Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Provincia

Alessandria e Asti puntano a portare i loro rifiuti in Lombardia

Obiettivo l'inceneritore di Parona Lomellina ma i sindaci lombardi si ribellano. ll conferimento è previsto da una bozza di protocollo di intesa tra le due amministrazioni provinciali, documento al vaglio dei vari consorzi di gestione del servizio rifiuti

PROVINCIA - Le provincie di Alessandria e Asti puntano a portare i loro rifiuti nell'inceneritore (tecnicamente definito “termovalorizzatore”) di Parona Lomellina (Pv) ma i sindaci lombardi si ribellano.

Il conferimento è previsto da una bozza di protocollo di intesa, ancora da approvare e da firmare, tra l'amministrazione provinciale piemontese e quella lombarda, documento al vaglio dei vari consorzi di gestione del servizio rifiuti. Nell'ultima assemblea del Csr di Novi Ligure la bozza è stata resa nota dal presidente Oreste Soro senza alcuna votazione, tenendo conto del fatto che i consorzi a fine anno cesseranno di esistere per essere sostituiti dalle autorità d'ambito nella gestione dei rifiuti. Alessandria e Asti saranno unite sotto questo punto di vista.

Il protocollo ricorda che le due provincie non hanno a disposizione un inceneritore, e che, stante la limitata disponibilità della finanza pubblica, la scelta di costruire un nuovo impianto al servizio esclusivo di Asti e Alessandria potrebbe essere un rischio.

Il termovalorizzatore di Parona Lomellina si trova a 50 km da Alessandria e la distanza massima anche dai centri astigiani sarebbe comunque entrogli 80 km, con una rete stradale considerata adeguata. È inoltre già operativa una convenzione tra la società Lomellina Energia, gestore dell'impianto, e la Aral di Alessandria per la termovalorizzazione dei rifiuti alessandrini a Parona.

Il conferimento permanente e programmato dei rifiuti piemontesi in Lombardia viene quindi considerato dal protocollo “una possibilità”.

I sindaci della Lomellina, però, non ci stanno. Lorenzo De Martini, sindaco di Mede, uno dei Comuni che portano i rifiuti a Parona, punta i piedi sulle tariffe, e non solo, facendosi portavoce di tutte le oltre 30 amministrazioni comunali pavesi che utilizzano il termovalorizzatore: “Abbiamo appreso dai giornali di questa proposta di accordo. È emerso che le tariffe che verrebbero praticate ai Comuni piemontesi sarebbero intorno agli 85 euro a tonnellata, mentre il mio Comune paga ben 112 euro.

Il termovalorizzatore di Parona funziona male a causa di una tecnologia vecchia e difettosa e il gestore, la società Lomellina Energia, è in perdita. Per questo, cerca sul territorio altri acquirenti a prezzi più bassi, addirittura sotto mercato come nel caso in questione, invece di lavorare meglio permettendo ai Comuni di diminuire le tasse sui rifiuti ai cittadini”. De Martini sostiene che i sindaci sono pronti a impugnare l'accordo nel caso venga approvato oltre a rompere la convenzione con la Lomellina Energia che “obbliga gli enti a conferire i rifiuti nell'impianto di Parona e a tariffe imposte”. “Se la bozza di protocollo di intesa con Alessandria e Asti diventerà una convenzione a tutti gli effetti – dice ancora il primo cittadino – sono pronto a mandare i vigili a fermare i camion dal Piemonte. Il documento è stato tenuto nascosto dalla Provincia di Pavia, i sindaci non ne sapevano nulla”.

 

31/05/2013
Giampiero Carbone - g.carbone@ilnovese.info

Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus

Facebook


Droghe e alcol: impennata di consumo fra i più giovani
Droghe e alcol: impennata di consumo fra i più giovani
Case vuote, persone senza casa
Case vuote, persone senza casa
Mostra veri corpi al Centro Congressi Alessandria
Mostra veri corpi al Centro Congressi Alessandria
Gioco d'azzardo: i conti non tornato
Gioco d'azzardo: i conti non tornato
Uici, cinque posti letto per studenti fuori sede
Uici, cinque posti letto per studenti fuori sede
Il Decreto Sicurezza spacca gli Enti Locali
Il Decreto Sicurezza spacca gli Enti Locali
Grave episodio a Tortona
Grave episodio a Tortona
Sindacati in piazza contro il Governo: tagli inaccettabili alle pensioni
Sindacati in piazza contro il Governo: tagli inaccettabili alle pensioni
Ex Simple Minds trascinatori della festa di Capodanno
Ex Simple Minds trascinatori della festa di Capodanno
Inaugurato il Bosco Rotariano
Inaugurato il Bosco Rotariano