Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Alessandria

Farm.AL e la "sotto-società di cui nessuno sa niente"

Audizione in commissione Bilancio di un membro del CdA di Farm.AL la società pubblico-privata che gestisce le farmacie comunali. "Ultimi due bilanci in utile, con netto miglioramento nel 2015". Ma ad insospettire la minoranza- il consigliere Locci - è la società con sede a Roma costituita dalla stessa Farm.AL "ma di cui non ci è stata data notizia"
 ALESSANDRIA - Se già di Farm.AL si sa poco (tanto che è stato necessario convocare una commissione Bilancio per avere notizie sulle condizioni e sulle criticità di questa società, partecipata per il 20% del Comune di Alessandria e per il resto privata), ancora meno nota è la società che ha costituito, poco prima del 2013, a Roma, denominata Rondò S.r.l. Nata da “una costola” anche del Comune, “a noi non è stato detto niente e nulla sappiamo su questa sotto società” puntualizza il consigliere Emanuele Locci rivolgendosi all'avvocato Marco Gagliardi, membro del CdA di Farm.AL che si è confrontato con i consiglieri comunali. Una società, la Rondò S.r.l., che si occupa di “Ricerca e sviluppo sperimentale nel campo delle scienze sociali e umanistiche"...che non si sa bene cosa centri con l'ambito delle farmacie. “Ma perché ho questo brutto vizio di leggere i documenti? - ironizza Locci sulla sua pagina Facebook #SenzaPaura - Ora ho chiesto di fornirmi tutti i bilanci e documenti di questa società”. E il consigliere di Farm.AL si è preso l'incarico di dare tutta la documentazione e tutte le informazioni in breve tempo, spiegando solo in commissione che si tratta di una “società che non svolge attività operativa, ma che era stata pensata come struttura per ulteriori occasioni sul mercato”. Scatole cinesi per il presidente Giovanni Barosini.

Ma la presenza di un vertice del Consiglio di Amministrazione è stata talmente “sorprendente” da essere gradita e sfruttata a pieno: molte sono state le questioni sollevate dai consiglieri di minoranza. Come ad esempio i diversi “spostamenti” di sede delle farmacie gestite da questa partnership pubblico-privata. Scelte “non condivise” - come ammettono il consigliere Sciaudone e il presidente della Lega Nord, Sarti – per lo spostamento della farmacia dalla Pacto agli Archi; ma anche per quella “che ha già cambiato diverse volte location” al Cristo e che oggi si trova “in un incrocio, molto trafficato e poco agevole”. Che motivazioni e quali scelte ci sono dietro?

“Si tratta di scelte e di investimenti, dato che nella posizione geografica in cui si trovavano prima non davano profitto. Quella della Pacto era- delle 7 farmacie gestite da Farm.AL – una delle più sofferenti”. Al possibile disagio creato ai clienti che uscivano o che si trovavano in zona ospedale “la sfida che ci poniamo per il 2016 è di offrire dei servizi integrativi, che possano supplire allo spostamento”spiega Gagliardi. E in materia di “nuove sedi”...che si dice dello spostamento davanti alla stazione ferroviaria, in uno degli immobili fatiscenti? “Ad oggi non sono previsti spostamenti...forse nel futuro se ci fosse occasione di investimenti....”frena subito il membro del CdA aziendale.

Un utile positivo per gli ultimi due anni, il 2014 e il 2015, con una crescita da 22 mila euro a 64 mila, dopo anni di sofferenze e dopo aver dovuto fare i conti con un notevole indebitamento: “i frutti iniziamo a vederli solo ora”. “Negli ultimi anni sotto il profilo operativo c'è stata una crescita del fatturato dei prodotti farmaceutici, stabile sopra i 12 milioni”. Ma poi ci sono da considerare i sempre minori trasferimenti, le criticità di settore (con un mercato sempre più difficile dato l'aspetto sociale del servizio e la necessità di fare investimenti anche per ottenere la “fidelizzazione” del cliente. Uno dei maggiori servizi messi in campo su questa attività era quello della “farmacia di servizio”, che oggi vede qualche difficoltà operativa “che speriamo di risolvere in breve tempo. Magari allargando anche ad altre sedi questi servizi di misurazione come l'holter cardiaco ad esempio”.

Sul fronte occupazionale? Due o tre i licenziamenti da quando è nato il connubio pubblico-privato, con una diminuzione di personale “che si vuole cercare, con il miglioramento del profilo economico-patrimoniale, di sanare adeguando la composizione alle esigenze operative” ha spiegato Gagliardi. Che ha anche confermato la “gestione dei rapporti di lavoro sempre veicolata dai sindacati”, senza quindi attrito. Ma con un contratto che oggi è del settore del commercio “e non è più quello di Assofarma come era stato garantito in sede di accordo pubblico- privato” riscontra Locci. Che con il suo nuovo lavoro (#DilloaLocci) di “raccolta di segnalazioni dalla cittadinanza” porta all'attenzione anche un problema “ambientale”. “La gente vede spesso andare nella farmacia di largo Catania la società Petroltecnica, che si occupa di bonifica d idrocarburi. Visto che prima lì c'era un distributore di benzina...non è che c'è ancora inquinamento ambientale non del tutto bonificato?”. “Nessuna criticità, né pericolo di inquinamento ambientale- risponde sinteticamente il consigliere di Farm.AL, promettendo di informarsi e di far pervenire ai consiglieri tutte le risposte dettagliate sul caso Petroltecnica.
28/05/2016

Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus

Facebook


Centri sportivi: dalla Giunta la proposta per la ricerca di un partner privato
Centri sportivi: dalla Giunta la proposta per la ricerca di un partner privato
Alessandria-Arezzo 2-3. Le foto di Gianluca Ivaldi
Alessandria-Arezzo 2-3. Le foto di Gianluca Ivaldi
Inaugurato il nuovo laboratorio di chimica organica all'Istituto 'A.Volta'
Inaugurato il nuovo laboratorio di chimica organica all'Istituto 'A.Volta'
Viaggio nel mondo della sicurezza con l'Ispettorato del Lavoro di Alessandria
Viaggio nel mondo della sicurezza con l'Ispettorato del Lavoro di Alessandria
Da Osaka ad Alessandria
Da Osaka ad Alessandria
Bimbi in maschera e dolci sorprese per il Carnevale
Bimbi in maschera e dolci sorprese per il Carnevale
Carnevale al Cristo: le premiazioni
Carnevale al Cristo: le premiazioni
Carnevale al Cristo: la sfilata in corso Acqui
Carnevale al Cristo: la sfilata in corso Acqui
Droghe e alcol: impennata di consumo fra i più giovani
Droghe e alcol: impennata di consumo fra i più giovani
Case vuote, persone senza casa
Case vuote, persone senza casa