Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Provincia

Castelli Aperti: apre la gipsoteca Giulio Monteverde

La Gipsoteca di Bistagno occupa sette sale al primo piano di Palazzo Leale, edificio costruito a fine Ottocento per ospitare le scuole locali. Tutte le aperture di Castelli Aperti in provincia
PROVINCIA - L'ultima domenica di maggio è l'occasione per scoprire una prestigiosa new entry della rassegna che vede la prima apertura della stagione: la gipsoteca Giulio Monteverde di Bistagno.

Giulio Monteverde nacque in questo paese dell'Alto Monferrato nel 1837. Studiò prima a Genova e poi a Roma, presso l'Accademia di San Luca. Qui raggiunse notevoli progressi tecnici e nei primi anni Settanta ottenne i primi grandi successi con opere che denunciano un fiducioso approccio positivista al tema del genio umano e del progresso tecnico e scientifico. Nel 1884 fissò la sua abitazione e il suo atelier in un palazzo di piazza Indipendenza a Roma, fatto costruire appositamente: la sua intensa carriera, costellata da una grande quantità di commissioni internazionali, soprattutto legate a monumenti sepolcrali e celebrativi, lo fece diventare uno dei protagonisti dell'arte ufficiale del suo tempo, coinvolto in commissioni e giurie e insignito di cariche onorifiche. Nell'ultimo lustro della sua vita, Monteverde si riavvicinò affettuosamente all'acquese, terra d'origine, con una serie di "doni" scultorei. Nel 1919, due anni dopo la morte, le figlie donarono alla città di Genova la collezione dei modelli in gesso che si era accumulata nell'atelier romano: buona parte di queste opere, a seguito di varie donazioni e comodati a favore di Bistagno, oggi costituisce la Gipsoteca Giulio Monteverde di Bistagno.

La Gipsoteca occupa sette sale al primo piano di Palazzo Leale, edificio costruito a fine Ottocento per ospitare le scuole locali. L'allestimento museale risale al 2001 e ripercorre in termini cronologici e tematici le tappe salienti dell'attività artistica dello scultore.

Ecco le strutture aperte domenica 31 maggio in provincia di Alessandria
Castello dei Paleologi - Museo Civico Archeologico a Acqui Terme: dalle 10 alle 13 e dalle 16 alle 20
Villa Ottolenghi a Acqui Terme: su prenotazione alle 15 Castello di Casale Monferrato: dalle 10 alle 19
Castello di Gabiano: mattina dalle 10.30 alle 11.30 (2 turni); pomeriggio alle 14.30, 15.30. 16.30 e 17.30 (4 turni, richiesta la prenotazione)
Museo La torre e il Fiume di Masio: dalle 14.30 alle 18.30
Castello di Morsasco: turni orari ore 11, 15, 16, 17
Castello di Piovera: unico turno di visita ingresso ore 15,30
Castello di Pozzolo Formigaro: dalle 15.00 alle 18.30
Castello di Uviglie: orario unico mattina ore 10.30
Studio e Museo didattico del pittore Pellizza da Volpedo: dalle 16 alle 19.
30/05/2015

Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus

Facebook


Centri sportivi: dalla Giunta la proposta per la ricerca di un partner privato
Centri sportivi: dalla Giunta la proposta per la ricerca di un partner privato
Alessandria-Arezzo 2-3. Le foto di Gianluca Ivaldi
Alessandria-Arezzo 2-3. Le foto di Gianluca Ivaldi
Inaugurato il nuovo laboratorio di chimica organica all'Istituto 'A.Volta'
Inaugurato il nuovo laboratorio di chimica organica all'Istituto 'A.Volta'
Viaggio nel mondo della sicurezza con l'Ispettorato del Lavoro di Alessandria
Viaggio nel mondo della sicurezza con l'Ispettorato del Lavoro di Alessandria
Da Osaka ad Alessandria
Da Osaka ad Alessandria
Bimbi in maschera e dolci sorprese per il Carnevale
Bimbi in maschera e dolci sorprese per il Carnevale
Carnevale al Cristo: le premiazioni
Carnevale al Cristo: le premiazioni
Carnevale al Cristo: la sfilata in corso Acqui
Carnevale al Cristo: la sfilata in corso Acqui
Droghe e alcol: impennata di consumo fra i più giovani
Droghe e alcol: impennata di consumo fra i più giovani
Case vuote, persone senza casa
Case vuote, persone senza casa