Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Alessandria

Dietrofront dell'Authority dei Trasporti. Zaccone resta a Palazzo Rosso

Il senatore del Pd Esposito ha presentato un'interrogazione parlamentare domandando "con quale criterio sia stato scelto" Zaccone per ricoprire l'incarico all'Authority dei Trasporti. La sua interrogazione ha avuto un seguito: l'Authority ha fatto dietrofront bloccando il trasferimento del ragioniere capo, che resta ad Alessandria
 ALESSANDRIA - 13:30 Dietrofront dell'Authority: Zaccone resta a Palazzo Rosso
Nessun nuovo ragioniere capo nel Comune di Alessandria. Sembra che almeno in parte l'interrogazione parlamentare del senatore del Pd, Esposito, abbia dato i suoi effetti proprio in queste ore. Antonello Paolo Zaccone resterà a Palazzo Rosso. L'Authority dei Trasporti ha infatti fatto dietrofront, comunicando il blocco del nuovo incarico del ragioniere capo come consulente amministrativo e contabile. Non era ancora stato formalizzato l'incarico....e ora l'incarico nuovo, il "salto di carriera" non c'è più. Ora bisognerà vedere chi ricoprirà questo ruolo. 

Ancora pochi giorni e poi Palazzo Rosso dovrà pensare a trovare un nuovo ragioniere capo. Antonello Paolo Zaccone lascia infatti il Comune di Alessandria, essendo stato nominato direttore amministrativo e contabile dalla neo nata Authority dei Trasporti, con sede a Torino. Dal 15 novembre è previsto il suo trasferimento e un posto così importante per l'ente comunale resterà vacante. Per quanto tempo ancora non si sa, anche perché la “partita” del dissesto prima e del risanamento poi – che è stata gestita proprio dal dottor Zaccone – è una “patata bollente” che non sono molti a voler prendere tra le mani. Sicuramente per il ragioniere capo di palazzo Rosso è un bello scatto di carriera e anche di compenso: motivo in più per cui né il primo cittadino in persona, né in generale l'amministrazione si è sentita di “frenare” dall'accettare questo nuovo incarico.

E se su Zaccone le polemiche in questi mesi non sono mancate da parte di alcuni gruppi politici oggi seduti all'opposizione, ma che prima sedevano al suo fianco alla guida di Alessandria(come l'ex sindaco Fabbio), oggi qualche “dubbio” sulla correttezza di questa “promozione” arriva anche dalla lontana Roma. E' infatti notizia di ieri di un'interrogazione parlamentare ad opera del senatore del Partito Democratico, Stefano Esposito, sui “criteri di scelta che hanno condotto alla nomina del ragioniere capo alessandrino all'Authority dei Trasporti”. Il primo commento a questo gesto arriva dal sindaco di Alessandria, Rita Rossa: “l’interrogazione indirizzata al ministro Lupi dal vicepresidente della Commissione ai Trasporti è più che legittima. Io stessa da sindaco e da cittadina sono contenta che ci si interroghi sulle modalità di selezione del personale delle Authority”. Ma ad aver stupito in realtà sono le motivazioni che hanno spinto il senatore a quest'interrogazione e che attribuirebbero al dottor Zaccone responsabilità sul dissesto, a seguito della mancata richiesta alla Regione Piemonte della compensazione verticale del patto di stabilità 2010. “Argomentazioni destituite di fondamento – ha spiegato il primo cittadino Rossa - perché il ragioniere capo non solo aveva chiesto la compensazione verticale, ma ha anche smesso di essere ragioniere capo quando gli fu chiesto di firmare i bilanci oggi oggetto di procedimenti penali”.

E a dimostrarlo ci sono le “corrispondenze” tra il ragioniere capo e la Regione Piemonte, con la richiesta da parte del dirigente economico-finanziario per Palazzo Rosso di “essere autorizzato a detrarre dal saldo relativo al Patto di stabilità interno 2010...17 milioni di euro, relativi a pagamenti in conto residui concernenti spese per investimenti effettuati nel limite delle disponibilità di cassa....” (in data 15 settembre 2010) e la risposta da parte della Regione, dell'allora assessore Quaglia, con il consenso ad “escludere” dal Patto del 2010 una cifra di 973 mila euro. Con questa somma, decisamente inferiore di sforamento di spesa si è poi arrivati alla situazione disastrosa del comune di Alessandria. “Mi stupisce – ha commentato il sindaco– che le modalità di lavoro di un parlamentare siano basate sui gossip giornalistici e non sul reperimento dei documenti che possono facilmente smentirli. Ho parlato con il senatore Esposito sottolineando che una telefonata per chiedere conferma della veridicità delle notizie poteva essere opportuna per evitare di utilizzare informazioni palesemente non veritiere. Farò comunque arrivare al ministro Maurizio Lupi le stesse carte che testimoniano che non c’è stata alcuna negligenza dal parte di Antonello Paolo Zaccone”. “Che per di più – ha concluso Rita Rossa - in questi anni si è guadagnato la stima dell’amministrazione e dei Ministeri competenti proprio per aver saputo gestire al meglio la difficile fase del risanamento e del riequilibrio del bilancio”.
30/10/2014

Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus

Facebook


StrAlessandria 2019
StrAlessandria 2019
'Canapa in Festival' a Borgo Rovereto, le immagini della prima edizione
'Canapa in Festival' a Borgo Rovereto, le immagini della prima edizione
Alessandria-Albissola 3-0, le foto di Gianluca Ivaldi
Alessandria-Albissola 3-0, le foto di Gianluca Ivaldi
Maurizio Landini alla Festa d'Aprile
Maurizio Landini alla Festa d'Aprile
Centri sportivi: dalla Giunta la proposta per la ricerca di un partner privato
Centri sportivi: dalla Giunta la proposta per la ricerca di un partner privato
Alessandria-Arezzo 2-3. Le foto di Gianluca Ivaldi
Alessandria-Arezzo 2-3. Le foto di Gianluca Ivaldi
Inaugurato il nuovo laboratorio di chimica organica all'Istituto 'A.Volta'
Inaugurato il nuovo laboratorio di chimica organica all'Istituto 'A.Volta'
Viaggio nel mondo della sicurezza con l'Ispettorato del Lavoro di Alessandria
Viaggio nel mondo della sicurezza con l'Ispettorato del Lavoro di Alessandria
Da Osaka ad Alessandria
Da Osaka ad Alessandria
Bimbi in maschera e dolci sorprese per il Carnevale
Bimbi in maschera e dolci sorprese per il Carnevale