Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Automobilismo

Al via la 39° Coppa d’Oro

La classica di rally scalda i motori e promette spettacolo tra le strade della Provincia

AUTOMOBILISMO - E’ tutto pronto per la Coppa d’Oro, la gara di rally giunta quest’anno alla sua trentanovesima edizione. Una classica che raccoglie da sempre grande consenso, dal pubblico e dai piloti stessi, e che nonostante le difficoltà dovute a una crisi che inevitabilmente si ripercuote anche nell’automobilismo è pronta a dare nuovamente spettacolo tra le strade della provincia. Nel programma della due giorni, in scena questo fine settimana (1-2 giugno, iscrizioni chiuse lunedì sera), non mancherà la celebre notturna alla Coinor di Valenza, mentre rispetto alle precedenti edizioni diverse tappe sono state modificate, e non mancheranno piacevolissime novità.

DIVERSE LE NOVITA’ - Quest’anno la kermesse, organizzata grazie al contributo di Automobile Club Alessandria (detentore del marchio Coppa d’Oro), i Comuni di Valenza e Alessandria e la Provincia di Alessandria,  propone un challenge di coefficiente 1.5, e la gara è aperta anche al Trofeo Renault Twingo, campionato monomarca riservato alle pepatissime utilitarie francesi. Inoltre, la competizione sarà aperta quest’anno anche a dieci vetture storiche, che partiranno in coda alle vetture moderne.

Nella giornata di domenica il primo assaggio, con le classiche ricognizioni autorizzate dei vari percorsi che saranno teatro dell’evento, mentre i motori si accenderanno ufficialmente a partire da sabato mattina, con le prime verifiche tecniche e sportive a partire dalle 9.30 presso l’Hotel Diamante, anche quest’anno partner della manifestazione, mentre alle 20.40 scatterà la prima vettura per la notturna di Valenza. Domenica mattina a partire dalle 8.00 ritrovo a Serravalle e poi spettacolari tappe in serie: la prova Montebore sarà la seconda tappa, questa volta però a differenza delle due precedenti edizioni verrà affrontata in senso inverso, ovvero dalla Valle del Forno verso Vigoponzo; la terza prova vedrà i piloti impegnati nel tracciato che congiunge Fabbrica Curone (fraz. Costa Dei Ferrai) e Campana; infine, la prova di Grondona, 12 km da brivido percorsi anch’essi all’inverso rispetto alle precedenti edizioni fino all’arrivo caratterizzato dai tre spettacolari tornanti, sempre affollati di pubblico.

L’ANNO SCORSO TORLASCO A SORPRESA – E’ ancora vivido il ricordo dell’ultima edizione, di certo non scevra di sorprese: la trentottesima “Coppa d’Oro” andò infatti nelle mani dell’alessandrino Andrea Torlasco, che in coppia con il navigatore Michele Brega e a bordo della sua Peugeot 207 S2000 si aggiudicò il trofeo al settimo tentativo, e dopo due edizioni concluse a podio. Una beffa per il favoritissimo Andrea Zivian, che perse la terza coppa consecutiva per un erroraccio nella prova speciale della Coinor che compromise l’intero weekend, nonostante un’autentica domenica da leoni chiusa con sei speciali su sei.

 

28/05/2013
Riccardo Robotti - riccardo.robotti@alice.it

Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus

Facebook


Droghe e alcol: impennata di consumo fra i più giovani
Droghe e alcol: impennata di consumo fra i più giovani
Case vuote, persone senza casa
Case vuote, persone senza casa
Mostra veri corpi al Centro Congressi Alessandria
Mostra veri corpi al Centro Congressi Alessandria
Gioco d'azzardo: i conti non tornato
Gioco d'azzardo: i conti non tornato
Uici, cinque posti letto per studenti fuori sede
Uici, cinque posti letto per studenti fuori sede
Il Decreto Sicurezza spacca gli Enti Locali
Il Decreto Sicurezza spacca gli Enti Locali
Grave episodio a Tortona
Grave episodio a Tortona
Sindacati in piazza contro il Governo: tagli inaccettabili alle pensioni
Sindacati in piazza contro il Governo: tagli inaccettabili alle pensioni
Ex Simple Minds trascinatori della festa di Capodanno
Ex Simple Minds trascinatori della festa di Capodanno
Inaugurato il Bosco Rotariano
Inaugurato il Bosco Rotariano