Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Alessandria

Anagrafe pubblica degli eletti: i cittadini potranno "controllare" i politici

Forse per la fine dell'anno - comunque dopo la pausa estiva - sarà possibile avere pubblicati sul sito del Comune le situazioni patrimoniali dei politici, di coloro che i cittadini hanno eletto. Questo è il provvedimento messo in atto dalla maggioranza in materia di "trasparenza dei titolari di cariche elettive e di governo"
 ALESSANDRIA - Trasparenza prima di tutto. Una “anagrafe pubblica degli eletti”, che un gruppo di consiglieri comunali aveva già sottoscritto un anno fa insieme a Libera. Ora questo patto diventa una proposta di deliberazione del consigliere Roberto Massaro e del Pd, “ma che interpreta una esigenza comune anche ad altri gruppi politici, vista la necessità di far tornare una certa sintonia tra cittadini e mondo politico”. Dopo la pausa estiva di Palazzo Rosso, quindi, la “Disciplina degli obblighi di trasparenza dei titolari di cariche elettive e di governo” potrebbe entrare a far parte del nuovo Regolamento sulla trasparenza: sul sito internet del Comune sarà possibile per tutti i cittadini verificare e “controllare” la situazione patrimoniale e reddituale di coloro che hanno eletto. “Questa è solo una parte del provvedimento che va nella direzione di proseguire su un percorso di trasparenza che renda pubblico anche il ‘lavoro’ dei consiglieri, le loro presenze in Consiglio, in commissione e le loro attività all’interno dell’ente” ha spiegato Roberto Massaro. Un atteggiamento che faccia sparire quel velo che separa gli “eletti dagli elettori”.

Questo atto fa capo al decreto legislativo che è entrato in vigore nell’aprile 2013: un provvedimento al quale gli uffici dell’ente comunale stanno lavorando da diversi mesi ma che è in continua evoluzione a livello interpretativo. Per questo motivo la dirigente Orietta Bocchio in commissione Affari Istituzionali ha posto all’attenzione una serie di precisazioni e modifiche: “servono ancora alcuni approfondimenti”. Ma è il capogruppo del Partito Democratico Giorgio Abonante a chiedere che entro la prossima settimana le modifiche siano attuate, che il provvedimento possa passare prima in commissione e poi in consiglio “prima della fine di luglio, prima del periodo estivo, così che nei successivi tre mesi questa anagrafe possa diventare effettiva”. Attraverso la compilazione di appositi moduli si potrà venire a conoscenza della situazione patrimoniale dei nostri politici e degli eventuali cambiamenti di anno in anno nella loro dichiarazione dei redditi. Qui la proposta di delibera con il regolamento.
16/07/2013

Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus

Facebook


Droghe e alcol: impennata di consumo fra i più giovani
Droghe e alcol: impennata di consumo fra i più giovani
Case vuote, persone senza casa
Case vuote, persone senza casa
Mostra veri corpi al Centro Congressi Alessandria
Mostra veri corpi al Centro Congressi Alessandria
Gioco d'azzardo: i conti non tornato
Gioco d'azzardo: i conti non tornato
Uici, cinque posti letto per studenti fuori sede
Uici, cinque posti letto per studenti fuori sede
Il Decreto Sicurezza spacca gli Enti Locali
Il Decreto Sicurezza spacca gli Enti Locali
Grave episodio a Tortona
Grave episodio a Tortona
Sindacati in piazza contro il Governo: tagli inaccettabili alle pensioni
Sindacati in piazza contro il Governo: tagli inaccettabili alle pensioni
Ex Simple Minds trascinatori della festa di Capodanno
Ex Simple Minds trascinatori della festa di Capodanno
Inaugurato il Bosco Rotariano
Inaugurato il Bosco Rotariano