Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Alessandria

Botta e risposta Lega- M5S: "demagogia di chi usa due pesi e due misure"

Il botta e risposta tra i due gruppi politici alessandrini e sul "caso Molina" e le parole del Movimento sulla nomina non del tutto trasparente, oltre che sul contratto e compenso, del neo nominato coordinatore dell'Ufficio di Gabinetto del sindaco. Lega Nord: "cari 5 Stelle, Alessandria non è Torino, né Roma. E neppure Acqui Terme"
 ALESSANDRIA - "Il vizio d’usare due pesi e due misure per giudicare un’informazione pare essere un’abitudine cui il Movimento 5 Stelle non vuol proprio rinunciare, anche a costo di concentrarsi così tanto sulle (presunte) pagliuzze negli occhi altrui da non riuscire a vedere le travi nei propri. La notizia, battuta da alcuni quotidiani alessandrini, di presunte irregolarità riscontrate dal Movimento 5 Stelle in merito alla nomina di Roberto Molina, Capo di Gabinetto del Sindaco di Alessandria, Gianfranco Cuttica di Revigliasco, lascia quantomeno esterrefatti e sbigottiti, soprattutto perché la nomina è stata assegnata con la massima trasparenza, secondo la normativa e le leggi vigenti". Questo è l'incipit del comunicato stampa della sezione cittadina della Lega Nord dopo l'uscita dei 5 stelle sui dubbi in merito alla nomina di Molina e sulla volontà dei grillini di attivare i propri legali per "vederci chiaro" .

"Due pesi e due misure, però, paiono davvero essere un punto fermo dell’etica pentastellata: non è soltanto il caso di Roma, con il valzer di Capi di Gabinetto di Virginia Raggi, o di Torino, con il recente falso in bilancio, i recenti avvisi di garanzia per omicidio colposo in relazione ai tragici eventi di piazza San Carlo e le evidenti problematiche emerse nei mesi di governo sulla città. Non è necessario, anzi, andar troppo lontano: è sufficiente spostarsi di qualche chilometro per incappare nello strano caso di Acqui Terme, dove come “supporto al Sindaco” sono stati nominati ben due candidati, uno dei quali ex consigliere comunale della città e capofila del Movimento" prosegue la Lega nel suo botta e risposta con i 5 Stelle.

"Un dispiegamento di forze notevole, insomma, per una cittadina che conta un numero di abitanti corposo ma non tale da giustificare simili risorse – e, ça va sans dire- simili costi, che pare superino i sessantamila euro annui. Desta qualche perplessità, del resto, il fatto che una città come Alessandria, con 93 mila abitanti, conti sul lavoro di un solo Capo di Gabinetto mentre il Comune di Acqui Terme – che di abitanti ne conta circa 20 mila– abbia addirittura la necessità di avere due addetti alla comunicazione, con una spesa, ovviamente, maggiore".

"Accanto all’amarezza - conclude il Carroccio - nel constatare, ancora una volta, che la demagogia è una caratteristica irrinunciabile per il Movimento 5 Stelle, resta il desiderio di verificare con ancora più cura, d’ora innanzi, in quali e quanti casi la pagliuzza nell’occhio degli avversari faccia dimenticare ai pentastellati la trave che è nascosta tra le loro ciglia".

11/11/2017

Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus

Facebook


I Grigi tornano a casa con una serata di gala
I Grigi tornano a casa con una serata di gala
Lucchese-Alessandria, il dopo gara
Lucchese-Alessandria, il dopo gara
Alessandria-Olbia, le foto di Gianluca Ivaldi
Alessandria-Olbia, le foto di Gianluca Ivaldi
Comitato Alluvionati al Palazzo Lascaris
Comitato Alluvionati al Palazzo Lascaris
Il Comitato in partenza per la manifestazione
Il Comitato in partenza per la manifestazione
Il Comitato alluvionati a Palazzo Lascaris
Il Comitato alluvionati a Palazzo Lascaris
Fulmine colpisce un albero davanti all'ospedale
Fulmine colpisce un albero davanti all'ospedale
Bestiario della Cittadella
Bestiario della Cittadella
Giana Erminio-Alessandria 2-2. Il dopo partita
Giana Erminio-Alessandria 2-2. Il dopo partita
Alessandria-Pisa 0-2. Il dopo partita
Alessandria-Pisa 0-2. Il dopo partita