Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Alessandria

Rossa: "Domani a Roma per chiedere ciò che ci spetta"

Con l'ultimo incontro di ieri mattina in Prefettura tra il sindaco, il prefetto e i sindacati si può dire "risolto" il caso di Atm e di Aspal. Resta invece ancora critica la situazione di Amiu. Domani il sindaco incontrerà a Roma il sottosegretario per proporre alcune misure correttive alle norme sul dissesto, come l'anticipazione Irpef alle casse comunali
10:20 "Andremo a Roma per chiedere ciò che ci spetta"
In conferenza stampa il sindaco Rita Rossa conferma le misure che consentono di garantire i flussi finanziari per gli stipendi di dipendenti e partecipate. Domani, venerdì, sarà a Roma per incontrare il sottosegretario Catricalà al quale proporrà l'istituzione di tavoli tecnici per arrivare ad alcune modifiche alle norme sul dissesto in modo da consentire una migliore gestione dell'ente: "anticipazione dell'Irpef nelle casse comunali e quota Imu a favore del Comune del 60% (invece del 40% attuale) almeno, oppure anche tutto a beneficio del Comune". Dice il sindaco: "non andiamo a chiedere aiuti ma a chiedere ciò che ci spetta. Imu e Irpef sono soldi raccolti dagli alessandrini, con fatiche. Poichè la città è in dissesto ed è in atto un risanamento, chiediamo solo che non ci tolgano la possibilità di continuare a vivere come comunità".
 


Con oggi si dovrebbe chiudere definitivamente la partita delle partecipate e delle loro criticità. Il risultato, dopo l'ultimo incontro di ieri tra il prefetto Tafuri, il sindaco Rossa e le organizzazioni sindacali, sembra potersi dire positivo per Atm e Aspal.
La società di trasporti, infatti, oltre ai 2 milioni arrivati dalla regione Piemonte, con ogni probabilità riceverà un altro milione dall'Organismo Straordinario di Liquidazione. Infatti i tre commissari si sono detti disponibili a svincolare la somma di un milione di euro, che rappresenta il credito di Atm dell'anno 2011. Questo denaro fa sempre riferimento al Fondo Regionale per i Trasporti, che dalla Regione passa al Comune che dovrebbe poi "girarlo" all'azienda. Questa somma, relativa al 2011, è rimasta "imprigionata" nel dissesto. Ma l'Organismo Straordinario di Liquidazione sembra orientato nel "liberare" questi soldi, visto che rappresentano denaro comunque vincolato e quindi utilizzabile dalla sola società di trasporto pubblico alessandrina. Con un totale di 3 milioni in cassa, per tutto l'anno Atm si dovrebbe poter dire "tranquilla e salva".

Anche Aspal, tra la galassia delle partecipate, sembra essere riuscita a trovare una via di scampo. L'apertura di credito da parte della Banca di Legnano che doveva essere di 250 mila euro, si riduce a 70 mila euro. Ma questo perché ad Aspal saranno pagate tutte le fatture arretrate da parte di Atm. L'azienda trasporti infatti pagherà una parte di quello che gli deve, e così Aspal non avrà più bisogno di grandi risorse dagli istituti bancari e dal Comune, "sopravvivendo con una certa autonomia".  

Chi resta in una situazione critica è invece Amiu, l'azienda di raccolta e trasporto rifiuti. Per questo mese sono salvi sia gli stipendi, che le spese urgenti (come la benzina), ma solo grazie alla concessione di credito "a breve" da parte del Comune. I 750 mila euro, infatti, vengono prelevati dal fondo anticipazioni di cassa dell'Ente, con l'obbligo per Amiu di restituzione entro, e non oltre, il 31 dicembre 2012. Purtroppo l'accordo di cessione dei crediti stipulato con la Barclays è ancora aperto e il timore è che il prossimo mese la storia si ripresenti tale e quale.

Ma in tutto ciò, come se la passa Palazzo Rosso? Con i 750 mila euro in meno da dare ad Amiu, il fondo cassa del Comune resta con poco più di 300 mila euro. Ce la farà a pagare e a garantire gli stipendi a tutti i dipendenti comunali? Oppure ora ad essere "a rischio" saranno loro? Il 27 del mese è ancora distante...ma le preoccupazioni iniziano a farsi sentire, nonostante le rassicurazioni dell'amministrazione per i dipendenti dei servizi educativi che fanno capo alla neonata azienda speciale "Crescere Insieme". La speranza sta nel viaggio del sindaco, Rita Rossa, venerdì a Roma. Oltre alle questioni legate al dissesto, il primo cittadino dovrà davvero "andare a batter cassa", per salvare le partecipate e i loro lavoratori. Intanto un nuovo incontro tra sindacati e primo cittadino è previsto, questa volta a Palazzo Rosso, per lunedì 24 settembre. 

20/09/2012
Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus

Facebook

L'Asl accelera per il trasferimento del day hospital oncologico nei locali ex ostetricia

Tortona | Attuazione a una decisione già presa da mesi: ma perchè non attendere anche l'ispezione finale prevista per le prossime settimane?

Ecolibarna, la contabilità speciale nel bilancio dell'ente provinciale

Serravalle Scrivia | Nella vicenda Ecolibarna è la Provincia ad intervenire tramite una determinazione dirigenziale che stabilisce che i due milioni e 700 mila euro di contabilità speciale, cifra che l'ordinanza del 2013 aveva trasferito dal commissario straordinario al segretario della Provincia di Alessandria, verranno trasferiti al bilancio dell'ente provinciale

"Cortese diniego" dei sindaci della provincia a chiedere la revisione del piano sanitario

Tortona | Alla riunione con tutti i sindaci della provincia, la proposta di Tortona di chiedere la sospensione del piano sanitario in attesa delle verifiche presso gli ospedali ottiene un "cortese diniego" e i sindaci degli altri centri zona non sottoscrivono la lettera. Inevitabile ora il ricorso al Tar

Ristrutturazioni: niente Tosap nemmeno nel 2015

Ovada | Il Comune pensa di estendere il provvedimento anche al di fuori del centro storico. Lantero: "La crisi continua a mordere, i problemi non sono solo a Ovada"

Barosini: incarico nazionale all'Anci

Alessandria | Il capogruppo in Consiglio Comunale di Alessandria è stato eletto presidente della Commissione nazionale permanente Affari Istituzionali e Riforme

Multimedia

  • Orti: un centro commerciale al posto dell'ex mercato ortofrutticolo

    Orti: un centro commerciale al posto dell'ex mercato ortofrutticolo

  • #Vediamopositivo: occhiali giganti in piazzetta della Lega

    #Vediamopositivo: occhiali giganti in piazzetta della Lega

  • Camera di commercio, analisi terzo trimestre 2014

    Camera di commercio, analisi terzo trimestre 2014

  • Grigi: questa sera in campo

    Grigi: questa sera in campo

  • I commercianti: “pista di pattinaggio, idea giusta, luogo e tempi sbagliati”

    I commercianti: “pista di pattinaggio, idea giusta, luogo e tempi sbagliati”

  • Serravalle, volontarie Cri al lavoro

    Serravalle, volontarie Cri al lavoro

  • I camionisti bloccano i cancelli dell'Ilva

    I camionisti bloccano i cancelli dell'Ilva

  • Quelle bambole che sembrano parlare

    Quelle bambole che sembrano parlare

  • Via Milano: non dovrebbe essere chiusa alle auto?

    Via Milano: non dovrebbe essere chiusa alle auto?

  • We wish you a horror Christmas

    We wish you a horror Christmas

Seguici su...
Facebook Twitter Flickr YouTube