Alessandria

Barosini: "San Michele, sobborgo dimenticato?"

"Sobborgo di San Michele, sobborgo dimenticato?". A chiederselo Ŕ Giovanni Barosini, presidente Udc che sulla materia presenterÓ un'interpellanza. Molte le problematiche irrisolte: dal passaggio continuo di mezzi pesanti, che sostano nell'unica piazza del paese per arrivare al deterioramento di strade e marciapiedi. "Non si fa nulla?"
 ALESSANDRIA - "Sobborgo di San Michele, sobborgo dimenticato?". A chiederselo è Giovanni Barosini, presidente Udc. "Rimangono irrisolti i problemi di viabilità - da me plurisegnalati spiega il capogruppo di opposizione -inerenti al pesante traffico di trattori con rimorchi di materiale biogas diretti alla centrale ubicata nel Comune di Quargnento". Tale flusso sembra continuare ininterrotto ed ha "indubbiamente provocato un serio deterioramento del manto stradale di via Remotti, ma soprattutto - come segnalano i residenti - rappresentano un serio pericolo per i bambini e persone che transitano nella zona, quindi scuole, abitazioni e ufficio postale, oltre al disturbo per i rumori che superano la normale tollerabilità".

E non sembrano essere finite le problematiche del sobborgo di San Michele: "il marciapiede in via Casale?" chiede ironicamente Barosini che su questi quesiti ancora irrisolti ha in serbo una interpellanza per l'amministrazione comunale. Che si chiede: "a proposito di viabilità, è normale che l'unica piazza di San Michele sia utilizzata come parcheggio notturno e diurno dai tir?Perché non si fa nulla?".
30/06/2016
Redazione - redazione@alessandrianews.it