Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Alessandria

Pdl diviso sulla scelta del capogruppo. Spunta il nome di Locci

Ancora nessuna certezza su chi sarà la guida del gruppo di minoranza in Consiglio comunale. L'argomento doveva essere affrontato nella riunione del coordinamento cittadino Pdl di ieri pomeriggio, ma la comunicazione della Procura della Corte dei Conti ha fatto slittare la scelta. Il partito diviso tra Fabbio e Locci
La comunicazione della Procura della Corte dei Conti arrivata nel pomeriggio di ieri, relativa all'alleggerimento del "danno erariale ipotizzato" per l'ex amministrazione Fabbio, ha "sconvolto" l'ordine dei lavori della riunione del coordinamento provinciale del Popolo della Libertà. L'assemblea che si è tenuta nel tardo pomeriggio di ieri alla sede di via Mazzini avrebbe dovuto fare una sorta di "analisi" del risultato elettorale ottenuto in queste amministrative e avrebbe dovuto trattare la questione "nodale" di chi prenderà in mano le sorti del gruppo Pdl nella minoranza del Consiglio comunale.
Invece l'argomento clou è stata la comunicazione inviata all'ex sindaco Piercarlo Fabbio, all'ex assessore Vandone e all'allora ragioniere capo Ravazzano, oltre ad alcuni membri della Giunta e ai 23 consiglieri (allora) di maggioranza, di danno erariale, ipotizzato dall'organo giurisdizionale in 10 milioni di euro (rispetto ai 39 iniziali).

Sono stati comunque due gli interventi: uno di richiamo a fare "autocritica" da parte dei vertici del coordinamento provinciale, mentre l'altro ad opera dell'ex primo cittadino. Piercarlo Fabbio, come aveva già affermato nell'intervista rilasciata ad Alessandrianews, ha "accusato", se così si può dire, la situazione nazionale sfavorevole e ostile.
Nessun nome è uscito fuori dalle sale di via Mazzini nella giornata di ieri. Mentre numerose solo le ipotesi, le voci che circolano negli ambienti del partito. Se l'ex sindaco non sembra voler fare "passi indietro", appoggiato da alcuni fedelissimi, altri esponenti pidiellini sembrano invece voler accogliere "l'aria di novità", proposta dal consigliere che ha preso più voti in queste elezioni, Emanuele Locci. Sembra infatti che il suo nome sia uno dei più "papabili" tra le candidature a capogruppo Pdl in Consiglio. Lui stesso su Facebook e sul suo blog, ha più volte rilanciato l’idea e la necessità di un cambio ai vertici della classe politica, ormai “vecchia”. Proposta che sembra "fare felici" quei rappresentanti del partito che da tempo non appoggiano più la politica dell'ex sindaco Fabbio.
Emanuele Locci non conferma e non smentisce, ma dichiara: “se devo fare il capogruppo del Pdl lo voglio fare per un gruppo coeso, non a metà. Ovvero vorrei che tutto il gruppo appoggiasse la mia candidatura e non ci fossero posizioni ostili. Altrimenti meglio una carica istituzionale, e non politica, che corrisponda al mio risultato elettorale, come ad esempio il ruolo di vicepresidente vicario del Consiglio”. Locci parla di un clima “surreale” nel corso della riunione di ieri pomeriggio: “non è emerso nessun tipo di conflitto aperto tra i membri del partito, se non il mio che è generazionale”.
La decisione definitiva è attesa per i prossimi giorni, quando il gruppo consigliare del Pdl si riunirà per decidere, a maggioranza, chi sarà la guida in Consiglio per i prossimi 5 anni.
30/05/2012

Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus

Facebook


Droghe e alcol: impennata di consumo fra i più giovani
Droghe e alcol: impennata di consumo fra i più giovani
Case vuote, persone senza casa
Case vuote, persone senza casa
Mostra veri corpi al Centro Congressi Alessandria
Mostra veri corpi al Centro Congressi Alessandria
Gioco d'azzardo: i conti non tornato
Gioco d'azzardo: i conti non tornato
Uici, cinque posti letto per studenti fuori sede
Uici, cinque posti letto per studenti fuori sede
Il Decreto Sicurezza spacca gli Enti Locali
Il Decreto Sicurezza spacca gli Enti Locali
Grave episodio a Tortona
Grave episodio a Tortona
Sindacati in piazza contro il Governo: tagli inaccettabili alle pensioni
Sindacati in piazza contro il Governo: tagli inaccettabili alle pensioni
Ex Simple Minds trascinatori della festa di Capodanno
Ex Simple Minds trascinatori della festa di Capodanno
Inaugurato il Bosco Rotariano
Inaugurato il Bosco Rotariano