Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Alessandria

Meglio un esperto o un giovane? Il dopo Rolando e la 'sicurezza' che scotta

La politica dovrà voltare pagina in fretta dopo le dimissioni di Rolando, che peraltro hanno stupito in pochi. Sarà sostituito, con un altro preferito dalla Lega. La delega alla sicurezza chi la vuole?
ALESSANDRIA - Appena ricevuta la lettera di dimissioni di Alessandro Rolando il sindaco di Alessandria ha subito precisato che le deleghe saranno redistribuite nel più breve tempo possibile. E in più occasioni Cuttica aveva sottolineato di non voler rinunciare ad una pedina del suo scacchiere di giunta. Fossero state dimissioni politiche, o per motivi di lavoro, adesso tutto Palazzo Rosso starebbe a discutere su chi prenderà il posto di Ronny. Ma dal momento che l'ex assessore alla sicurezza lo ha lasciato per motivi di salute – non del tutto superati, come precisa lui stesso – il riserbo sul 'dopo Rolando' è ancora molto, se non altro per rispetto del militante. Così nel giorno delle dimissioni le bocche restano cucite, e sono pochi quelli che vogliono parlare. Dalla sede di via Faà di Bruno al telefono fanno finta di non sapere: “Perché, cos'è successo questa mattina?”. Neppure i rappresentati politici, a poche ore dall'uscita di scena del secondo leghista più votato in città sono in grado di delineare gli scenari possibili.

Sono certe due cose: Rolando sarà sostituito, la giunta Cuttica non avrà un uomo in meno. E sarà della Lega. Ancora presto dire chi. “Nel partito le persone capaci non mancano”, taglia corto Riccardo Molinari, prima di tutto amico fraterno di Ronny. “Abbiamo sperato fino all'ultimo che si riprendesse. Ora si faranno delle riunioni e poi la Lega proporrà al sindaco una rosa di nomi”. Sulla discrezionalità del sindaco si sofferma anche Evaldo Pavanello, che già in passato ha ricoperto cariche istituzionali, quindi già 'scafato' per alcuni aspetti delicati. Se le deleghe che rientrano nella sfera del welfare, infatti, potrebbero rimanere agli assessori che le hanno ricevute nei sessanta giorni di convalescenza di Rolando, quelle più calde sulla sicurezza e polizia municipale tenute fino ad ora dal sindaco dovranno andare necessariamente ad una persona forte. Che sappia portare avanti con coraggio le istanze leghiste di “prima gli italiani” e “sicuri in casa nostra”.

Tra i veterani del Carroccio, Piervittorio Ciccaglioni, 234 preferenze personali, già presidente ATC e CISSACA, sta bene dove sta, alla vicepresidenza del Consiglio Comunale: “Non voglio interferire con le decisioni che prenderà il sindaco”, commenta sicuro che Cuttica saprà prendere la decisione giusta.
Anche Gian Paolo Lumi in passato ha ricoperto ruoli presidenziali. Per un giovane che esce, un altro potrebbe entrare. Lorenzo Iacovoni, 22 anni e 150 preferenze prese non è conosciuto come Rolando, ma l'entusiasmo non gli manca.
 
31/10/2017

Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus

Facebook


Centri sportivi: dalla Giunta la proposta per la ricerca di un partner privato
Centri sportivi: dalla Giunta la proposta per la ricerca di un partner privato
Alessandria-Arezzo 2-3. Le foto di Gianluca Ivaldi
Alessandria-Arezzo 2-3. Le foto di Gianluca Ivaldi
Inaugurato il nuovo laboratorio di chimica organica all'Istituto 'A.Volta'
Inaugurato il nuovo laboratorio di chimica organica all'Istituto 'A.Volta'
Viaggio nel mondo della sicurezza con l'Ispettorato del Lavoro di Alessandria
Viaggio nel mondo della sicurezza con l'Ispettorato del Lavoro di Alessandria
Da Osaka ad Alessandria
Da Osaka ad Alessandria
Bimbi in maschera e dolci sorprese per il Carnevale
Bimbi in maschera e dolci sorprese per il Carnevale
Carnevale al Cristo: le premiazioni
Carnevale al Cristo: le premiazioni
Carnevale al Cristo: la sfilata in corso Acqui
Carnevale al Cristo: la sfilata in corso Acqui
Droghe e alcol: impennata di consumo fra i più giovani
Droghe e alcol: impennata di consumo fra i più giovani
Case vuote, persone senza casa
Case vuote, persone senza casa