Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Ovada

Firmato il patto di gemellaggio con Pont Saint Esprit

Nello scorso fine settimana la delegazione ovadese ha raggiunto gli omologhi della cittadina francese, per un incontro all'insegna della tradizione e delle affinità. Il sindaco Paolo Lantero, dopo aver percorso qualche chilometro in biciletta, si è intrattenuto con il primo cittadino Roger Castillon, per le firme ufficiali.

OVADA - Le firme sui documenti ufficiali sono arrivate al termine di una passerella su due ruote (completata interamente, dal Basso Piemonte alla Francia, da alcuni portacolori dell'Uà Cycling Team) nel centro storico di Pont Saint Esprit. Oltre agli aspetti formali e burocratici, il gemellaggio tra Ovada e la cittadina francese è stato sancito sotto il segno della tradizione. Lo scorso fine settimana una delegazione ovadese ha raggiunto il Comune sito nel dipartimento della Gard, per visitare la città - accompagnati dal primo cittadino transalpino, Roger Castillon - e prendere parte (insieme ai prodotti tipici dell’enogastronomia e dell’artigianato locali), alla “Fiera d’Autunno". L’Assessore Roberta Pareto, insieme ad altri consiglieri comunali, si è occupata della gestione dello stand espositivo della città. La cerimonia vera e propria si è svolta nella mattinata di domenica presso la sala consigliare del municipio cittadino, i due Sindaci hanno compiuto gli atti ufficiali relativi alle firme e alla stipula del patto di gemellaggio, il Sindaco Lantero nel suo discorso (in francese) ha espresso soddisfazione per questa nuova avventura della città di Ovada, il Sindaco Castillon (ha restituito la cortesia, usando la nostra lingua per una parte dell'intervento) ha ribadito la volontà di dar vita a manifestazioni e occasioni di stampo culturale, economico e anche sportivo. 

Nel pomeriggio, durante la fiera, le tipicità ovadesi sono state molto apprezzate: i prodotti da forno, il caffè e il vino Dolcetto di Ovada e Ovada DOCG; nonché le sculture in ferro degli artigiani di eccellenza. “E’ stato un week end che può segnare un arricchimento importante per la nostra città - dice il sindaco, Paolo Lantero -. L’idea che abbiamo voluto seguire per questo gemellaggio è quella di costruire ponti, sia tra di noi, che con i nostri fratelli europei, gli abitanti di Pont Saint Esprit hanno dimostrato una cultura europea che ci ha colpito, parlano con convinzione di cittadinanza europea e sono convinti che questa sia la via giusta per il rilancio anche della Francia; credo che da questo dovremo imparare, la cultura europea dev’essere un valore ne parleremo con le scuole. Una riflessione su questi temi potrebbe essere la prima tappa del percorso del gemellaggio”. L'Amministrazione Comunale, in una nota, desidera ringraziare tutti coloro che hanno collaborato con entusiasmo all'iniziativa e le aziende che hanno contribuito ad allestire lo stand, facendo conoscere un po' della nostra città e del nostro territorio.

13/09/2017

Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus

Facebook


I Grigi tornano a casa con una serata di gala
I Grigi tornano a casa con una serata di gala
Lucchese-Alessandria, il dopo gara
Lucchese-Alessandria, il dopo gara
Alessandria-Olbia, le foto di Gianluca Ivaldi
Alessandria-Olbia, le foto di Gianluca Ivaldi
Comitato Alluvionati al Palazzo Lascaris
Comitato Alluvionati al Palazzo Lascaris
Il Comitato in partenza per la manifestazione
Il Comitato in partenza per la manifestazione
Il Comitato alluvionati a Palazzo Lascaris
Il Comitato alluvionati a Palazzo Lascaris
Fulmine colpisce un albero davanti all'ospedale
Fulmine colpisce un albero davanti all'ospedale
Bestiario della Cittadella
Bestiario della Cittadella
Giana Erminio-Alessandria 2-2. Il dopo partita
Giana Erminio-Alessandria 2-2. Il dopo partita
Alessandria-Pisa 0-2. Il dopo partita
Alessandria-Pisa 0-2. Il dopo partita