Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Regione

I "Si referendum contro la caccia" pronti a scendere in piazza

Manifestazione oggi a Torino del comitato promotore del referendum contro la caccia per impedire la modifica della legge e l'annullamento della consultazione elettorale regionale: "
Non molla il Comitato promotore del referendum contro la caccia. Mentre il Consiglio regionale sta facendo una corsa contro il tempo per varare una nuova legge sulla caccia che sostituisca quella che sarà oggetto della consultazione popolare, evitando quindi il ricorso alle urne (già fissato per il 3 giugno), i no-caccia sono pronti a “marciare” su palazzo Lascaris per chiedere con forza che il percorso democratico del referendum prosegua.
Oggi, lunedì, dalle 10 le associazioni che hanno promosso il referendum e tutte quelle che lo appoggiano manifesteranno davanti alla sede del Consiglio regionale.
“La decisione liberticida ed autoritaria della Regione Piemonte offende i sentimenti di chi crede nella libertà e nella partecipazione democratica. L’intera popolazione, e non solo chi ha a cuore la sorte degli animali selvatici, dovrebbe protestare e chiedere il rispetto della legalità” dice Piero Belletti per il Comitato che annuncia “forme non violente e legali di protesta”.
“Mentre in Provincia non trovano di meglio da fare che premiare il “valoroso” cacciatore che ha ucciso il terzo daino per grandezza sul territorio italiano, il cui palco di corna risulta un trofeo maestoso e degno di essere appeso quale risultato di una stagione piena di fatiche ed insidie, - aggiunge Silvia Berni di Lav Alessandria - in Regione si è in lotta contro il tempo per evitare il referendum che, dopo ben 25 anni di battaglie da parte del Comitato Promotore che all’epoca raccolse più di 60.000 firme degli allora cittadini contrari alla caccia. E tutto questo alla faccia della democrazia!”
I cacciatori piemontesi, secondo i dati Lav, rappresentano lo 0,6% della popolazione in Regione, ad una prima analisi della situazione, “parrebbe scontato lo stupore di come mai le istituzioni si prendono tanto a cuore una minoranza di persone così risicata” se non esistesse “una economia dietro le doppiette che nessuno può immaginare”.

30/04/2012

Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus

Facebook


Centri sportivi: dalla Giunta la proposta per la ricerca di un partner privato
Centri sportivi: dalla Giunta la proposta per la ricerca di un partner privato
Alessandria-Arezzo 2-3. Le foto di Gianluca Ivaldi
Alessandria-Arezzo 2-3. Le foto di Gianluca Ivaldi
Inaugurato il nuovo laboratorio di chimica organica all'Istituto 'A.Volta'
Inaugurato il nuovo laboratorio di chimica organica all'Istituto 'A.Volta'
Viaggio nel mondo della sicurezza con l'Ispettorato del Lavoro di Alessandria
Viaggio nel mondo della sicurezza con l'Ispettorato del Lavoro di Alessandria
Da Osaka ad Alessandria
Da Osaka ad Alessandria
Bimbi in maschera e dolci sorprese per il Carnevale
Bimbi in maschera e dolci sorprese per il Carnevale
Carnevale al Cristo: le premiazioni
Carnevale al Cristo: le premiazioni
Carnevale al Cristo: la sfilata in corso Acqui
Carnevale al Cristo: la sfilata in corso Acqui
Droghe e alcol: impennata di consumo fra i più giovani
Droghe e alcol: impennata di consumo fra i più giovani
Case vuote, persone senza casa
Case vuote, persone senza casa