultimi tempi - spiega Fabio Gallo, presidente del Forum delle Associazioni Familiari del Piemonte - la presenza dei genitori al programma scolastico dei propri figli e dei loro compagni si è retto principalmente sul buon senso sporadico dei singoli. Oggi si deve ragionare in modo più coeso e organizzato. Per questo è nato il progetto ‘Immischiati a scuola’ che ci vedrà impegnati in prima linea nella nostra regione”.

Da settembre in avanti, il Forum Piemonte studierà, con i Forum delle singole province, le strategie per sviluppare il Progetto. “Ci confronteremo con i Forum di Torino, Alessandria, Cuneo e Novara. Faremo rete in modo da decidere tutti assieme come muoverci nelle singole zone. Il nostro sogno – aggiunge Gallo - sarebbe avere una famiglia immischiata per scuola piemontese, ma capiamo che al momento è irrealizzabile. Ci accontenteremmo di riuscire a creare un primo importante movimento virtuoso per migliorare le cose”.

I genitori intendono “offrire alle istituzioni scolastiche un sostegno collaborativo e non invasivo, rispettando il proprio ruolo e intervenendo su aspetti fondamentali come, per esempio, l’edilizia scolastica, la situazione delle mense e l’educazione alimentare, la definizione delle materie facoltative e la sicurezza”.

Il Forum nazionale ha alle spalle oltre vent'anni di attività mirata “a sensibilizzare l'opinione pubblica sul tema della famiglia, a sollecitare la partecipazione delle famiglie alle attività associative, a formulare proposte concrete su cui fare convergere le istituzioni”. La prima uscita pubblica è avvenuta il 5 novembre 1993 con un seminario per la presentazione del cartello delle associazioni familiari e delle loro richieste. Da quel seminario è nato il primo dei libri curati dal Forum: ‘Cittadinanza della famiglia in Italia’. 
31/07/2016

Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus

Facebook


Droghe e alcol: impennata di consumo fra i più giovani
Droghe e alcol: impennata di consumo fra i più giovani
Case vuote, persone senza casa
Case vuote, persone senza casa
Mostra veri corpi al Centro Congressi Alessandria
Mostra veri corpi al Centro Congressi Alessandria
Gioco d'azzardo: i conti non tornato
Gioco d'azzardo: i conti non tornato
Uici, cinque posti letto per studenti fuori sede
Uici, cinque posti letto per studenti fuori sede
Il Decreto Sicurezza spacca gli Enti Locali
Il Decreto Sicurezza spacca gli Enti Locali
Grave episodio a Tortona
Grave episodio a Tortona
Sindacati in piazza contro il Governo: tagli inaccettabili alle pensioni
Sindacati in piazza contro il Governo: tagli inaccettabili alle pensioni
Ex Simple Minds trascinatori della festa di Capodanno
Ex Simple Minds trascinatori della festa di Capodanno
Inaugurato il Bosco Rotariano
Inaugurato il Bosco Rotariano