Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Politica

La Lega affossa il Salva-Roma: "abbiamo evitato un danno al Nord"

“Poiché le casse dello Stato sono riempite soprattutto con le tasse pagate dal Nord, il decreto Salva Roma rappresentava un furto ai danni del Nord. La Lega ha impedito questo furto”. Queste sono le parole del segretario del Carroccio della provincia di Alessandria, nonché assessore regionale, Riccardo Molinari
 POLITICA - Nella giornata di ieri il Governo Renzi ha annunciato di voler ritirare il decreto legge Salva Roma, all’esame del Parlamento per la sua conversione in legge, a causa dell’opposizione intransigente della Lega Nord. Il decreto Salva Roma, se approvato, avrebbe comportato "un enorme ed indecente regalo di circa 500 milioni di euro al Comune di Roma, sull’orlo del fallimento, a spese delle casse dello Stato".

“Poiché - dice Riccardo Molinari, segretario della Lega Nord della Provincia di Alessandria e assessore regionale - le casse dello Stato sono riempite soprattutto con le tasse pagate dal Nord, il decreto Salva Roma rappresentava un gigantesco furto ai danni del Nord. La Lega ha impedito questo furto”. Talvolta, secondo Molinari, qualcuno dubita dell’efficacia dell’azione politica della Lega Nord a Roma. Ebbene, oggi questo qualcuno dovrà ancor più ricredersi: "la Lega è l’unica forza politica che fa davvero gli interessi del Nord" hanno ribadito dal Carroccio.

“Anche noi ad Alessandria - ha continuato Molinari - abbiamo dato un contributo a questa battaglia, organizzando la serata del 3 febbraio scorso. In questo incontro pubblico abbiamo voluto esprimere la nostra contrarietà all’operato di un Governo che concedeva una facilitazione senza precedenti a Roma, città già trattata in modo smaccatamente privilegiato e che contemporaneamente lasciava in dissesto la nostra città, senza fornirle alcun aiuto. Durante questa manifestazione il nostro segretario federale Matteo Salvini aveva promesso un’opposizione dura contro il Salva Roma, e questa promessa è stata mantenuta”.

“Gli esponenti locali dei partiti che sostengono il governo a Roma, ed in particolare del Partito Democratico - aggiunge Alessandro Rolando, segretario cittadino della Lega - hanno fatto una doppia pessima figura: prima hanno sostenuto il gigantesco furto ai danni dei loro concittadini chiamato Salva Roma, poi se lo sono dovuti rimangiare di fronte all’indignazione della gente ed alla nostra opposizione intransigente”.

La Lega vigilerà nei prossimi mesi sul contenuto delle norme che il Governo ha annunciato di voler introdurre in sostituzione del Salva Roma.
28/02/2014

Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus

Facebook


Droghe e alcol: impennata di consumo fra i più giovani
Droghe e alcol: impennata di consumo fra i più giovani
Case vuote, persone senza casa
Case vuote, persone senza casa
Mostra veri corpi al Centro Congressi Alessandria
Mostra veri corpi al Centro Congressi Alessandria
Gioco d'azzardo: i conti non tornato
Gioco d'azzardo: i conti non tornato
Uici, cinque posti letto per studenti fuori sede
Uici, cinque posti letto per studenti fuori sede
Il Decreto Sicurezza spacca gli Enti Locali
Il Decreto Sicurezza spacca gli Enti Locali
Grave episodio a Tortona
Grave episodio a Tortona
Sindacati in piazza contro il Governo: tagli inaccettabili alle pensioni
Sindacati in piazza contro il Governo: tagli inaccettabili alle pensioni
Ex Simple Minds trascinatori della festa di Capodanno
Ex Simple Minds trascinatori della festa di Capodanno
Inaugurato il Bosco Rotariano
Inaugurato il Bosco Rotariano