Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Tortona

Gioco d’azzardo: il Comune adotta un nuovo provvedimento

Dal 20 gennaio su tutto il territorio comunale sarà vietato l'esercizio del gioco tramite apparecchi e congegni automatici, semiautomatici ed elettronici ovunque collocati dalla mezzanotte alle 14
TORTONA - Nel solco delle novità normative introdotte dalla Legge Regionale 2 maggio 2016, anche il Comune di Tortona è intervenuto a contenimento dei danni provocati a sempre più persone dalla ludopatia, quell’impulso a recuperare le perdite determinate dal gioco d’azzardo, dalle scommesse o dalle “macchinette”.
Attraverso l’adozione di un'ordinanza del 3 gennaio, l’Amministrazione Comunale intende porre rimedio al dilagante proliferare di apparecchiature per il gioco d’azzardo in città.

L’iniziativa era stata anticipata dall’assessore alla Sanità Marzia Barbieri, in risposta alla mozione del Movimento 5 Stelle presentata sul tema nell’ultimo Consiglio Comunale e ritirata proprio in virtù dell’impegno ad adottare tale provvedimento e altre iniziative di sensibilizzazione e a riferire nelle competenti Commissioni. Dal prossimo 20 gennaio pertanto su tutto il territorio comunale sarà vietato l'esercizio del gioco tramite apparecchi e congegni automatici, semiautomatici ed elettronici, ovunque collocati, dalla mezzanotte alle ore 14 di tutti i giorni compresi quelli festivi. Gli esercenti delle attività che ospiteranno queste apparecchiature avranno l’obbligo di spegnere, in tale orario, i suddetti apparecchi per il gioco tramite l'apposito interruttore elettrico o altro strumento analogo ed esporre all'esterno ed all’interno del locale la prevista cartellonistica informativa. Gli esercizi attivi ed operanti su tutto il territorio comunale, autorizzati come sale pubbliche per giochi leciti, sale bingo e sale di raccolta scommesse, dovranno osservare il nuovo orario che impone l’apertura non prima delle 8 e la chiusura non oltre le 24.

Sono escluse dalle limitazioni sopra descritte le attività di semplice divertimento ed intrattenimento, a cui possono accedere anche i minorenni e che, pur funzionando con l'introduzione di denaro oppure a fronte di pagamento per il loro utilizzo, non prevedono l'erogazione di vincite in denaro (ad esempio videogiochi, calciobalilla, flipper, biliardo, biliardini, bowling, freccette ecc.).

“Considerando la ludopatia un grave problema al quale prima della promulgazione della nuova Legge Regionale era difficile porre un freno - dichiara l’assessore alle Attività Economiche Marcella Graziano - l’Amministrazione Comunale di Tortona ha ora ritenuto di dover intervenire a livello locale, a contenimento del fenomeno, introducendo una significativa limitazione dell’orario di funzionamento delle “macchinette” e delle sale da gioco”.
5/01/2017

Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus

Facebook


Gig Economy e sindacato: la posizione della Uil
Gig Economy e sindacato: la posizione della Uil
Gig Economy in Piemonte: quali sono le problematiche?
Gig Economy in Piemonte: quali sono le problematiche?
Video dei Carabinieri: ecco alcuni istanti della violenta rapina a Pozzolo
Video dei Carabinieri: ecco alcuni istanti della violenta rapina a Pozzolo
Viterbese-Alessandria 1-1. Il dopo partita
Viterbese-Alessandria 1-1. Il dopo partita
Alessandria accessibile?
Alessandria accessibile?
Alessandria-Prato 2-2. Le foto di Gianluca Ivaldi
Alessandria-Prato 2-2. Le foto di Gianluca Ivaldi
Alessandria-Prato 2-2. Il dopo partita
Alessandria-Prato 2-2. Il dopo partita
Csi Model, Marco Biorci: la nave città di Alessandria
Csi Model, Marco Biorci: la nave città di Alessandria
Vittoria Oneto, Alessandria Photo Marathon: non solo foto
Vittoria Oneto, Alessandria Photo Marathon: non solo foto
Bernardotti e Valsecchi, Alessandria Photo Marathon: promozione della fotografia in città
Bernardotti e Valsecchi, Alessandria Photo Marathon: promozione della fotografia in città