AlessandriaNews lancia uno spazio di approfondimento dedicato al tema del lavoro in provincia: un punto di osservazione per monitorare l’occupazione, per raccontare le storie più difficili sul nostro territorio, per tenere traccia degli incidenti e interrogarsi sulla sicurezza, ma anche dare voce alle realtà virtuose che si oppongono con coraggio e idee alla crisi. Dai giovani agli operai, dai terzo settore all’agricoltura, dai sindacati all’industria, passando per il mondo delle cooperative e dei liberi professionisti, cercheremo di tenere alta l’attenzione su quella che, insieme ai problemi legati alla casa, è la vera sfida del 2014. Una sfida che nessuno si può permettere di perdere.

Nonostante il dissesto finanziario dell'ente comunale, la città c'è. Molte belle ed importanti esperienze continuano a tenere duro sul nostro territorio e, contrariamente a ciò che si potrebbe pensare, di nuove ne stanno nascendo. Senza trascurare la difficoltà che alcuni cittadini stanno vivendo, in questo spazio AlessandriaNews raccoglierà le storie positive che ancora prendono vita nella nostra città. Interagisci con il nostro speciale: quando vedi una 'luce', segnalacela.

In questo spazio AlessandriaNews raccoglierà testimonianze, denunce e buone pratiche sul tema delle barriere. Daremo voce a chi da anni si impegna per abbatterle (molte le associazioni nell'alessandrino coinvolte con noi in questo progetto) e offriremo uno spazio in cui voi lettori potrete raccontarci - con testi, foto e video - quelle che per voi sono le più alte e ingiuste barriere, insegnandoci altri modi per abbatterle.

Qui ci confronteremo con le band originali giovanili, delle cover band e dei gruppi tributo per conoscere, nota dopo nota, la realtà musicale della provincia. Alle voci di chi suona si uniranno quelle di gestori dei locali, promoter e organizzatori di eventi per fare un punto sulla musica dal vivo nell'alessandrino.

Molto spesso l'uscita da una situazione o stato d'animo spiacevoli consiste già nel sapere di avere in sé degli strumenti per farlo. Questa consapevolezza in situazioni di disagio viene meno e, di conseguenza il proprio nucleo di autostima. Provando a chiarire quali sono le dinamiche che si mettono in atto, proverò ad aiutarvi a navigare nella vostra rete sociale.

Un luogo per esprimersi e vivacizzare la vita culturale e politica della nostra provincia. AlessandriaNews mette a disposizione spazio e strumenti, le idee sono le vostre. Video, foto, articoli, appuntamenti, persino postare direttamente in un blog pubblico e senza filtro. Clicca e scopri come partecipare.

Ricordare e raccontare. Due aspetti fondamentali e comuni della nostra esistenza. Il passato ci modella, ci guida nella vita di ogni giorno, ma anche può indicarci una strada per l'avvenire. Inoltre, raramente ricordiamo da soli: la memoria è un qualcosa che unisce e stringe attorno a sé una comunità, dandole identità e coesione, oltre che la capacità di fare scelte consapevoli. Da qui nasce l'idea di memoriALE, sfruttare le potenzialità del web per trovare uno spazio aggiuntivo, non sostitutivo, di condivisione e di incontro. Per raccontare la nostra città e parlarne, a partire da quello che potrebbe essere dimenticato e che invece può diventare patrimonio di tutti. Un percorso di interviste: voci che pescano nella mente frammenti di un passato locale molto più ricco di quanto si possa pensare. Anche se la nascita ideale di tale progetto precede l'inizio delle sfortunate vicende che in questo momento coinvolgono la nostra città, tanto più oggi questo esperimento di recupero della memoria può essere utile nella ricerca di un rinnovato senso di appartenenza ad una comunità e di una sensibilità civica verso le cose e le persone che animano il mondo che ci circonda quotidianamente. Umberto Eco ha affermato che chi legge vive più a lungo, ma sembra che questo valga anche per chi ascolta e soprattutto sa ascoltare.

Sempre più spesso, anche in recenti cronache locali, se si parla di cooperative è per evocare il “babau”, lo spauracchio di un lavoro di serie B, con minori tutele e retribuzioni “da fame”. Ma è davvero così? Come funziona, nella nostra provincia, la galassia della cooperazione, quali sono i suoi protagonisti, e quali i problemi sul tappeto? Purtroppo esempi negativi ne esistono davvero, e non pochi. Non ci riferiamo solo ai casi eclatanti, agli scandali conclamati o alle truffe, che esistono, e che è compito delle autorità preposte smascherare. Chiunque abbia rapporti, contatti o relazioni con l’universo delle cooperative sa che c’è, purtroppo, anche una “zona grigia”, un livello, se non di manifesta irregolarità, almeno di forte difficoltà e disagio per i lavoratori del mondo cooperativo. Disagi che certamente oggi la crisi generale rischia quasi di far apparire “normali”, o necessari, ma che invece rappresentano, a ben pensarci, la negazione dei principi fondamentali grazie ai quali la cooperazione è nata ed è cresciuta nel nostro Paese.

Conoscere il proprio territorio vuol dire anche censire tutte le realtà societarie a partecipazione pubblica che lo attraversano e su di esso insistono: una vera costellazione per quel che riguarda la nostra provincia, una ragnatela composta da grandi e piccoli snodi, società che nascono, muoiono, modificano forma e statuti quasi di continuo, finendo per non mettere d'accordo sul proprio numero e funzioni neppure gli stessi amministratori, con costi per il sistema pubblico, e quindi per tutti i cittadini, spesso ingiustificabili e difficili da comprendere. Alessandrianews prova a mettere ordine in questa giungla, ricostruendone la storia, mostrandone i bilanci, raccontandone le funzioni e facendo parlare gli stessi politici che di quelle partecipate sono stati (e sono) in buona parte fautori e gestori.

Alessandrianews è anche sport: ne ama i valori, gli aspetti ludici e anche quelli professionali. Per questo abbiamo scelto di approfondire con una serie di pagine speciali la conoscenza delle realtà più importanti sul nostro territorio, sperando con il tempo di poter arricchire queste pagine presentando nuove realtà e nuovi contenuti per quelle già presenti. Uno spazio dedicato a squadre e tifosi, in grado di raccogliere risultati, notizie e curiosità: un modo per stare vicini ai propri colori del cuore e tessere un filo diretto fra squadre e appassioni. Nelle nostre pagine saranno presenti, oltre ai report delle partite, interviste, dichiarazioni esclusive e contributi multimediali in presa diretta dai campi e da quei luoghi in provincia dove lo sport è protagonista.

Libera "Associazioni, nomi e numeri contro le mafie", è l'organizzazione nata nel 1995 con l'obiettivo di sollecitare la società civile nella lotta alle mafie e a promuovere legalità e giustizia. Il fenomeno mafioso è ormai sempre più diffuso anche nel Nord Italia, con una penetrazione capillare che è facile immaginare abbia trovato possibilità d'insediamento anche nella nostra provincia - e più di qualche riscontro purtroppo pare esserci stato. Il progetto Al 10, sperimentato con successo già durante altre tornate elettorali amministrative, ha l'obiettivo di costruire con la società civile una serie di punti di confronto essenziali sui quali intervistare i candidati alle elezioni alessandrine 2012, per raccogliere impegni precisi che gli aspiranti amministratori si sentono di garantire intorno a specifiche questioni e sul monitoraggio costante che andrà fatto successivamente alle elezioni perché vengano rispettati. In questo spazio Alessandrianews, partner dell'iniziativa, raccoglierà le interviste video e gli altri materiali via via prodotti dal progetto.

"E' cominciato il 6 aprile 2009 con la prima udienza preliminare per la maxi inchiesta sui casi di morte da amianto tra gli ex lavoratori di quattro filiali italiane dell'Eternit. La causa, con le sue 2.889 'persone offese' (più di un migliaio solo a Casale), e' la più grande mai celebrata dal tribunale di Torino, e, per questo motivo, le parti sono state convocate con 'pubblici proclami' e avvisi sui giornali, negli uffici dei Comuni interessati e su siti internet istituzionali. Unici due indagati della maxi-inchiesta condotta da Raffaele Guariniello sono il miliardario svizzero Stephan Schmidheiny, 62 anni, e il barone belga Jan Luis Marie Ghislain De Cartier De Marchienne, di 88. Sono accusati di disastro doloso e di omissione dolosa di controlli antinfortunistici." Inizia con queste parole la 'storia' del processo Eternit, raccontata dal gruppo che si è costituito su Facebook e che, in questi lunghi anni, ha raccontato attraverso le voci dei casalesi, famiglie delle vittime dell'amianto, semplici cittadini, il dolore e il travaglio, le paure e le speranze di chi vive sulla propria pelle la tragedia dell'amianto. Gli ultimi mesi, noi di Alessandrianews, li abbiamo raccontati così.

La Cittadella di Alessandria è una delle fortificazioni piu importanti e meglio conservate d'Italia, già candidata a diventare patrimonio mondiale dell'umanità. Per anni lasciata quasi a se stessa, ha invece bisogno di essere riscoperta dagli alessandrini e da tutti coloro che amano l'arte e i beni culturali, di essere studiata e vissuta quotidianamente dalla città. Alessandrianews ha deciso di dedicarle pertanto uno spazio speciale, dove raccogliere una serie di approfondimenti, contenuti multimediali - alcuni esclusivi -, e materiali di natura storica, documentale e anche di spinta alla valorizzazione. Un modesto contributo perchè la comunità alessandrina rinsaldi sempre più il legame con uno dei nostri gioielli più preziosi e restino alti l'interesse e l'attività di vigilanza che è bene esercitare per una sua conservazione e un rilancio sempre maggiore.

AlessandriaNews ritiene importante dare spazio, in questo periodo elettorale, alle biografie e alle idee di tutti i candidati alla poltrona di Sindaco del nostro Comune. Per questo motivo nasce lo spazio 'Speciale Comunali 2012'. Abbiamo chiesto a TUTTI i candidati di fornirci una scheda di presentazione personale e del loro progetto politico. Con una certa frequenza, inoltre, abbiamo scelto di inviare stimoli e domande per i quali chiediamo risposte o contributi concisi a tutti i 16 protagonisti delle prossime elezioni. Una scelta che crediamo possa garantire la possibilità a tutti i candidati di esprimersi e, cosa più importante, ai lettori/elettori di comprendere tutte le posizioni in modo da procedere ad una scelta consapevole il 6-7 maggio 2012. Buona lettura e buon voto!

Come avvenuto per le elezioni amministrative, Libera tenta un’opera di sensabilizzazione dei candidati in Parlamento, richiedendo l’adesione ad una serie di impegni e monitorando poi in itinere il rispetto delle promesse fatte. Si parte dalla convinzione che la corruzione in Italia sia la principale ragione per cui non si riesce a cambiare davvero: mazzette, appalti truccati, concorsi manovrati, sono tra le cause dei nostri peggiori problemi, come la disoccupazione e la crisi di cui tanto si parla. Libera ci riprova e AlessandriaNews, come in occasione del progetto 'Al10', sarà media partner del progetto, intervistando i candidati del territorio e sostenendo momenti di verifica periodica degli impegni presi.

Multimedia

  • Cremonese-Alessandria 1-0. Il post partita

    Cremonese-Alessandria 1-0. Il post partita

  • Cremonese-Alessandria 1-0. Il post partita

    Cremonese-Alessandria 1-0. Il post partita

  • Gavi, trovato morto nel furgone

    Gavi, trovato morto nel furgone

  • A Barcellona la manifestazione pro migranti

    A Barcellona la manifestazione pro migranti

  • Il fantastico mondo delle drag queen

    Il fantastico mondo delle drag queen

  • Scuola e Mobilità, il punto con Uil Informa

    Scuola e Mobilità, il punto con Uil Informa

  • Como-Alessandria 2-1. Il post partita

    Como-Alessandria 2-1. Il post partita

  • 'You will not be a slave for ever'

    'You will not be a slave for ever'

  • Uil presenta il corso sull'obesità infantile

    Uil presenta il corso sull'obesità infantile

  • Alessandria-Piacenza 1-0. Le foto di Gianluca Ivaldi

    Alessandria-Piacenza 1-0. Le foto di Gianluca Ivaldi

Spefciali
Seguici su...
Facebook Twitter Flickr YouTube