Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Novi Ligure

Novi-Tortona, dopo l'ospedale ora lo scontro è sui servizi sociali

I consorzi dei servizi sociali di Novi e Tortona sono destinati a essere accorpati. Ma è già scontro su chi dovrà guidare il nuovo ente e come dovrà essere finanziato. E Muliere chiama a riunione la nuova Consulta della sanità
NOVI LIGURE – Non sono poche le sfide che la sanità dovrà affrontare nei prossimi mesi. Il San Giacomo è diventato l’ospedale di riferimento per un territorio molto vasto che comprende anche parte del tortonese e dell’ovadese, e ha bisogno di essere potenziato soprattutto sul fronte del personale. Anche perché la popolazione invecchia e sono necessari servizi appositi. Inoltre, le attività socioassistenziali fino a oggi in capo al Csp di Novi dovrebbero passare a una nuova struttura gestita insieme a Tortona.

Insomma, il momento è cruciale, ma i sindaci che compongono l’assemblea del Distretto sanitario Novi-Tortona non riescono a fare fronte comune. Anzi, non riescono nemmeno a riunirsi e a nominare un presidente che possa andare a trattare con la dirigenza dell’Asl. Il motivo non è difficile da intuire: i tortonesi temono che allo “scippo” dell’ospedale i novesi facciano seguire anche quello dei servizi sociali. Da qui lo stallo istituzionale, non semplice da risolvere visto che ci sono una settantina di sindaci coinvolti.

A occuparsi del problema è anche la Consulta comunale per la sanità, appena nominata a Novi. Coordinata dall’ex primario Mino Orlando, ne fanno parte il primo cittadino Rocchino Muliere, l’assessore alla Sanità, due consiglieri comunali (Stefano Repetto per la maggioranza e Costanzo Cuccuru per la minoranza), nonché Carla Repetto, Concetta Malvasi, Maurizio Prato, Silvana Visigalli e Gianni Piazzale. Presentando i compiti della consulta, Muliere ha spiegato che l’ospedale San Giacomo «ha bisogno di più personale, in particolare infermieristico». «In Ortopedia servono più medici e il Pronto soccorso deve essere rafforzato, visto che ora copre un territorio più vasto che in passato», ha detto il sindaco ricordando che il Piemonte ha risanato i conti della sanità regionale e dunque può tornare ad assumere.

Tra i sorvegliati speciali messi sotto la lente d’ingrandimento dalla Consulta, però, non c’è solo l’ospedale di via Raggio. «In Regione è in discussione un disegno di legge che prevede una riorganizzazione del settore sociosanitario – ha detto Orlando – Tra le previsioni, c’è anche l’accorpamento degli enti che si occupano di servizi sociali, come il nostro Csp, che oggi in Piemonte sono 51 (contro le 13 Asl e i 33 Distretti sanitari)».

Il Consorzio novese oggi presieduto da Ippolito Negro dovrebbe essere accorpato all’omologo di Tortona, il Cisa. E i tortonesi, visto che hanno di fatto perso l’ospedale, intendono prendere la guida del nuovo ente unico. Non è una questione da poco: i consorzi dei servizi sociali vengono finanziati dai Comuni, con una cifra che varia in base alla popolazione residente. Nonostante abbiano più o meno lo stesso numero di abitanti, a Novi il consorzio funziona con una somma molto più bassa di quella erogata da Tortona. «Ma il livello dei servizi è il medesimo», ha specificato Muliere. Come dire: noi spediamo meglio i soldi a disposizione e l’accorpamento ci penalizzerebbe.

Il tema è già all’ordine del giorno, anche se all’unione dei consorzi sociali di Novi e Tortona mancano ancora tre anni, perché la discussione sul nuovo disegno di legge è già in corso. «Abbiamo aperto una discussione con i sindaci del novese, studieremo una serie di emendamenti che invieremo alla Regione per migliorare il testo legislativo prima che arrivi in aula per l’approvazione», ha affermato il primo cittadino di Novi. Anche Orlando ha rivolto un appello ai politici: «Il momento è molto importante, bisogna superare le divergenze di campanile e pensare al bene comune».
23/10/2018

Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus

Facebook


StrAlessandria 2019
StrAlessandria 2019
'Canapa in Festival' a Borgo Rovereto, le immagini della prima edizione
'Canapa in Festival' a Borgo Rovereto, le immagini della prima edizione
Alessandria-Albissola 3-0, le foto di Gianluca Ivaldi
Alessandria-Albissola 3-0, le foto di Gianluca Ivaldi
Maurizio Landini alla Festa d'Aprile
Maurizio Landini alla Festa d'Aprile
Centri sportivi: dalla Giunta la proposta per la ricerca di un partner privato
Centri sportivi: dalla Giunta la proposta per la ricerca di un partner privato
Alessandria-Arezzo 2-3. Le foto di Gianluca Ivaldi
Alessandria-Arezzo 2-3. Le foto di Gianluca Ivaldi
Inaugurato il nuovo laboratorio di chimica organica all'Istituto 'A.Volta'
Inaugurato il nuovo laboratorio di chimica organica all'Istituto 'A.Volta'
Viaggio nel mondo della sicurezza con l'Ispettorato del Lavoro di Alessandria
Viaggio nel mondo della sicurezza con l'Ispettorato del Lavoro di Alessandria
Da Osaka ad Alessandria
Da Osaka ad Alessandria
Bimbi in maschera e dolci sorprese per il Carnevale
Bimbi in maschera e dolci sorprese per il Carnevale