Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Alessandria

Gianfranco Cuttica risponde al nostro test

Ecco le risposte dettagliate e le precisazioni di Gianfranco Cuttica di Revigliasco (Centro destra) in merito al nostro test su 10 dei quesiti chiave al centro della campagna elettorale per l'elezione del nuovo sindaco
ALESSANDRIA - Ecco le risposte dettagliate e le precisazioni di Gianfranco Cuttica di Revigliasco (Lega Nord, Forza Italia Berlusconi con Cuttica, Fratelli d'Italia Cuttica Sindaco, SiAmo Alessandria) in merito al nostro test su 10 dei quesiti chiave al centro della campagna elettorale per l'elezione del nuovo sindaco.

1 - Il centro cittadino deve essere progressivamente chiuso alle auto per stimolare l'utilizzo di altri mezzi di trasporto meno inquinanti e favorire la costituzione di un centro commerciale naturale più a misura d'uomo, visitabile a piedi o in bicicletta: nel corso dei prossimi 5 anni si dovrà arrivare a una vera ztl attiva 7 giorni su 7 dalle 8 alle 20.

RISPOSTA: Tendenzialmente favorevole
ARGOMENTAZIONE/PRECISAZIONE: Non è dalle sole intenzioni amministrative che si possa prevedere l'istituzione di ztl attive 7/7 ma dalle reali condizioni economiche e di sviluppo che si determinano. 

2 - Alessandria è e deve continuare a essere una città accogliente: ospitare giovani migranti da Paesi più poveri è un dovere morale e può anche rivelarsi un'opportunità economica da valorizzare

RISPOSTA: Contrario
ARGOMENTAZIONE/PRECISAZIONE: Alessandria deve ritrovare una sua dimensione economica e sociale per essere in grado di poter accogliere adeguatamente flussi migratori. Oggi la situazione risulta fortemente penalizzante e di impatto su di una realtà già di per se in crisi.
Non condivido la prospettiva di New economy basata sull'accoglienza in quanto, e non solo in Alessandria, produce reddito solo per alcune organizzazioni cooperativistiche, ed i costi finanziari e sociali sono a carico della comunità. 

3 - I cittadini devono essere maggiormente coinvolti nelle decisioni, sia in fase consultiva che deliberativa. Occorre istituire entro i prossimi 5 anni strutture come i consigli di quartiere e un bilancio partecipativo che dia risorse dirette a ciascun quartiere da spendere secondo le priorità e le modalità scelte dalle assemblee dei cittadini

RISPOSTA: : Tendenzialmente favorevole
ARGOMENTAZIONE/PRECISAZIONE: Sono in sintonia con la necessità di avere referenti nei diversi sobborghi e quartieri. Mentre sono meno ottimista sulle possibilità di rimettere in piedi al momento consigli di quartiere e varie sedi di rappresentanza in considerazione dei costi economici. 

4 - In un periodo di risorse scarse la priorità va data al potenziamento della sicurezza dei cittadini: i primi fondi disponibili dovranno essere utilizzati per migliorare la videosorveglianza e dotare di maggiori risorse il corpo di Polizia municipale (anche a scapito di interventi dedicati alla cultura, alle infrastrutture, al commercio)

RISPOSTA: Molto favorevole
ARGOMENTAZIONE/PRECISAZIONE: La sicurezza dei cittadini e degli ospiti è una condizione prioritaria per la vita della comunità e "conditio sine qua non" per pensare ad uno sviluppo della città. 

5 - La continuità amministrativa è un principio imprescindibile per portare avanti grandi programmi di cambiamento in città. Per questo è importante garantire la prosecuzione delle iniziative intraprese dalle Giunta precedente: fra di esse il grande piano legato al Teleriscaldamento, il piano urbano di mobilità sostenibile, il protocollo d'intesa per la valorizzazione della Cittadella

RISPOSTA: Tendenzialmente favorevole
ARGOMENTAZIONE/PRECISAZIONE:   Non condividendo l'atteggiamento di "damnatio memoriae" messo in campo nel passato in relazione ad iniziative poste in essere da signore amministrazioni come quella della ex sindaco Calvo, è altrettanto chiaro che non intendo attuare lo stesso criterio nei confronti della presente amministrazione. Tuttavia credo che ognuna delle iniziative citate vada attentamente vagliata alla luce del tipo di sviluppo che si prevede e non accettata come un dogma indiscutibile. 

6 - La partnership pubblico - privato è l'unica via ancora sostenibile per la gestione di servizi in città, anche nel caso in cui il partner privato detenga la quota di maggioranza. La privatizzazione e l'esternalizzazione vanno incentivate perché contengono i costi e offrono una qualità solitamente più alta rispetto alla gestione pubblica dei medesimi servizi

RISPOSTA: Tendenzialmente contrario
ARGOMENTAZIONE/PRECISAZIONE: Posto che la macchina comunale va valorizzata così come le sue indubbie professionalità, occorre precisare che la componente pubblica, in caso di partnership con il privato deve comunque poter esercitare potere di indirizzo e di controllo su tali realtà e se la condizione di essere socio di minoranza escludesse tale possibilità, avremmo ceduto all'interesse di privati il bene della nostra comunità.

7 - Chi è nato e cresciuto ad Alessandria deve godere di una corsia preferenziale per la fruizione di servizi e per l'eventuale erogazione di sussidi. Tale criterio deve venire prima rispetto alla considerazione di altri fattori di necessità (reddito, grandezza del nucleo familiare, etc)

RISPOSTA: Favorevole
ARGOMENTAZIONE/PRECISAZIONE: Il problema non è porre in competizione i due parametri ( cittadinanza e criteri di reddito) semmai, pur nel rispetto dei criteri di reddito, avere una considerazione particolare per coloro che da anni hanno contribuito alla vita della città e che oggi si trovano in stato di disagio. Non condivido il principio di rottamazione dell'anziano o indigente cittadino Italiano o alessandrino solo per il fatto che esistono altri soggetti cui qualcuno ritiene più " conveniente" erogare sussidi e supporti.

8 - Il sindaco nel suo operato deve prestare particolare attenzione alla tutela delle radici tradizionali della nostra comunità, preservandola dai rischi che nuovi modelli di società e l'allargamento di una certa quota di diritti possono rappresentare (con particolare riferimento alle radici cattoliche e alla tutela del modello di famiglia tradizionale)

RISPOSTA: Favorevole
ARGOMENTAZIONE/PRECISAZIONE: Particolare attenzione alla famiglia tradizionale senza ombra di dubbio, agevolandola nella funzione educativa e di crescita delle generazioni future, pur nel rispetto di chi opta per scelte alternative, nel rispetto delle norme vigenti. 

9 - La raccolta dei rifiuti, per raggiungere maggiori livelli di differenziazione, igiene ed efficienza, nei prossimi 5 anni dovrà tornare gradualmente a un modello porta a porta, con la scomparsa dei cassonetti in strada

RISPOSTA: Tendenzialmente favorevole
ARGOMENTAZIONE/PRECISAZIONE: Tendenzialmente favorevole nel senso che tale sistema se potesse giocare su di un'effettiva valorizzazione del differenziato coprendone i costi di raccolta, dovrebbe portare l'utente a dover sostenere i soli costi di produzione dell'indifferenziato. Qualora tutto ciò fosse sostanzialmente impossibile, occorrerà rivedere sistemi e modelli di smaltimento e di recupero. 

10 - Alessandria ha una forte potenzialità turistica. E' questo il nostro futuro: puntare sull'enogastronomia, sul Monferrato, sulla Cittadella, sul polo di Marengo e sulla posizione strategica di cui la città gode. La sfida dei prossimi 5 anni sarà sviluppare queste potenzialità, concentrando le risorse qui piuttosto che sulla logistica e l'industria.

RISPOSTA: Molto favorevole
ARGOMENTAZIONE/PRECISAZIONE: Anche in questo caso non mi pare corretto porre in competizione industria e turismo. Credo che nelle condizioni attuali possano e debbano coesistere insieme ad una naturale vocazione commerciale di Alessandria. Posso assicurare che i punti di riferimento per un interesse turistico vanno ben oltre a Marengo e alla Cittadella ( si vedo lo stesso ponte Maier o la presenza del più antico ciclo di affreschi su re Artù a livello europeo o i mosaici di Severini) ma la posizione stessa di Alessandria le consentirebbe di reinventarsi come la "porta" di un "brand" ben più ampio e importante quale è il Monferrato. 
29/05/2017

Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus

Facebook


Arzachena-Alessandria 0-0. Il dopo partita
Arzachena-Alessandria 0-0. Il dopo partita
Arti tra le mani
Arti tra le mani
Alessandria-Prato, le foto di Gianluca Ivaldi
Alessandria-Prato, le foto di Gianluca Ivaldi
Con il Festival Adelio Ferrero quattro giorni di cinema e critica
Con il Festival Adelio Ferrero quattro giorni di cinema e critica
Alessandria-Prato 1-0. Il dopo partita
Alessandria-Prato 1-0. Il dopo partita
Monza-Alessandria 1-1. Il dopo partita
Monza-Alessandria 1-1. Il dopo partita
Alecomics 2017: le splendide foto di Vittorio Destro
Alecomics 2017: le splendide foto di Vittorio Destro
La Polizia vista da vicino, porte aperte per la festa del patrono
La Polizia vista da vicino, porte aperte per la festa del patrono
Sentiero 748: il percorso ad anello sulle cime di Mombello
Sentiero 748: il percorso ad anello sulle cime di Mombello
M5S: strade dissestate di città e sobborghi. Si interverrà?
M5S: strade dissestate di città e sobborghi. Si interverrà?