Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Belforte

Bruno Mattana: "Un testimone del nostro territorio"

Colleghi del giornalismo e del centro di formazione per i funerali del giornalista che per più di 50 anni ha raccontato i fatti dell'Ovadese
 BELFORTE - E’ entrata nella chiesa parrocchiale accompagnata dai membri della confraternita della Santissima Annunziata di Belforte la salma di Bruno Mattana, scomparso qualche giorno fa all’età di 85 anni. Per una vita ha raccontato le vicende di Ovada dalle pagine de “La Gazzetta del Popolo” prima, poi de “Il Secolo XIX” e con il microfono di Telecity. “Un legame fortissimo con il territorio – ha ricordato nel corso dell’omelia il parroco di Ovada, Don Giorgio Santi – e al tempo stesso un modo per comunicare”. Nel corso della cerimonia è stato ricordato anche il suo ruolo chiave nello sviluppo del centro di formazione dell’Oratorio Votivo, oggi Casa di Carità  “Arti e Mestieri”, prima a fianco di Don Fiorello Cavanna, poi di Don Valorio. “Entrò – lo ricorda l’attuale direttrice, Marisa Mazzarello – in un corso di falegnameria ma non era quella la sua strada. Divenne presto segretario perché nell’amministrazione era serio e preciso. In quel ruolo fu motore di crescita per tutta la scuola”. “Ha speso tempo – il ricordo del sindaco di Ovada, Paolo Lantero – per raccontare la nostra realtà e i suoi personaggi”. Confusi tra la folla, a stento contenuta dalla chiesa parrocchiale di Belforte, i colleghi della sua avventura giornalistica, con la carta stampata e dietro al microfono. “Aveva la capacità – prosegue Lantero – di un grande osservatore, sapeva cogliere i lati positivi del nostro territorio”. “L’ultimo pezzo? L’avrebbe scritto sull’ospedale – ricorda Renzo Bottero, per anni al suo fianco da cronista de “La Stampa– L’aveva confidato a molti nell’ultimo periodo. A quanti sono andati a fargli visita durante la sua recente degenza ha sottolineato l’impegno e il lavoro dei medici e degli infermieri. Mattana avrebbe voluto invitare i suoi concittadini a prendere ogni iniziativa per la difesa della struttura”.

 

3/01/2018

Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus

Facebook


Centauri 2018: primo gruppo
Centauri 2018: primo gruppo
Inaugurazione nuovo show-room Citro?n Grandi Auto
Inaugurazione nuovo show-room Citro?n Grandi Auto
Mense: presidio sotto palazzo Rosso di lavoratori e sindacati
Mense: presidio sotto palazzo Rosso di lavoratori e sindacati
Inaugurato il progetto Lara: gli amici a 4 zampe entrano in Ospedale
Inaugurato il progetto Lara: gli amici a 4 zampe entrano in Ospedale
Uno sguardo al futuro: undici artisti indagano sul nostro domani
Uno sguardo al futuro: undici artisti indagano sul nostro domani
Inaugurato il nuovo Centro Giovani ai Giardini Pittaluga
Inaugurato il nuovo Centro Giovani ai Giardini Pittaluga
Operazione Black and White dei Carabinieri contro il capolarato
Operazione Black and White dei Carabinieri contro il capolarato
Festival prevenzione e innovazione in oncologia ad Alessandria
Festival prevenzione e innovazione in oncologia ad Alessandria
La visita di Brumotti all'ospedale infantile Cesare Arrigo
La visita di Brumotti all'ospedale infantile Cesare Arrigo
Lo spettacolo in carcere, ispirato a 900 di Baricco
Lo spettacolo in carcere, ispirato a 900 di Baricco