Ovada

Tosap: torna l'esenzione per chi ristruttura in centro

Intesa bipartisan sulla proposta avanzata da Sergio Capello di togliere l'occupazione del suolo pubblico ai dehor dei bar che rinunciano alle videolottery
OVADA - Sarà riproposta l’esenzione della Tosap, la tassa sull’occupazione del suolo pubblico i vigore per i ponteggi utilizzata per la ristrutturazione delle facciate del centro storico. “Si tratterà di tre mesi più metà del quarto – ha spiegato l’assessore all’Urbanistica Paolo Lantero, illustrando il provvedimento in Consiglio Comunale – Ovviamente la misura avrà valore dal 1° gennaio, anche se la riproponiamo solo ora”. Più di un dubbio sulla possibilità di riproporla si era sollevato alla scadenza della finestra precedente il 31 dicembre scorso. La delibera è stata approvata all’unanimità. “Bene il provvedimento – è intervenuto il consigliere di minoranza Sergio Capello – Ma credo che sarebbe una buona cosa anche estenderlo ai de hors di quelle attività che rinunciano alle “macchinette mangia soldi”. “E’ una proposta da accogliere – ha replicato dai banchi della maggioranza il capogruppo Mario Esposito – Il gioco d’azzardo è un’emergenza che avanza anche nelle nostre zone. Credo che per la ristrutturazione degli edifici del centro, prima o poi dovremo anche affrontare il tema delle ordinanze ai proprietari”.

“E’ un provvedimento importante – è intervenuto Enrico Ottonello Lomellini, consigliere del Gruppo Misto – Ma vorrei sottolineare a chi ha la memoria corta che la proposta era già stata formulata in una mia mozione, approvata senza nemmeno essere emendata, anche dalla Maggioranza”.  

30/03/2014
Redazione - redazione@ovadaonline.net