Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Alessandria

Atm, ore decisive, ma il destino sembra ormai scritto

Il consiglio comunale sarà chiamato ad esprimersi sul futuro di Atm, azienda messa in liquidazione. Intanto ne discutono i sindacati, fino ad oggi “tenuti fuori” dai processi decisionali e la commissione bilancio, primo passaggio istituzionale prima del consiglio
ALESSANDRIA – E' già al lavoro il liquidatore unico Marco Panelli, nominato dall'assemblea dei soci Atm, contestualmente alla messa in liquidazione dell'azienda di trasporto alessandrina. Secondo le linee dettate dalla giunta comunale di Alessandria, che dovranno però essere confermate dal consiglio comunale, non c'è scampo, ormai, per Atm che potrebbe essere “smembrata” e assorbita in parte da Amag.
In questa direzione va infatti l'atto di indirizzo, che si è concretizzato con la scelta dell'assemblea, formalizzata davanti allo studio notarile di Torino.
“Azienda che produce debiti”, avevano sentenziato l'assessore al bilancio Giorgio Abonante e il presidente del consiglio di amministrazione (dimessosi con la nomina del liquidatore) Giancarlo Quagliotti. Oltre 8 milioni di euro quelli accertati dopo l'esame del bilancio da parte del team Quagliotti.
E' probabile che ora il liquidatore procederà ad un ulteriore accertamento di debiti e crediti, tentando di salvare il salvabile, tenendo però conto che il servizio trasporto non si può sospendere.
Amag, ancora una volta, potrebbe essere chiamata al salvataggio. Sembra questa la direzione verso sui tenderebbe l'amministrazione comunale.
E i dipendenti? Fino ad oggi i sindacati sono stati informati a cose più o meno fatte. Posto che il loro obiettivo sarà quello di salvaguardare il più possibile l'occupazione, dall'ultima commissione consiliare – quella in cui l'amministratore Quagliotti ha aperto lo “squarcio” sulla situazione – ne sono stati lasciati fuori. Oggi, martedì, dovrebbero incontrare a Torino il liquidatore e trarre qualche indicazione utile sul destino degli oltre 200 dipendenti.
L'ultimo piano industriale, poi bocciato dalla giunta, preveda una trentina di esuberi. Fino all'ultimo si è sperato che potessero essere riassorbiti in altre posizioni. Oggi si vedrà.
Intanto domani è convocata dal presidente Gianni Barosini una nuova riunione della commissione bilancio, insieme alla commissione territorio. Il tema è molto più ampio, in verità. Ci sarà da discutere anche del piano di mobilità triennale e dell'adesione agenzia unita regionale. Atto “scontato”, il secondo, visto che l'agenzia regionale è già partita. La discussione sul piano di mobilità cittadina arriva, invece, proprio in concomitanza con la scomparsa di Atm. Più che di linee guida, quindi non si potrà parlare, con quell'obiettivo di incrementare il trasporto pubblico e ridisegnare il traffico cittadino. Resta da capire chi lo farà.
29/03/2016

Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus

Facebook


Centri sportivi: dalla Giunta la proposta per la ricerca di un partner privato
Centri sportivi: dalla Giunta la proposta per la ricerca di un partner privato
Alessandria-Arezzo 2-3. Le foto di Gianluca Ivaldi
Alessandria-Arezzo 2-3. Le foto di Gianluca Ivaldi
Inaugurato il nuovo laboratorio di chimica organica all'Istituto 'A.Volta'
Inaugurato il nuovo laboratorio di chimica organica all'Istituto 'A.Volta'
Viaggio nel mondo della sicurezza con l'Ispettorato del Lavoro di Alessandria
Viaggio nel mondo della sicurezza con l'Ispettorato del Lavoro di Alessandria
Da Osaka ad Alessandria
Da Osaka ad Alessandria
Bimbi in maschera e dolci sorprese per il Carnevale
Bimbi in maschera e dolci sorprese per il Carnevale
Carnevale al Cristo: le premiazioni
Carnevale al Cristo: le premiazioni
Carnevale al Cristo: la sfilata in corso Acqui
Carnevale al Cristo: la sfilata in corso Acqui
Droghe e alcol: impennata di consumo fra i più giovani
Droghe e alcol: impennata di consumo fra i più giovani
Case vuote, persone senza casa
Case vuote, persone senza casa