Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Opinioni

Voglia di cambiamento…

Così molto furbescamente l'ha definita Renzi per avere una carta da giocarsi alla prossima direzione del Pd perché in effetti chiamarla sconfitta per lui sarebbe stato pericoloso. Vorrebbe dire che il governo, nel cuore degli italiani, non sta suscitando quell'entusiasmo che Matteo incessantemente cerca di farci credere
OPINIONI - Così molto furbescamente l'ha definita Renzi per avere una carta da giocarsi alla prossima direzione del Pd perché in effetti chiamarla sconfitta per lui sarebbe stato pericoloso. Vorrebbe dire che il governo, nel cuore degli italiani, non sta suscitando quell'entusiasmo che Matteo incessantemente cerca di farci credere.

Come al solito la minoranza del partito farà finta di andare all'attacco, lui li rimbalzerà e tutto finirà qui, perché in fondo anche alla minoranza sta bene essere al governo e senza Renzi il Pd al governo non ci sarebbe mai stato.

Mi fa un po' sorridere quando leggo le dichiarazioni di alcuni esponenti del Partito Democratico di Milano che, commentando la vittoria di Beppe Sala, dichiarano: “hanno vinto le forze antifasciste”, perché sinceramente non mi sembra che il loro leader sia così Democratico, dato che non solo è a capo del Governo, ma tiene anche ben salda la segreteria del partito e si appresta a cancellare una delle due Camere del Parlamento.

Ma ve lo immaginate il caos che sarebbe potuto accadere se Berlusconi avesse solo accennato a una simile riforma? Oppure se un suo ministro si fosse messo a chiamare al telefono in campagna elettorale i cittadini per fargli votare il suo candidato?

Tipo: “Ciao sono Bobo e ti invito a votare Parini a Milano!”  Invece a Matteo tutto è concesso: nessun girotondino a protezione del Campidoglio, nessun esponente radical chic che grida alla deriva fascista del Parlamento monco e via dicendo.

Con la “voglia di cambiamento”, Renzi chiederà al Pd maggiori poteri per accelerare il suo cambiamento, per non perdere ulteriori cadreghe (chi scommette su una riforma elettorale?), ma sta di fatto che da ora Torino e Roma hanno due giovani donne come sindaco ed è un avvenimento molto importante, che segna una bellissima svolta elettorale.

Torino sarà sicuramente più facile di Roma, perché per stessa ammissione dei torinesi Fassino ha amministrato bene, mentre Roma sicuramente sarà una dura battaglia. Una battaglia che si svolgerà dietro alle quinte, perché è difficile pensare che dirigenti e impiegati, che fino ad oggi hanno sempre fatto come meglio credevano, potranno cambiare il loro atteggiamento solo perché hanno vinto i cinque stelle. Oltre a tutti gli interessi mafiosi e non che girano intorno ai palazzi comunali, quindi non sarà certo una cosa di qualche giorno.

Vorrei ricordare alla gente che non basta votare un partito per fare in modo che tutto cambi, ma ognuno di noi deve impegnarsi per fare in modo che le cose cambino, altrimenti i 5 stelle faranno la fine dei tanto odiati partiti odierni. Credo che tutti i partiti siano nati con le migliori intenzioni, solo che poi il totale disinteresse dalla maggior parte delle persone ha fatto sì che ad andare avanti fosse solo chi ha interesse, chi spera in un posto di lavoro, in un appalto e via dicendo.

Del resto nessun politico, da destra a sinistra, ha accennato che più della metà degli aventi diritto è rimasto a casa, perché di fatto meno elettori significa più probabilità di vincere con il proprio pacchetto di voti clientelari. Evidentemente agli italiani questo discorso non interessa, salvo poi lamentarsi se chi vince, chi è in maggioranza non far nulla…

La politica non è un entità astratta che vive di vita propria, ma è il risultato anche delle nostre azioni. Quindi una delle più importanti è quella di andare a votare e scegliere un candidato, specialmente nelle amministrative dove è possibile scegliere anche i consiglieri, oltre al sindaco. Iniziamo a capire che bisogna occuparsi di politica così come dell’amato calcio!
22/06/2016
Ermano Cecconetto - ermanno.cecconetto@gmail.com

Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus

Facebook


Centri sportivi: dalla Giunta la proposta per la ricerca di un partner privato
Centri sportivi: dalla Giunta la proposta per la ricerca di un partner privato
Alessandria-Arezzo 2-3. Le foto di Gianluca Ivaldi
Alessandria-Arezzo 2-3. Le foto di Gianluca Ivaldi
Inaugurato il nuovo laboratorio di chimica organica all'Istituto 'A.Volta'
Inaugurato il nuovo laboratorio di chimica organica all'Istituto 'A.Volta'
Viaggio nel mondo della sicurezza con l'Ispettorato del Lavoro di Alessandria
Viaggio nel mondo della sicurezza con l'Ispettorato del Lavoro di Alessandria
Da Osaka ad Alessandria
Da Osaka ad Alessandria
Bimbi in maschera e dolci sorprese per il Carnevale
Bimbi in maschera e dolci sorprese per il Carnevale
Carnevale al Cristo: le premiazioni
Carnevale al Cristo: le premiazioni
Carnevale al Cristo: la sfilata in corso Acqui
Carnevale al Cristo: la sfilata in corso Acqui
Droghe e alcol: impennata di consumo fra i più giovani
Droghe e alcol: impennata di consumo fra i più giovani
Case vuote, persone senza casa
Case vuote, persone senza casa