Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Alessandria

Gestione e manutenzione fontane e acque reflue nei sottopassi ad Amag Reti Idriche

Una "unificazione" dei servizi di gestione e manutenzione (ordinaria e straordinaria) per fontane, fontanelle e impianti di sollevamento acque reflue di sottopassi stradali e ferroviari sotto un unico "contratto di servizio in house providing" ad Amag Reti Idriche. Con un piccolo risparmio per il Comune e "maggiore cura e decoro da una azienda partecipata..."
 ALESSANDRIA - “Il Comune di Alessandria è tenuto a garantire la sicurezza della viabilità e di tutti gli spazi pubblici presenti sul proprio territorio nelle diverse condizioni meteorologiche ivi comprese quelle estreme e particolari che si manifestano nelle varie stagioni dell’anno, con particolare riferimento ai sottopassi stradali e ferroviari presenti su strade comunali spesse volte suscettibili di allagamenti in dipendenza di precipitazioni piovose di grande entità gravanti sulle relative stazioni di sollevamento, sollecitate da anomale portate reflue, nonché del corretto funzionamento di fontane e fontanette site su spazi pubblici di proprietà comunale”. Queste le premesse nella delibera della giunta di Palazzo Rosso per l'affidamento e accorpamento di tutti questi servizi di gestione e manutenzione ordinaria e straordinaria in un unico “contratto di servizio in house providing” ad Amag Reti Idriche.

Non che negli anni scorsi il servizio venisse svolto da altri, visto che Palazzo Rosso era “impossibilitato a provvedere direttamente alla gestione e relativa manutenzione ordinaria e straordinaria degli impianti in questione, sia per mancanza di mezzi tecnici adeguati, che per mancanza di specifiche professionalità di settore al proprio interno”. Ma le tre tipologie di intervento erano state affidate con contratti separati e ognuno di questi era ormai scaduto da fine 2017 (sebbene Amag abbia proseguito nella sua attività ancora per questo periodo scoperto da contratto ad occuparsene). “Oggi li accorpiamo tutti e anche con un piccolo, ma simbolico, risparmio per il Comune di 5 mila euro” sono state le parole dell'assessore ai Lavori Pubblici, Giovanni Barosini in commissione con tutti i tecnici del Comune per spiegare l'atto e anche per dare un quadro della situazione attuale di alcune fontane, fontanelle....Un costo complessivo di 90 mila euro (+IVA) per i tre servizi con una quota a margine di 10 mila euro circa (+IVA) per le eventuali sostituzioni di pezzi strutturali o simili.

Si sta infatti parlando di 15 sottopassi tra stradali e ferroviari come quello di via Ventolina che è uno di quelli che ha sempre maggiori problematiche in termini di allagamenti, o quello per strada dei Bagliani, vicino al ponte Tiziano. Poi ci sono circa una decina di fontane come “piazza Matteotti, piazza Valfrè, piazza Santo Stefano, piazza 8 Marzo,....”. Ed è proprio su alcune di queste che sono già in corso lavori grossi di manutenzione per rimetterle in funzione. “Alla fontana di piazza 8 Marzo serviva una completa ristrutturazione – spiegano i tecnici comunali – Mentre per la fontana Marinai d'Italia una parte dei lavori strutturali è già stata eseguita, mentre la restante manutenzione contiamo possa concludersi (e quindi restituirla alla città) per la metà di giugno”.

Oltre 70 sono invece le fontanelle presenti tra città e sobborghi: “queste sono tutte in funzione”. Salvo quando arrivano segnalazioni per i singoli casi di malfunzionamento o rottura di pezzi (ad esempio del rubinetto a pulsante che è piuttosto fragile.

“Visto il nuovo contratto di servizio, avrei inserito anche i bagni pubblici e magari i laghetti” sono state le parole del capogruppo 5 Stelle, Michelangelo Serra. Che però per l'assessore Barosini sono un discorso a parte. “Io sono dubbioso sui bagni pubblici e tecnicamente non abbiamo ritenuto opportuno inserirli perché non è così semplice trovare (e a basso costo) soluzioni che garantiscano il decoro urbano”. Anche i laghetti non sono stati inseriti perché su quello del Villaggio Fotovoltaico, che al momento necessita di una decisione sul suo futuro, si sta valutando cosa fare...”anche se la strada che vorrei intraprendere è quella di ripristinarlo....ma bisogna anche in questo caso reperire fondi” sono le parole molto chiare dell'assessore.

Che assicura di avere la massima attenzione anche sulle “caditoie” sulla loro pulizia e manutenzione: “giusto oggi ci incontreremo con Cassa Depositi e Prestiti per gli stanziamenti di 400 mila euro per il primo anno e altrettanti per il secondo perché le 20 mila caditoie cittadine sono una nostra priorità!”.
30/05/2018

Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus

Facebook


Centri sportivi: dalla Giunta la proposta per la ricerca di un partner privato
Centri sportivi: dalla Giunta la proposta per la ricerca di un partner privato
Alessandria-Arezzo 2-3. Le foto di Gianluca Ivaldi
Alessandria-Arezzo 2-3. Le foto di Gianluca Ivaldi
Inaugurato il nuovo laboratorio di chimica organica all'Istituto 'A.Volta'
Inaugurato il nuovo laboratorio di chimica organica all'Istituto 'A.Volta'
Viaggio nel mondo della sicurezza con l'Ispettorato del Lavoro di Alessandria
Viaggio nel mondo della sicurezza con l'Ispettorato del Lavoro di Alessandria
Da Osaka ad Alessandria
Da Osaka ad Alessandria
Bimbi in maschera e dolci sorprese per il Carnevale
Bimbi in maschera e dolci sorprese per il Carnevale
Carnevale al Cristo: le premiazioni
Carnevale al Cristo: le premiazioni
Carnevale al Cristo: la sfilata in corso Acqui
Carnevale al Cristo: la sfilata in corso Acqui
Droghe e alcol: impennata di consumo fra i più giovani
Droghe e alcol: impennata di consumo fra i più giovani
Case vuote, persone senza casa
Case vuote, persone senza casa