Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Carentino

Carentino: impianto trattamento fanghi da depurazione? "No, grazie"

Il timore del Comune di Carentino e dei comuni limitrofi è quello di avere in casa "una bomba ecologica" come è stata definita. Tutto nasce da una istanza presentata in Provincia per la realizzazione di un impianto di trattamento di fanghi da depurazione biologica. Il Comune di Carentino ha già espresso il proprio dissenso. Ma ora ci sono ancora 60 giorni prima della decisione definitiva che spetta a Palazzo Ghilini
 CARENTINO - “Il timore è quello di avere in casa una bomba ecologica, con problematiche di cattivi odori e fastidi per la cittadinanza”. Queste sono le parole del sindaco di Carentino, Silvia Celoria per l'istanza (richiesta di pronuncia di compatibilità ambientale) presentata in Provincia di Alessandria per la realizzazione di un impianto di trattamento di fanghi da depurazione biologica da realizzarsi a Carentino, all'interno della struttura dell'Eurocap. “Si tratta già di una zona industriale dove c'è già una fonderia: questo è un ulteriore motivo di allarme per noi” ha aggiunto il sindaco di Carentino. Che come Comune dopo aver esaminato la documentazione e sentito esperti del settore ha inviato alla Provincia le proprie osservazioni e perplessità nel merito dell'opera, che si concludono con un “parere negativo”. “Purtroppo non si tratta di parere vincolante, perché l'autorizzazione spetta alla Provincia” e ora si apre la seconda fase, con 60 giorni di tempo, quindi non prima del 20 settembre prima che venga convocata la Conferenza dei Servizi e che venga presa una decisione.

Ed è proprio in questo arco di tempo che i sindaci anche dei comuni limitrofi, come Oviglio. Borgoratto, Bergamasco e Frascaro si dovranno dare da fare per “esporre le proprie considerazioni”, anche attraverso l'attivazione di veri e propri comitati per spiegare alla cittadinanza e provare a “fermare l'opera”. “Da una riunione svoltasi presso il nostro Comune – ha aggiunto il sindaco Celoria - è emersa la volontà di tutti noi sindaci della zona di opporci a questo progetto, di incaricare insieme un tecnico del settore e di organizzare uno o più incontri pubblici per informare i cittadini dei paesi interessati circa gli sviluppi di questa vicenda”.

Sulla quale è intervenuto anche il consigliere regionale del Partito Democratico Domenico Ravetti che ha espresso chiaramente la propria posizione “al fianco dei sindaci del territorio”. “Non entro nel merito del progetto – scrive Ravetti - perché per lo stesso, con i tempi sanciti dalle norme, saranno avviati approfondimenti di natura tecnica per le verifiche delle compatibilità ambientali e, più in generale, per il rispetto delle regole. Prendo atto che stiamo parlando di una attività però di 'taglia' significativa perché potrebbe trattare sino ad un massimo di 30.000 T/anno di rifiuti non pericolosi costituiti principalmente da fanghi di depurazione biologica e scarti vegetali”. Tale dimensione ha allarmato parecchi cittadini che, in forma singola o organizzata, anche attraverso le amministrazione comunali del territorio, chiedono chiarimenti. “Sono certo che a tutela di tutti sarebbe opportuno un dibattito aperto, puntuale e rassicurante così da poter disporre di tutte le necessarie informazioni. In questo senso assicuro il mio sostegno”.


31/07/2018

Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus

Facebook


Droghe e alcol: impennata di consumo fra i più giovani
Droghe e alcol: impennata di consumo fra i più giovani
Case vuote, persone senza casa
Case vuote, persone senza casa
Mostra veri corpi al Centro Congressi Alessandria
Mostra veri corpi al Centro Congressi Alessandria
Gioco d'azzardo: i conti non tornato
Gioco d'azzardo: i conti non tornato
Uici, cinque posti letto per studenti fuori sede
Uici, cinque posti letto per studenti fuori sede
Il Decreto Sicurezza spacca gli Enti Locali
Il Decreto Sicurezza spacca gli Enti Locali
Grave episodio a Tortona
Grave episodio a Tortona
Sindacati in piazza contro il Governo: tagli inaccettabili alle pensioni
Sindacati in piazza contro il Governo: tagli inaccettabili alle pensioni
Ex Simple Minds trascinatori della festa di Capodanno
Ex Simple Minds trascinatori della festa di Capodanno
Inaugurato il Bosco Rotariano
Inaugurato il Bosco Rotariano