Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Politica

In piazza per salvare il volontariato

Una quarantina di associazioni si sono riunite sotto palazzo Ghilini per consegnare al Prefetto una lettera con cui si chiede di salvaguardare la legge 266. La nuova normativa, infatti, apporta modifiche che rischiano “di snaturare” la filosofia del volontariato
POLITICA - Al grido “svegliamoci” i rappresentanti di una quarantina di associazioni di volontariato della provincia di Alessandria si sono dati appuntamento ieri davanti a palazzo Ghilini, in piazza Libertà, per consegnare una lettera al Prefetto Romilda Tafuri. Si tratta di un appello al parlamento italiano affinché faccia marcia indietro rispetto alla legge 106 del 2016, di cui sono in esame i decreti attuativi, che introduce diverse novità sul tema del volontariato, disconoscendo di fatto lo spirito della legge precedente, la 266, abrogata. “Siamo per un volontariato puro, organizzato e gratuito”, dicono i volontari alessandrini.
Tra le novità, la nuova legge equipara le associazioni “pure” alle cooperative, alle fondazioni e alle imprese sociali. “Un errore”, secondo i volontari. “La norma conferma che tutti gli enti del terzo settore non devono avere scopo di lucro ma mentre si mortificano le organizzazioni di volontariato si valorizzano cooperative sociali, imprese, fondazioni e altri enti che hanno presentato e presentano molti casi di ricerca del profitto, di sfruttamento del proprio personale, di trattamento disumano dei propri utenti al limite di fatti delinquenziali”. Le associazioni, tra le quali anche il Csva, centro servizi del volontariato, chiedono “di intervenire per apportare alcune essenziali correzioni: possono essere fatte alcune modifiche alla legge 266 ma è un grave errore culturale e umano che essa venga abrogata integralmente; alle Regioni devono restare compiti legislativi e di coordinamento; i centri servizio volontariato devono restare a servizio del volontariato e non essere stravolti”.
Il simbolo della manifestazione era una sveglia: “perchè ci dobbiamo svegliare prima che sia troppo tardi”, dice Pietro Moretti dell'associazione Vedrai, uno dei portavoce della protesta.
25/05/2017

Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus

Facebook


Centri sportivi: dalla Giunta la proposta per la ricerca di un partner privato
Centri sportivi: dalla Giunta la proposta per la ricerca di un partner privato
Alessandria-Arezzo 2-3. Le foto di Gianluca Ivaldi
Alessandria-Arezzo 2-3. Le foto di Gianluca Ivaldi
Inaugurato il nuovo laboratorio di chimica organica all'Istituto 'A.Volta'
Inaugurato il nuovo laboratorio di chimica organica all'Istituto 'A.Volta'
Viaggio nel mondo della sicurezza con l'Ispettorato del Lavoro di Alessandria
Viaggio nel mondo della sicurezza con l'Ispettorato del Lavoro di Alessandria
Da Osaka ad Alessandria
Da Osaka ad Alessandria
Bimbi in maschera e dolci sorprese per il Carnevale
Bimbi in maschera e dolci sorprese per il Carnevale
Carnevale al Cristo: le premiazioni
Carnevale al Cristo: le premiazioni
Carnevale al Cristo: la sfilata in corso Acqui
Carnevale al Cristo: la sfilata in corso Acqui
Droghe e alcol: impennata di consumo fra i più giovani
Droghe e alcol: impennata di consumo fra i più giovani
Case vuote, persone senza casa
Case vuote, persone senza casa