Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Ovada

Stupro in prescrizione: c'è l'interrogazione al Ministro

Un gruppo di senatori guidati da Federico Fornaro e l'ex magistrato Felice Cassone chiede di fare piena luce sul caso emerso in questi giorni a Torino della bambina ovadese di sette anni
 OVADA - Un’interrogazione urgente indirizzata al Ministro della Giustizia per definire nel dettaglio i contorni dell’incredibile vicenda emersa in questi giorni al Tribunale di Torino, con la prescrizione per il caso di stupro subito da una bambina ovadese di sette anni. A presentarla un gruppo di senatori guidata da Federico Fornaro e Felice Casson. La richiesta è quella di capire “quali accertamenti siano stati disposti sul caso, come si siano verificati i fatti e quali iniziative il Ministro intenda assumere nei confronti di chi sarà individuato come responsabile”. “Pare – scrivono Fornaro e Casson - che il primo grado di giudizio sia stato celebrato a distanza di circa dieci anni dal fatto-reato e che il processo d'appello si sia concluso a distanza di altri circa dieci anni, con ciò determinando la decorrenza dei termini di prescrizione”.

23/02/2017

Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus

Facebook


Da Osaka ad Alessandria
Da Osaka ad Alessandria
Bimbi in maschera e dolci sorprese per il Carnevale
Bimbi in maschera e dolci sorprese per il Carnevale
Carnevale al Cristo: le premiazioni
Carnevale al Cristo: le premiazioni
Carnevale al Cristo: la sfilata in corso Acqui
Carnevale al Cristo: la sfilata in corso Acqui
Droghe e alcol: impennata di consumo fra i più giovani
Droghe e alcol: impennata di consumo fra i più giovani
Case vuote, persone senza casa
Case vuote, persone senza casa
Mostra veri corpi al Centro Congressi Alessandria
Mostra veri corpi al Centro Congressi Alessandria
Gioco d'azzardo: i conti non tornato
Gioco d'azzardo: i conti non tornato
Uici, cinque posti letto per studenti fuori sede
Uici, cinque posti letto per studenti fuori sede
Il Decreto Sicurezza spacca gli Enti Locali
Il Decreto Sicurezza spacca gli Enti Locali