Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Alessandria

Teleriscaldamento: “disagi continui per gli abitanti del quartiere Cristo”

Presentata un’interpellanza in Consiglio Comunale dal Movimento 5 Stelle. Diverse le interruzioni idriche in un mese con notevoli disagi per abitanti e esercizi commerciali. Il capogruppo Andrea Cammalleri chiede spiegazioni all'amministrazione comunale
 ALESSANDRIA - “Al quartiere Cristo, in meno di un mese si sono verificate, senza preavviso, due lunghe interruzioni all'erogazione del servizio idrico. I residenti, così come le attività commerciali presenti nella zona, hanno subito notevoli disagi che si sommano a quelli viari”. Per questa ragione Andrea Cammalleri, capogruppo del Movimento 5 Stelle, ha presentato un’interpellanza per sapere dall'amministrazione se, anche nel secondo caso, la causa di questi blocchi siano i lavori per il posizionamento delle condutture del teleriscaldamento. “Una prima interruzione dell'acqua potabile è avvenuta il 27 aprile dalle 17 alle 22 dovuta alla rottura di una conduttura da parte degli operai impegnati nello scavo per il teleriscaldamento. E una seconda interruzione si è verificata il 24 maggio dalle ore 23 fino al giorno successivo alle ore 7.30, anche in questo caso senza preavviso o informazione alcuna” spiega il consigliere comunale nell'interpellanza. Visto che i lavori per il posizionamento delle condutture del teleriscaldamento nella medesima zona, vale a dire via Maggioli, corso Acqui, via Scazzola e via Fernandel, “proseguiranno e, probabilmente, potranno essere la causa di altre sospensioni dell’erogazione dell’acqua potabile” il M5S chiede chiarimenti al sindaco ed eventuali provvedimenti da prendere per non creare disagio alla popolazione residente nella zona.

Inoltre il M5S chiede all’amministrazione per quali motivi i tecnici del gestore del servizio idrico integrato non riescano ad intervenire tempestivamente per impedire la dispersione dell’acqua fuoriuscita e se i continui incidenti sui lavori non siano anche da attribuirsi alla obsoleta rete idrica o alla sua mancata mappatura. “Ma soprattutto quali siano le iniziative che intenderà adottare l’amministrazione affinché un tale disservizio non si ripeta considerato che il teleriscaldamento non è un intervento di pubblico servizio bensì un’opera realizzata, a fini di lucro, da un soggetto privato”.
31/05/2016

Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus

Facebook


Centri sportivi: dalla Giunta la proposta per la ricerca di un partner privato
Centri sportivi: dalla Giunta la proposta per la ricerca di un partner privato
Alessandria-Arezzo 2-3. Le foto di Gianluca Ivaldi
Alessandria-Arezzo 2-3. Le foto di Gianluca Ivaldi
Inaugurato il nuovo laboratorio di chimica organica all'Istituto 'A.Volta'
Inaugurato il nuovo laboratorio di chimica organica all'Istituto 'A.Volta'
Viaggio nel mondo della sicurezza con l'Ispettorato del Lavoro di Alessandria
Viaggio nel mondo della sicurezza con l'Ispettorato del Lavoro di Alessandria
Da Osaka ad Alessandria
Da Osaka ad Alessandria
Bimbi in maschera e dolci sorprese per il Carnevale
Bimbi in maschera e dolci sorprese per il Carnevale
Carnevale al Cristo: le premiazioni
Carnevale al Cristo: le premiazioni
Carnevale al Cristo: la sfilata in corso Acqui
Carnevale al Cristo: la sfilata in corso Acqui
Droghe e alcol: impennata di consumo fra i più giovani
Droghe e alcol: impennata di consumo fra i più giovani
Case vuote, persone senza casa
Case vuote, persone senza casa