Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Alessandria

Affissioni in ritardo: il caso Ica si allarga

Dallo Zonta al Cuspo, aumentano le lettere inviate ai giornali per denunciare il comportamento di Ica, la società affidataria dal Comune dell'affissione pubblicitaria in città. Bruno Delfino, responsabile di Ica per la città si scusa e promette soluzioni in tempi rapidi. Ma c'è chi lancia l'idea del boicottaggio
ALESSANDRIA - L'ultima in ordine temporale è stata la lettera di Gabriella Daini, responsabile dello Zonta club cittadino, ma poco prima era la stata la volta del Cuspo, l'organizzazione sportiva universitaria, e prima ancora del Movimento 5 Stelle, e della Federazione Amici della Bici: quello delle mancate affissioni di Ica sta montando come caso che da episodio isolato (tanto da aver fatto gridare i 5 Stelle all'ipotesi di complotto) si espande. 

La vicenda è sempre simile: viene pagato per tempo il servizio di affissione, concordando grandezza, quantità e disposizione dei manifesti, ma gli stessi non vengono tutti apposti negli spazi previsti entro i tempi concordati. In più, agli interessati non viene data tempestiva notizia, ma sono gli stessi, facendo controlli in città, ad accorgersi della vicenda e a protestare per il disservizio (in fondo all'articolo, in versione integrale, riportiamo la lettera dello Zonta club Alessandria, rappresentativa anche delle altre giunte in redazione). 

Bruno Delfino, responsabile di Ica (che svolge per conto del Comune il servizio), risponde così alle critiche: "ci rendiamo conto che ci sia stato ultimamente qualche disservizio, ma se le lamentele giungono solo oggi, mentre noi gestiamo questa attività da un anno e mezzo, vuol dire che in passato tutto è andato bene. I disguidi hanno riguardato prevalentemente i cartelloni 6 metri per 3, e le ragioni del ritardo sono da imputare a cause di forza maggiore, quali per esempio il brutto tempo. Con pioggia o vento forte è impossibile procedere con affissioni di quel tipo (in realtà nelle ultime settimana il tempo è stato però mediamente sereno ndr). La legge ci consente di ritardare in quel caso, e abbiamo 10 giorni di tempo per informare gli inserzionisti. Di solito nei giorni immediatamente successivi completiamo il lavoro, e questa è la ragione per cui gli interessati in questi casi non sono stati subito avvertiti. In effetti potremmo anche organizzarci per essere più tempestivi in qualche comunicazione". 

Proprio il problema della mancata comunicazione è stato al centro della polemica, perché gli inserzionisti lamentano l'impossibilità di correre ai ripari per rinforzare la comunicazione del proprio evento, nel caso in cui i manifesti programmati non vengano in realtà affissi. "In ogni caso - precisa Delfino - stiamo lavorando al nostro interno per riorganizzarci in maniera tale che episodi di questo tipo non capitino più. Diciamo che nella gestione ordinaria può verificarsi che su 5-6 manifesti programmati per una determinata data uno possa essere affisso magari uno o due giorni dopo, ma questo è tutto. Il servizio nel complesso funziona e sarà ancora più efficiente nel prossimo futuro". 

Intanto però c'è chi, come la presidente dello Zonta, suggerisce di boicottare il servizio, non avendo certezze che lo stesso sia in effetti reso coerentemente con quanto è stato pagato. Più d'una delle realtà coinvolte dalla mancata affissione dei propri manifesti ha già fatto sapere di voler chiedere ad Ica i danni. 

Ecco la lettera dello Zonta Club Alessandria
 
Con la presente si comunica tutto il nostro disappunto per la mancata affissione nei termini concordati del manifesto relativo al convegno che si terrà il 1° ottobre promosso da Zonta Club Alessandria e avente il patrocinio della Città di Alessandria.
Il tributo è stato pagato in data 16 settembre, i manifesti consegnati il 19 settembre per l'affissione a partire dal 23 settembre.
La mancata esposizione del manifesto nel corso del weekend vanifica di fatto le motivazioni che ci avevano indotto, per la prima volta in 16 anni di presenza sul territorio, ad usufruire di questa modalità di comunicazione.
Questa mattina ci siamo recate all'ICA e senza batter ciglio i dipendenti ci hanno invitate a fare un reclamo. Evidentemente è la prassi. Evidentemente succede con regolarità che ci siano lamentele come la nostra.
Un dipendente ha anche detto che siamo tra i più fortunati ad avere un ritardo di soli 3 giorni nelle affissioni. Altri devono attendere anche 8 giorni.
Poiché l'utente non è a conoscenza della mancanza di personale che si occupi di attaccare fisicamente quanto gli uffici ricevono per le affissioni ( ci risulta essere 3 le persone incaricate, di cui 2 nelle ultime settimane), inviamo la presente in copia ai direttori di giornali e redazioni locali così che possano informare le associazioni, le aziende o quanti si rivolgono al servizio affissioni pubblico di evitare di spendere soldi nella stampa di manifesti e nel pagare il tributo se l'oggetto della promozione non è temporalmente adatto ai tempi dell'ICA. Circolando per la città si vedono manifesti di iniziative trascorse ormai da settimane, ma un occhio attento si ricorda di aver visto stessi affissi a pochi giorni dall'evento. Capiterà così anche ai nostri che sono in affissione da questa mattina.
"Occhio all bocca" sarà visto forse anche il 10 di ottobre, peccato che il convegno si svolga questo sabato.
Avevamo pensato di usufruire dello stesso mezzo di comunicazione per la cerimonia di premiazione del nostro concorso nazionale per cortometraggi a regia femminile, Zonta Short Festival, che si svolgerà in città il 26 ottobre. Dopo questo inconveniente, eviteremo di spendere 180 euro di stampa manifesti e 74 euro di affissione. Zonta Club Alessandria si regge sulle donazioni di socie e di privati e non possiamo permetterci di sprecare denaro raccolto con tanta difficoltà.
 
27/09/2016

Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus

Facebook


Centri sportivi: dalla Giunta la proposta per la ricerca di un partner privato
Centri sportivi: dalla Giunta la proposta per la ricerca di un partner privato
Alessandria-Arezzo 2-3. Le foto di Gianluca Ivaldi
Alessandria-Arezzo 2-3. Le foto di Gianluca Ivaldi
Inaugurato il nuovo laboratorio di chimica organica all'Istituto 'A.Volta'
Inaugurato il nuovo laboratorio di chimica organica all'Istituto 'A.Volta'
Viaggio nel mondo della sicurezza con l'Ispettorato del Lavoro di Alessandria
Viaggio nel mondo della sicurezza con l'Ispettorato del Lavoro di Alessandria
Da Osaka ad Alessandria
Da Osaka ad Alessandria
Bimbi in maschera e dolci sorprese per il Carnevale
Bimbi in maschera e dolci sorprese per il Carnevale
Carnevale al Cristo: le premiazioni
Carnevale al Cristo: le premiazioni
Carnevale al Cristo: la sfilata in corso Acqui
Carnevale al Cristo: la sfilata in corso Acqui
Droghe e alcol: impennata di consumo fra i più giovani
Droghe e alcol: impennata di consumo fra i più giovani
Case vuote, persone senza casa
Case vuote, persone senza casa